Oggi, 02 ottobre si è tenuta, presso il Teatro Verdi di Trieste, la conferenza stampa dove, in perfetta sinergia Teatro Verdi, Comune di Trieste e il mondo delle istituzioni scolastiche, hanno rilanciato la quarta edizione del progetto: All’Opera ragazzi!

 

Si tratta di un percorso educativo della durata dell’intero anno scolastico, orientato alla formazione e aiuto all’ascolto del repertorio in cartellone nella stagione del Teatro Verdi.
Raggiungere un target giovane attraverso un programma di cinque appuntamenti che serviranno a rendere comprensibili e divertenti le trame delle opere della stagione teatrale lirico-sinfonica triestina.

Centocinquanta gli abbonamenti messi a disposizione da parte del Comune per la stagione lirica e cinquanta per quella sinfonica.
Nel suo intervento il Sovraintendente Stefano Pace, ha sottolineato l’importanza di riportare i giovani a teatro, non solo per il valore formativo in sé, ma anche per l’importanza stimolante che questo ha anche in chi a teatro vi lavora:

“Per chiunque lavori in teatro, realtà viva e profondamente sociale, avere fra il pubblico anche molti studenti è motivo d’orgoglio e di ispirazione”

L’assessore all’Educazione Università Ricerca Sviluppo e Sport del Comune di Trieste Antonella Grim sottolinea come questa iniziativa, oltre a seguire lo spirito della riforma “La Buona Scuola” per quanto riguarda il potenziamento delle discipline artistiche e della cultura musicale,

“Rappresenta una grandissima opportunità per i giovani per appassionarsi alla musica e innamorarsi del fascino del Teatro.”

Anche l’Assessore Provinciale alle Politiche Formative Adele Pino ha manifestato l’entusiasmo della provincia nel sostenere un progetto come questo.
Cesira Militello, Dirigente Scolastico del Liceo F.Petrarca ha voluto evidenziare come

“Questo progetto mira a costruire percorsi formativi coerenti e soprattutto consapevoli legati all’ascolto”

Ne viene fuori un grande impegno coeso e sinergico tra forze che, ognuna in modo diverso, hanno delle grandi responsabilità per quanto riguarda la formazione del buon cittadino.
Educare al bello; rendere i cittadini coscienti del grande patrimonio culturale di cui si è circondati, affinare la sensibilità e l’amore verso l’immenso patrimonio che ci è stato lasciato in eredità e averne cura; per questo rappresenta un punto importante quello di coinvolgere i giovani in questo circolo virtuoso: nuove leve chiamate a custodire antichi tesori.

Per info
www.teatroverdi-trieste.com
www.retecivica.triest.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.