Un debutto folgorante quello di Kinky Boots, nuova produzione del teatro Nuovo di Milano, per la regia di Claudio Insegno, in scena solo a Milano fino a domenica 6 gennaio 2019.

Kinky Boots è un musical da anni in scena a Broadway e nel West End londinese (dove chiuderà a metà gennaio). Un musical che dall’aprile del 2013 ha racimolato ben sette Tony Award (l’oscar del teatro negli Stati Uniti) tra cui quello come miglior musical.

Lo show è liberamente ispirato dall’omonimo film del 2005 che vedeva come protagonista il futuro premio oscar (per “12 anni schiavo”), il bravissimo Chiwetel Ejiofor, nelle scomodissime vesti (in ogni senso) di Lola, Drag Queen dei sobborghi londinesi.

La storia riporta un fatto veramente accaduto. Charlie Price erede, suo malgrado, di una fabbrica di scarpe nella cittadina di Northampton (nord di Londra), attività portata avanti prima da nonno poi dal padre.

Foto di Luca Vantusso

Il padre muore improvvisamente lasciando a Charlie l’onere di proseguire il lavoro e di assicurare un futuro ai propri dipendenti diventati una famiglia. Ma il padre omette che l’azienda sta andando in fallimento, cosa che Charlie scoprirà in modo brusco, gettandolo nello sconforto. Si reca a Londra per cercare di svendere, inutilmente, ad un amico le collezioni. In un vicolo si imbatterà in una “figura”, una donna che sta per essere assalita da due malintenzionati.

Incontrerà così Lola, una drag queen, spiritosa e carismatica, una testa calda “che fa esattamente il contrario di tutto ciò che le viene detto”.  Come Charlie anche Lola ha subito pressioni dal padre che, scoperto della tendenza del figlio fin da piccolo, cerca di instradarlo alla boxe.

Tornato a Londra e sollecitato dall’operaia Lauren che lo invita a guardarsi attorno e a crearsi una propria nicchia di mercato, Charlie si ricorderà dell’incontro di Lola e delle sue “Angels”, uomini di un certo peso costretti a indossare tacchi da donna che, in quanto calzature realizzate per donne, non sostengono il peso maschile (e Lola è molto “prestante”).

Decide così che quella delle calzature per “drag queen” sarà la sua fascia di mercato, con l’idea di presentare questa nuova collezione alle sfilate per calzature di Milano

Questo è l’inizio sia del film che dello spettacolo. Premetto che ho visto ripetutamente il film, bellissimo, mentre non conosco la versione di Broadway, per cui, credo per esigenze di scrittura, alcuni aspetti del film sono cambiati, primo fra tutte la figura di Lauren, nel film molto dolce e vera consigliera di Charlie, nello show una simpatica pazzoide un po’ svampita e pasticciona.

Foto di Luca Vantusso

Vedo quindi per la prima volta la trasposizione teatrale della pellicola. Premesso questo, lo show funziona e funziona davvero bene. A partire dall’adattamento delle canzoni di Cindy Lauper, al cui adattamento in italiano ha contribuito Emiliano Palmieri. E’ una delle poche volte che sento versioni italiane scritte davvero bene.

Lola/Simon è interpretato dal performer francese Stan Believance. Bravo nel recitato e nelle pose brillanti, limitato nel canto.  Marco Stabile (Jersey Boys), è perfetto nel ruolo di Charlie Price così come la sorprendente Martina Lunghi nel ruolo dell’operaia Lauren che aiuterà Charlie Price nella sua impresa. Una figura che però è stata stravolta rispetto al film, ma, come ho già detto, non avendo visto il musical suppongo sia stata descritta così nel libretto. Bravo, anche se nel breve ruolo di Harry, Claudio Zanelli (Jersey Boys e prossimamente We Will Rock you), l’amico a cui Charlie tenta di svendere le sue collezioni.

Molto bene anche Claudia Campolongo nel ruolo dell’operaia Trish e Giuseppe Galizia nel ruolo del vecchio capo fabbrica George. Ma il pubblico del Nuovo che ha assistito venerdì al debutto ha tributato il successo alle sei Angels, le drag queen che accompagnano Lola nei suoi spettacoli, sorelle di vita. Sei ballerini bravissimi che con totale naturalezza ballano sui tacchi (coreografie di Valeriano Longini), indossano costumi stravaganti (realizzati da Lella Diaz) senza apparire ridicoli.

Efficace la scenografia di Francesco Fassone che richiama l’interno di una vecchia fabbrica della provincia inglese, tutta mattoni scuri, ferro arrugginito, vecchi bancali, vetrate opache, che, all’occorrenza, si trasforma in un bar.

La direzione di Claudio Insegno non fa una piega. Suppongo che si sia divertito a dirigerlo perché questo divertimento è palpabile sul palco e trasmesso al pubblico.

Dopo “Jersey Boys” e “Spamalot”, Claudio fa ancora centro. Grazie anche a un testo, come i precedenti, scritti bene in origine, e a spettacoli perfetti e rodati all’estero.

“Kinky Boots” resterà in scena fino al 6 gennaio al Teatro Nuovo di Milano. Al momento, purtroppo, non è previsto un tour. Ma sono certa che il calore del pubblico milanese e l’ottima accoglienza porterà questo spettacolo anche in altre città.
  • Articoli
Chi sono
Responsabile della Redazione Milano e Autrice La Nouvelle Vague Magazine
Giornalista pubblicista dal 1988 (critico musicale e spettacolo per quotidiani, mensili femminili e musicali), inizia la sua storia professionale come ufficio stampa nel campo della musica e dello spettacolo con uno dei più grandi promoter italiani, Franco Mamone, noto, tra gli altri, per i tour di Springsteen e Sting oltre che per essere stato manager della PFM. Inizia infatti con lui nel 1989 l’attività, tra i pochi consulenti del settore della comunicazione allora in circolazione. Da quel momento collabora con molti promoter italiani per tourneé italiane di cantanti italiani (Ramazzotti, Jovanotti, Carboni, Raf, Antonacci, 883) ed internazioni (U2, Springsteen, Sting, Dire Straits, Paul Mc Cartney, David Bowie, Michael Jackson, Sex Pistols, Cure, Kiss, Metallica, Bob Geldof), festival rock come Sonoria e Gods of Metal ed eventi (per Rai Due si occupa della promozione del Cantagiro 1992 – con Fiorello – e 1993). E’ ufficio stampa di Francesco de Gregori, Enrico Ruggeri, Riccardo Cocciante, Ornella Vanoni, Gino Paoli, Antonello Venditti, Lucio Dalla, Angelo Branduardi, Litfiba. Collabora esternamente con Emi Music Italy, con la quale contribuisce al lancio italiano di Coldplay e Gorillaz e agli album di Robbie Williams, Paul Mc Cartney (con incontro stampa a Milano) ecc.. e con diverse etichette indipendenti. Dal 1990 al 2001 è collaboratrice di Mario Luzzatto Fegiz del Corriere della Sera con il quale firma, per tre stagioni consecutive, il programma di Radio2 Rai “Fegiz Files”. Sempre con Fegiz, oltre a seguire la sua normale attività di critico musicale, lancia le prime collane di musica allegate al quotidiano quali “Cantautori Italiani” e “Musica per Sempre”. Si occupa, sempre per Radio2 de “I concerti dai Magazzini Generali di Milano” per tre stagioni consecutive. Negli ultimi anni ha lavorato sempre come consulente comunicazione, pr, promozione giornali, radio tv anche con importanti tour teatrali come “Notre Dame De Paris” (2003 da diretta tv Rai1 e tour 2004) ,“Tosca Amore Disperato” (tour 2004) “Cirque Du Soleil-Saltimbanco” (2004 Milano e Roma), Joaquin Cortes (2005) Arturo Brachetti “L’uomo dai 1000 volti” (2007). Dal settembre 2009 a gennaio 2013 è ufficio stampa del Teatro degli Arcimboldi di Milano. Nel 2010 ha seguito, sempre come ufficio stampa, le produzioni del Teatro delle Erbe (Divina commedia, Caveman, Christmas show). Ha assunto l’ufficio stampa del tour 2011 del decimo anniversario di “Notre Dame De Paris” e nel 2012 ufficio stampa di “Peter Pan il Musical” per Il Sistina. Nel 2013 è’ ufficio stampa dell’evento “Sensation Source of light” in esclusiva per l’Italia il 13 aprile 2013; di “Siddharta il Musical” e della pièce teatrale “Apnèa” Nel 2014 consulente comunicazione del musical “Spring Awakening”
  • endgame
    ENDGAME – Ricomincio dalla fine

    Un debutto folgorante quello di Kinky Boots, nuova produzione del teatro Nuovo di Milano, per la regia di Claudio Insegno, in scena solo a Milano fino a domenica 6 gennaio 2019. Kinky Boots è un musical da anni in scena a Broadway e nel West End londinese (dove chiuderà a metà gennaio). Un musical che […]

  • Musicanti, ovvero chi ha il pane …

    Un debutto folgorante quello di Kinky Boots, nuova produzione del teatro Nuovo di Milano, per la regia di Claudio Insegno, in scena solo a Milano fino a domenica 6 gennaio 2019. Kinky Boots è un musical da anni in scena a Broadway e nel West End londinese (dove chiuderà a metà gennaio). Un musical che […]

  • Netflix
    Netflix o non Netflix

    Un debutto folgorante quello di Kinky Boots, nuova produzione del teatro Nuovo di Milano, per la regia di Claudio Insegno, in scena solo a Milano fino a domenica 6 gennaio 2019. Kinky Boots è un musical da anni in scena a Broadway e nel West End londinese (dove chiuderà a metà gennaio). Un musical che […]

  • Da Sanremo agli Oscar: il ritorno dei faraoni

    Questo è stato il mio primo pensiero quando questa mattina ho letto la lista dei vincitori degli Oscar 2019 assegnati a Los Angeles questa notte.

  • La polemica della domenica pomeriggio

    Un debutto folgorante quello di Kinky Boots, nuova produzione del teatro Nuovo di Milano, per la regia di Claudio Insegno, in scena solo a Milano fino a domenica 6 gennaio 2019. Kinky Boots è un musical da anni in scena a Broadway e nel West End londinese (dove chiuderà a metà gennaio). Un musical che […]

  • Sanremo. Il rito del giorno dopo

    Un debutto folgorante quello di Kinky Boots, nuova produzione del teatro Nuovo di Milano, per la regia di Claudio Insegno, in scena solo a Milano fino a domenica 6 gennaio 2019. Kinky Boots è un musical da anni in scena a Broadway e nel West End londinese (dove chiuderà a metà gennaio). Un musical che […]

  • Lo sconosciuto mondo delle Ball

    Sto seguendo con grande interesse una serie appena sbarcata su Netflix italia intitolata “Pose”. Interessante perché descrive un mondo, una realtà, una cultura poco o per nulla conosciuta qui in Italia, la realtà delle ballroom community, in breve Ball.

  • Non ci resta che… ridere

    Un debutto folgorante quello di Kinky Boots, nuova produzione del teatro Nuovo di Milano, per la regia di Claudio Insegno, in scena solo a Milano fino a domenica 6 gennaio 2019. Kinky Boots è un musical da anni in scena a Broadway e nel West End londinese (dove chiuderà a metà gennaio). Un musical che […]

  • I ritorni: le polemiche preSanremo, Celentano, True Detective e altre amenità

    Un debutto folgorante quello di Kinky Boots, nuova produzione del teatro Nuovo di Milano, per la regia di Claudio Insegno, in scena solo a Milano fino a domenica 6 gennaio 2019. Kinky Boots è un musical da anni in scena a Broadway e nel West End londinese (dove chiuderà a metà gennaio). Un musical che […]

  • Il pretesto della Musica del Diavolo

    Un debutto folgorante quello di Kinky Boots, nuova produzione del teatro Nuovo di Milano, per la regia di Claudio Insegno, in scena solo a Milano fino a domenica 6 gennaio 2019. Kinky Boots è un musical da anni in scena a Broadway e nel West End londinese (dove chiuderà a metà gennaio). Un musical che […]

×
Responsabile della Redazione Milano e Autrice La Nouvelle Vague Magazine
Giornalista pubblicista dal 1988 (critico musicale e spettacolo per quotidiani, mensili femminili e musicali), inizia la sua storia professionale come ufficio stampa nel campo della musica e dello spettacolo con uno dei più grandi promoter italiani, Franco Mamone, noto, tra gli altri, per i tour di Springsteen e Sting oltre che per essere stato manager della PFM. Inizia infatti con lui nel 1989 l’attività, tra i pochi consulenti del settore della comunicazione allora in circolazione. Da quel momento collabora con molti promoter italiani per tourneé italiane di cantanti italiani (Ramazzotti, Jovanotti, Carboni, Raf, Antonacci, 883) ed internazioni (U2, Springsteen, Sting, Dire Straits, Paul Mc Cartney, David Bowie, Michael Jackson, Sex Pistols, Cure, Kiss, Metallica, Bob Geldof), festival rock come Sonoria e Gods of Metal ed eventi (per Rai Due si occupa della promozione del Cantagiro 1992 – con Fiorello – e 1993). E’ ufficio stampa di Francesco de Gregori, Enrico Ruggeri, Riccardo Cocciante, Ornella Vanoni, Gino Paoli, Antonello Venditti, Lucio Dalla, Angelo Branduardi, Litfiba. Collabora esternamente con Emi Music Italy, con la quale contribuisce al lancio italiano di Coldplay e Gorillaz e agli album di Robbie Williams, Paul Mc Cartney (con incontro stampa a Milano) ecc.. e con diverse etichette indipendenti. Dal 1990 al 2001 è collaboratrice di Mario Luzzatto Fegiz del Corriere della Sera con il quale firma, per tre stagioni consecutive, il programma di Radio2 Rai “Fegiz Files”. Sempre con Fegiz, oltre a seguire la sua normale attività di critico musicale, lancia le prime collane di musica allegate al quotidiano quali “Cantautori Italiani” e “Musica per Sempre”. Si occupa, sempre per Radio2 de “I concerti dai Magazzini Generali di Milano” per tre stagioni consecutive. Negli ultimi anni ha lavorato sempre come consulente comunicazione, pr, promozione giornali, radio tv anche con importanti tour teatrali come “Notre Dame De Paris” (2003 da diretta tv Rai1 e tour 2004) ,“Tosca Amore Disperato” (tour 2004) “Cirque Du Soleil-Saltimbanco” (2004 Milano e Roma), Joaquin Cortes (2005) Arturo Brachetti “L’uomo dai 1000 volti” (2007). Dal settembre 2009 a gennaio 2013 è ufficio stampa del Teatro degli Arcimboldi di Milano. Nel 2010 ha seguito, sempre come ufficio stampa, le produzioni del Teatro delle Erbe (Divina commedia, Caveman, Christmas show). Ha assunto l’ufficio stampa del tour 2011 del decimo anniversario di “Notre Dame De Paris” e nel 2012 ufficio stampa di “Peter Pan il Musical” per Il Sistina. Nel 2013 è’ ufficio stampa dell’evento “Sensation Source of light” in esclusiva per l’Italia il 13 aprile 2013; di “Siddharta il Musical” e della pièce teatrale “Apnèa” Nel 2014 consulente comunicazione del musical “Spring Awakening”
Latest Posts
  • endgame
  • Netflix

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.