Qualche tempo fa parlando del libro “Il velo di Gila” ho accennato all’associazione promotrice del volume: Con-creation.

L’associazione culturale, fondata da Raffaele Ferrante e Savino Napoleone, si pone diversi obiettivi: 1) valorizzare talenti creativi insiti in ogni individuo, attraverso attività culturali ed appunto creative; 2) dare vita a svariate attività (illustrazione, pittura, scrittura, cinema, design, musica, grafica, etc.), determinando una nota di valore all’espressione creativa; 3) creare networking con altri professionisti legati all’ambito creativo e condividere i propri lavori e 4) Istituire una community di creativi aggregata per condividere le proprie esperienze e competenze, al fine di promuovere metodi, processi creativi e tematiche sociali

Reborn: dalla teoria alla pratica

In questo contesto si sviluppa il progetto Reborn

Il nuovo progetto editoriale, prodotto e distribuito da Lisciani Libri vede come il precedente i seguenti protagonisti : Savino Napoleone (in qualità di illustratore), Davide di Lodovico (in qualità di scrittore) e Raffaele Ferrante (in qualità di direttore artistico).

Reborn ( ‘rinascita’) affronta il tema della rinascita come un percorso, a seconda del modo in cui lo si voglia inquadrare, che partendo da una rottura evidente dell’equilibrio iniziale, si modella progressivamente in una diversa configurazione.

Una situazione che non può prescindere da un concetto tipico delle attività umane e mai univoco: entropia.

Il secondo principio della termodinamica, infatti  ha permesso di spiegare in termini energetici i fenomeni naturali e tale concetto ha permesso la codificazione di ambiti ulteriori quali comportamentali, sociali, economici e politici.

Allo stesso modo dei processi naturali, che presuppongono una trasformazione irreversibile così l’uomo, pur nel tentativo di una presa di coscienza individuale nell’ambito di un prospettico rovesciamento di vita, denuncerà a se stesso e al mondo una grave mancanza di certezze e al contempo una linea da seguire che, irreversibile, lo porterà ad una incontrovertibile trasformazione e al contempo rinascita.

Un percorso all’interno di ognuno di noi

Per ogni sconfitta nasce l’opportunità di rinascere e rigenerarsi

Il progetto creativo multidisciplinare Reborn prevede un percorso interattivo.

Percorso che comprendente un’esposizione di quadri/illustrazioni riguardanti il tema in questione (con testi di Nicolò Santovito) e musica.

Un ulteriore apporto infatti proviene dalla performance musicale a cura di giovani musicisti, ed in particolare SOME ARE ECHOS di Marco Antico.

Obiettivo del percorso è portare il visitatore ad elaborare il proprio vissuto e la propria esperienza in un gioco di riflessi reciproci con l’ambiente, causa e conseguenza allo stesso tempo dell’immagine dell’essere umano.

Il progetto RE-BORN è supportato anche dal sodalizio intellettuale ed artistico con il pittore di arte sacra Giovanni Gasparro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.