Tanta commedia di qualità, ma anche classici italiani e le serate di musica e danza

Dal 10 novembre la 46a Stagione di Prosa della Carnia

La campagna abbonamenti parte lunedì 19 ottobre con i rinnovi dei “vecchi” abbonati

La Stagione di Prosa della Carnia si sta avvicinando al mezzo secolo di vita.

Quella che è stata presentata ufficialmente ieri, 14 ottobre, nella Sala Consiliare del Comune di Tolmezzo in Piazza XX Settembre alla presenza del Sindaco, Francesco Brollo, dell’Assessore alla Cultura, Marco Craighero e del Direttore dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia, Renato Manzoni, è l’edizione numero quarantasei.

La formula è quella ormai consolidata che tanto successo ha riscosso nelle ultime fortunate stagioni: 10 appuntamenti, 8 in abbonamento, due fuori abbonamento e la presenza, accanto alla prosa, di musica e danza, anche alla luce del fatto che l’ERT ha ricevuto il riconoscimento ministeriale di circuito multidisciplinare.

L’apertura di stagione è programmata per martedì 10 novembre con Ieri è un altro giorno!, commedia francese che Luca Barcellona e David Conati hanno reso tricolore affidandola a un trio di attori con tempi comici perfetti quali Gianluca Ramazzotti, Antonio Cornacchione e Leonardo Manera. Nel cast anche Milena Miconi e Biancamaria Lelli. Una commedia con importante implicazioni filosofiche andrà in scena martedì 1. dicembre. Si tratta de Il visitatore, testo di Èric-Emmanuel Schmitt, tradotto e adattato da Valerio Binasco e interpretato da Alessandro Haber e Alessio Boni nei ruoli, rispettivamente, di Sigmund Freud e dell’Onnipotente. L’appuntamento che chiuderà il 2015 sarà dedicato alla musica grazie al Concerto di Capodanno, interpretato dalla Mitteleuropa Orchestra e diretto dal M° Giovanni Pacor su musiche, tra gli altri, di von Suppè, Strauss e Lehar.

Venerdì 15 gennaio, invece, l’anno inizierà con lo spettacolo che ha reso famosa Giuliana Musso: Nati in casa, una drammaturgia originale firmata a quattro mani dalla stessa attrice vicentina e da Massimo Somaglino che ne firma anche la regia. Si parla di un classico della cultura italiana lunedì 1. febbraio quando i siciliani Enzo Vetrano e Stefano Randisi porteranno al Candoni L’onorevole del loro conterraneo Leonardo Sciascia, testo corale che racconta la caduta morale di un uomo nella Sicilia del dopoguerra; una parabola umana tristemente attuale. Sempre corale è la pièce di martedì 9 febbraio. A Tolmezzo arriveranno Silvio Orlando e Marina Massironi, stelle del nutrito cast de La Scuola, già pièce e lungometraggio di successo a inizio anni Novanta. Per l’appuntamento di mercoledì 24 febbraio un maestro della commedia italiana come Gianni Clementi ha scritto un testo divertente che, come sempre nella drammaturgia dell’autore romano, spinge anche alla riflessione sociale: I suoceri albanesi, sottotitolato Due borghesi piccoli piccoli, avrà nei ruoli principali Francesco Pannofino (il Renè Ferretti della serie tv Boris) ed Emanuela Rossi. Dopo i balletti classici delle scorse stagioni, la danza sarà rappresentata in stagione dalla compagnia Sonics con le loro coreografie visionarie e molto “fisiche” di Duum. Il programma in abbonamento si concluderà sabato 19 marzo con Quei Due (il sottoscala), commedia di Charles Dyer con l’inedita coppia Massimo Dapporto e Tullio Solenghi nei panni di una coppia londinese. La regia è di Roberto Valerio.

Come da tradizione, sarà l’Accademia Sperimentale dello Spettacolo della Carnia, diretta da Alessandro Mistichelli, a dare l’arrivederci all’edizione 47 della Stagione di prosa della Carnia. Sul palco gli allievi-attori interpreteranno la commedia partenopea Ditegli sempre di sì di Eduardo De Filippo.
Accanto alla stagione di prosa, sono confermate anche le attività per le famiglie e per i bambini. Nell’ambito della rassegna diffusa Piccolipalchi, domenica 29 novembre andrà in scena una delle fiabe più amate della tradizione, Il gatto con gli stivali, in un allestimento della compagnia Ca’ luogo d’arte di Reggio Emilia che vede come protagonisti un attore e molti pupazzi.

Domenica 24 gennaio sarà la volta de La bottega dei giocattoli della compagnia pugliese Crest, dedicato ai bambini dai 3 anni in su.

Ultimo appuntamento, infine, domenica 14 febbraio con Siamo uomini o caporali!, spettacolo con tre clown-soldati che tocca il delicato tema della guerra. Coprodotto dalle compagnie I fratelli Caproni ed Eccentrici Dadarò, lo spettacolo ha ricevuto il Premio Cantieri di Strada – Premio Giovanna Bolzan nel 2014, ed è adatto ai bambini dagli 11 anni in su e agli adulti di ogni età.

Tutti gli spettacoli della rassegna Piccolipalchi andranno in scena alle 17.

Proseguirà, inoltre, in tutta la Carnia l’attività di spettacoli e laboratori di teatroescuola, la sezione dell’ERT dedicata all’educazione ai linguaggi del Teatro e dello spettacolo dal vivo.

La campagna abbonamenti alla stagione teatrale inizierà lunedì 19 ottobre (fino al 21) per i vecchi abbonati che desiderino confermare la propria sottoscrizione (dalle ore 17 alle 20 in Teatro); chi vorrà cambiare posto potrà farlo mercoledì 28 ottobre, mentre dal 29 al 31 i nuovi abbonati potranno prenotare il loro posto a Teatro. I nuovi abbonamenti potranno essere sottoscritti anche successivamente e fino al 10 novembre, in occasione del primo spettacolo, contattando gli uffici comunali (0433.487961/87) o il gestore del Teatro (0433.41659 – 335.7430157)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per informazioni: Ufficio Cultura del Comune di Tolmezzo 0433/487961 e www.ertfvg.it.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.