Partendo dal presupposto che le feste natalizie siano per antonomasia il momento dedicato alla famiglia, il compendio che segue è dedicato a coloro che riescono a trovare un momento per se’ nella faticosa fase digestiva; per tutti quelli che hanno dei bambini da tenere a bada ( lo so che è brutto, ma a volte è necessario!) o per quelli che, tutto sommato, sto spirito natalizio non è che lo sentano tanto…

 

Mario Monicelli, nel 1992, con Parenti Serpenti usa proprio le feste di Natale per raccontare uno spaccato italiano fatto di intrighi, ipocrisie e falsità.

 

Oggi cosa racconterebbe Monicelli?

Com’è cambiata l’Italia e la gestione familiare in questi 25 anni?

Oggi forse potremmo aspettarci una pungente satira su come sulle tavole degli italiani, oltre alle cibarie, ai centri tavola e alle posate, abbiano preso posto gli smartphon.

Oppure come l’attività di selfing sia parte delle nostre abitudini. Per non parlare degli shooting dedicati alle portate che arrivano in tavola. Ma anche l’illusione di parlare con una persona presente fisicamente, la quale in realtà, mentre ci dedica un ascolto distratto, chatta sui gruppi con altre 10 persone.

Una sorta di iper realtà che da essa ci allontana. E per questo, ad affrontare cotanta realtà familiare, potremmo non essere pronti!

Pensateci a gestire una conversazione vis a vis con uno zio a parlare di politica senza mai buttare l’occhio sul cellulare. Oppure a fare un discorso con nostra cugina su un certo film, o ricetta o capitale europea, senza la tentazione di cercare su Google la conferma alle nostre tesi sbugiardando la parente.

Visto che il clima natalizio è mutato, riscoprendosi liquido come lo sono le società, qui si inseriscono un paio di suggerimenti su come “sopravvivere” al Natale rimanendo umani senza andare per forza off line.

Netflix sembra essere un buon compromesso per tutta la famiglia.

Come funziona lo sappiamo già, è una tv digitale, che ti permette di portarti dietro l’intero catalogo, non necessitando di parabole, è sufficiente avere una connessione rete.

Per tutta la famiglia, sotto le feste, impossibile non suggerire i Minions, gli ometti gialli che, con un film tutto loro sulla ricerca di “un padrone da servire” mettono sempre d’accordo grandi e piccini.

Un altro film che unisce le generazioni è certamente Lego Movie, tra nostalgia e novità di mattoncini.

Sempre su leva nostalgica, molto vintage per i giovanissimi, Netflix ha messo a disposizione nel suo catalogo tutti gli episodi di Fantaghirò, provate a spiegare ai vostri figli perchè vi piaceva tanto…

Se invece sentite il bisogno di scaldare i motori prima di immergervi nella magia delle feste, potete iniziare il 22 Dicembre quando sul catalogo sarà disponibile Bright,  il nuovo film originale Netflix diretto da David Ayer, che vede nel cast Will Smith e Joel Edgerton, che interpretano due poliziotti in una Los Angeles odierna piena di orchi, elfi e magia, una miscela di realismo e fantasy. Vedremo.

Se poi pensate di ritagliarvi dei momenti di solitudine e, proprio senza fare/guardare niente non sapete starci o avete bisogno di un momento di decompressione mentre venite a capo del dilemma di cosa farete a Capodanno, sappiate che il 29 dicembre escono i nuovi episodi di Back Mirror.

Qui abbiamo messo un paio di dritte, ma vedete di non esagerare.

 

Foto di copertina
Illustrazione di  Pawel Kuczynski, fonte ViceMagazine

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Articoli
Chi sono
General Manager, Autrice La Nouvelle Vague Magazine
Linamaria Palumbo. Siciliana di nascita romana d’adozione, triestina per residenza. Laureata al DAMS di Palermo. Si occupa di blog di social e contenuti digitali. Ama le belle storie. Spesso le si “chiude la vena” per gli argomenti che l’appassionano, ma nulla di violento. Da sempre risponde a domande che nessuno le ha mai posto.
×
General Manager, Autrice La Nouvelle Vague Magazine
Linamaria Palumbo. Siciliana di nascita romana d’adozione, triestina per residenza. Laureata al DAMS di Palermo. Si occupa di blog di social e contenuti digitali. Ama le belle storie. Spesso le si “chiude la vena” per gli argomenti che l’appassionano, ma nulla di violento. Da sempre risponde a domande che nessuno le ha mai posto.
Latest Posts
  • Momix
  • Sanremo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.