I  The Cure sono una delle rare band che ha formato un suono riconoscibile e originale in grado di arrivare anche alle generazioni successive.

Tsunami Edizioni pubblica CURED –  STORIA DI DUE IMAGINARY BOYS scritto da Lol Tolhurst, membro fondatore ed ex-batterista e tastierista del gruppo, con la traduzione di Daria Usacheva.

Non è solo il racconto degli esordi musicali ma soprattutto la storia di un’amicizia nata quando Tolhurst e il cantante Robert Smith erano bambini. Figli di famiglie cattoliche in un’Inghilterra protestante, si trovarono a cinque anni alla fermata dell’autobus che li avrebbe portati in un’altra città dove avrebbero frequentato la scuola scelta secondo il credo dei loro genitori.

The Cure

L’autore fa nascere i The Cure in quell’istante, in una piovosa mattina del 1964, quando due piccoli impauriti non volevano lasciare la loro casa e la madre di Lol disse: “Tieni la mano di Robert e prendetevi cura uno dell’altro”.

L’autore narra la passione irrefrenabile per la musica durante l’adolescenza, gli abiti strani, le risse, il substrato sociale che poi si trasformò in melodie che ancora oggi, dopo quarant’anni, fanno sognare il pubblico.

Lol Tolhurst nel libro non cerca di migliorare la sua immagine (lascerà la band per gravi  problemi legati all’ alcolismo), racconta infatti l’inizio del suo declino personale per gli eccessi di bevute che lo stravolgevano e l’aiuto ricevuto da Robert.

Un racconto dettagliato di ricordi, immagini e musica per conoscere meglio il pensiero motore di un gruppo che ha unito post punk, gothic e pop ma anche la storia di due adolescenti outsiders, del viaggio verso l’abisso dell’autore e della sua rinascita.

  • Articoli
Chi sono
Milanese trapiantata a Fidenza, si è diplomata alla Scuola di Cinema di Milano. Ha lavorato in teatro in qualità di regista e assistente alla regia e per tre anni ha tenuto corsi di teatro ai detenuti all’interno del carcere di Como. Ha pubblicato diversi racconti in antologie con ARPANet Edizioni e ha collaborato con alcune testate giornalistiche. Si occupa dell’ ufficio stampa del festival cinematografico Parma International Music Film Festival di Parma. Ha pubblicato tre libri: Piccole storie dei sette giorni, Fornelli metafisici e Ricettario Patafisico (Graphofeel) e le plaquette Elogio del ruttino (Babbomorto) e Le lacrime di Ra (Aulino)
×
Milanese trapiantata a Fidenza, si è diplomata alla Scuola di Cinema di Milano. Ha lavorato in teatro in qualità di regista e assistente alla regia e per tre anni ha tenuto corsi di teatro ai detenuti all’interno del carcere di Como. Ha pubblicato diversi racconti in antologie con ARPANet Edizioni e ha collaborato con alcune testate giornalistiche. Si occupa dell’ ufficio stampa del festival cinematografico Parma International Music Film Festival di Parma. Ha pubblicato tre libri: Piccole storie dei sette giorni, Fornelli metafisici e Ricettario Patafisico (Graphofeel) e le plaquette Elogio del ruttino (Babbomorto) e Le lacrime di Ra (Aulino)
Latest Posts

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.