Cattivissimo Me 3 : esce domani in Italia il tanto atteso terzo capitolo

3007

CATTIVISSIMO ME 3

Forte degli incassi mondiali ottenuti fino ad ora nel mondo, si parla di oltre 800.000.000 di dollari a fronte di 80 milioni di costi di produzione, esce anche in Italia il terzo capitolo di Cattivissimo Me, le avventure del Cattivo Gru e dei suoi piccolissimi e buffi aiutanti Minions.

Cattivissimo Me 3Gru ha rinnegato la sua cattiveria, e con la neosposa Lucy è un agente investigativo pronto ad intervenire contro i supercriminali.

In questo episodio entra in scena Balthazar Bratt, ex divo in erba di una serie televisiva negli anni ‘80, caduto in disgrazia e nel dimenticatoio subito dopo il passaggio dall’adolescenza all’età adulta.

Balthazar studia la sua vendetta per distruggere Hollywood sommergendola con enormi gomme da masticare rosa (tipo Big Bubble). Per fare questo ruba un gigantesco diamante e sfugge alla cattura di Gru, intervenuto per sventare la rapina. Verrà licenziato così come Lucy intervenuto con il grande capo per difenderlo.

Mentre cerca di tranquillizzare Agnes, la piccola adottata insieme alle altre due sorelle più grandi, che la situazione non è così critica, irrompe sulla scena uno strano messaggero che gli recapita un invito del fratello gemello Dru di cui Gru non è a conoscenza.

Pierre Coffin firma anche il terzo capitolo

Questo l’inizio del terzo capitolo firmato ancora una volta da Pierre Coffin per la Illumination Entertainment. Un terzo capito molto ben riuscito, il migliore tra i tre Cattivissimi (Minions a parte, di cui si attende il capitolo due). La storia è ben definita così come sono ben definiti personaggi e loro peso.

Il rischio infatti era quello di mettere troppo in evidenza i personaggi gialli dopo il grandissimo successo dello spin off a loro dedicato uscito due anni fa (e l’altrettanto successo del merchandising connesso) a discapito del vero protagonista. Ma questo non accade.

Ognuno è perfettamente al suo posto occupando equamente i giusti spazi. Gli amatissimi e buffi minions sono qui coinvolti in scene corali di grandissimo effetto e altrettanto divertimento (tra cui una fortuita apparizione a un talent canoro e una rocambolesca quanto improbabile fuga da…Alcatraz..).

Il vilain Balthazar risulta simpatico con gli ampi riferimenti alla musica e ai costumi anni ’80 (con una colonna sonora ad hoc). Anche se dubitiamo che il pubblico dei giovanissimi possa capire fino a fondo questo personaggio, proprio per non aver vissuto l’epoca di riferimento.

Riuscirà stavolta Pharrell Williams a vincere l’Oscar?

Nella colonna sonora torna la musica di Pharrell Williams, che già ottenne un successo planetario con “Happy”, di Cattivissimo me2 (inspiegabilmente non ottenne l’Oscar per la miglior canzone originale – lo vinse “Let it go” da Frozen).

Oltre ad un richiamo della sua “Freedom” che sottolinea una esilarante sequenza del film,  Williams firma le due canzoni originali “Yellow Lights” e “There’s something special”, carine, ma non così incisive come “Happy”.

Ritroviamo le voci di Steve Carrel (esilarante) ancora qui interprete di Gru ma anche del gemello Dru, Kristen Wiig (Lucy) e Pierre Coffin  che si destreggia con le voci e le strambe parole dei Minions (e si cimenta anche in una difficilissima canzone già diventata virale) a cui si aggiunge Trey Parker, notissima voce di South Park, che dà la voce al bizzarro Balthazar Bratt.

Anche il doppiaggio italiano resta invariato con le voci di  Max Giusti (Dru e Gru), Arisa (Lucy) e new entry Paolo Ruffini (Balthazar Bratt).

Nonostante sia classificato come un film per bambini (noi lo abbiamo visto a Dubai e alla cassa si sono stupiti quando abbiamo chiesto i biglietti, e anche il merchadising è rivolto solo ai bambini, peccato), restiamo dell’idea che anche gli adulti possano divertirsi senza vergogna, così come accade oramai per molte pellicole animate.

Le avventure di Gru e soci non finiscono qui però.

Il finale è aperto e predice un quarto capito. Soprattutto a fronte degli incassi che sta ottenendo, difficilmente Illumination mollerà il colpo.

  • Articoli
Chi sono
Responsabile della Redazione Milano e Autrice La Nouvelle Vague Magazine
Giornalista pubblicista dal 1988 (critico musicale e spettacolo per quotidiani, mensili femminili e musicali), inizia la sua storia professionale come ufficio stampa nel campo della musica e dello spettacolo con uno dei più grandi promoter italiani, Franco Mamone, noto, tra gli altri, per i tour di Springsteen e Sting oltre che per essere stato manager della PFM. Inizia infatti con lui nel 1989 l’attività, tra i pochi consulenti del settore della comunicazione allora in circolazione. Da quel momento collabora con molti promoter italiani per tourneé italiane di cantanti italiani (Ramazzotti, Jovanotti, Carboni, Raf, Antonacci, 883) ed internazioni (U2, Springsteen, Sting, Dire Straits, Paul Mc Cartney, David Bowie, Michael Jackson, Sex Pistols, Cure, Kiss, Metallica, Bob Geldof), festival rock come Sonoria e Gods of Metal ed eventi (per Rai Due si occupa della promozione del Cantagiro 1992 – con Fiorello – e 1993). E’ ufficio stampa di Francesco de Gregori, Enrico Ruggeri, Riccardo Cocciante, Ornella Vanoni, Gino Paoli, Antonello Venditti, Lucio Dalla, Angelo Branduardi, Litfiba. Collabora esternamente con Emi Music Italy, con la quale contribuisce al lancio italiano di Coldplay e Gorillaz e agli album di Robbie Williams, Paul Mc Cartney (con incontro stampa a Milano) ecc.. e con diverse etichette indipendenti. Dal 1990 al 2001 è collaboratrice di Mario Luzzatto Fegiz del Corriere della Sera con il quale firma, per tre stagioni consecutive, il programma di Radio2 Rai “Fegiz Files”. Sempre con Fegiz, oltre a seguire la sua normale attività di critico musicale, lancia le prime collane di musica allegate al quotidiano quali “Cantautori Italiani” e “Musica per Sempre”. Si occupa, sempre per Radio2 de “I concerti dai Magazzini Generali di Milano” per tre stagioni consecutive. Negli ultimi anni ha lavorato sempre come consulente comunicazione, pr, promozione giornali, radio tv anche con importanti tour teatrali come “Notre Dame De Paris” (2003 da diretta tv Rai1 e tour 2004) ,“Tosca Amore Disperato” (tour 2004) “Cirque Du Soleil-Saltimbanco” (2004 Milano e Roma), Joaquin Cortes (2005) Arturo Brachetti “L’uomo dai 1000 volti” (2007). Dal settembre 2009 a gennaio 2013 è ufficio stampa del Teatro degli Arcimboldi di Milano. Nel 2010 ha seguito, sempre come ufficio stampa, le produzioni del Teatro delle Erbe (Divina commedia, Caveman, Christmas show). Ha assunto l’ufficio stampa del tour 2011 del decimo anniversario di “Notre Dame De Paris” e nel 2012 ufficio stampa di “Peter Pan il Musical” per Il Sistina. Nel 2013 è’ ufficio stampa dell’evento “Sensation Source of light” in esclusiva per l’Italia il 13 aprile 2013; di “Siddharta il Musical” e della pièce teatrale “Apnèa” Nel 2014 consulente comunicazione del musical “Spring Awakening”
×
Responsabile della Redazione Milano e Autrice La Nouvelle Vague Magazine
Giornalista pubblicista dal 1988 (critico musicale e spettacolo per quotidiani, mensili femminili e musicali), inizia la sua storia professionale come ufficio stampa nel campo della musica e dello spettacolo con uno dei più grandi promoter italiani, Franco Mamone, noto, tra gli altri, per i tour di Springsteen e Sting oltre che per essere stato manager della PFM. Inizia infatti con lui nel 1989 l’attività, tra i pochi consulenti del settore della comunicazione allora in circolazione. Da quel momento collabora con molti promoter italiani per tourneé italiane di cantanti italiani (Ramazzotti, Jovanotti, Carboni, Raf, Antonacci, 883) ed internazioni (U2, Springsteen, Sting, Dire Straits, Paul Mc Cartney, David Bowie, Michael Jackson, Sex Pistols, Cure, Kiss, Metallica, Bob Geldof), festival rock come Sonoria e Gods of Metal ed eventi (per Rai Due si occupa della promozione del Cantagiro 1992 – con Fiorello – e 1993). E’ ufficio stampa di Francesco de Gregori, Enrico Ruggeri, Riccardo Cocciante, Ornella Vanoni, Gino Paoli, Antonello Venditti, Lucio Dalla, Angelo Branduardi, Litfiba. Collabora esternamente con Emi Music Italy, con la quale contribuisce al lancio italiano di Coldplay e Gorillaz e agli album di Robbie Williams, Paul Mc Cartney (con incontro stampa a Milano) ecc.. e con diverse etichette indipendenti. Dal 1990 al 2001 è collaboratrice di Mario Luzzatto Fegiz del Corriere della Sera con il quale firma, per tre stagioni consecutive, il programma di Radio2 Rai “Fegiz Files”. Sempre con Fegiz, oltre a seguire la sua normale attività di critico musicale, lancia le prime collane di musica allegate al quotidiano quali “Cantautori Italiani” e “Musica per Sempre”. Si occupa, sempre per Radio2 de “I concerti dai Magazzini Generali di Milano” per tre stagioni consecutive. Negli ultimi anni ha lavorato sempre come consulente comunicazione, pr, promozione giornali, radio tv anche con importanti tour teatrali come “Notre Dame De Paris” (2003 da diretta tv Rai1 e tour 2004) ,“Tosca Amore Disperato” (tour 2004) “Cirque Du Soleil-Saltimbanco” (2004 Milano e Roma), Joaquin Cortes (2005) Arturo Brachetti “L’uomo dai 1000 volti” (2007). Dal settembre 2009 a gennaio 2013 è ufficio stampa del Teatro degli Arcimboldi di Milano. Nel 2010 ha seguito, sempre come ufficio stampa, le produzioni del Teatro delle Erbe (Divina commedia, Caveman, Christmas show). Ha assunto l’ufficio stampa del tour 2011 del decimo anniversario di “Notre Dame De Paris” e nel 2012 ufficio stampa di “Peter Pan il Musical” per Il Sistina. Nel 2013 è’ ufficio stampa dell’evento “Sensation Source of light” in esclusiva per l’Italia il 13 aprile 2013; di “Siddharta il Musical” e della pièce teatrale “Apnèa” Nel 2014 consulente comunicazione del musical “Spring Awakening”
Latest Posts
  • endgame
  • Netflix

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.