TV: Di padre in figlia, stasera la prima puntata della fiction su Rai Uno

2052

Arriva stasera , 18 aprile, la prima puntata di Di padre in figlia, la nuova fiction di casa Rai Uno. Da un’idea di Cristina Comencini, per la regia di Riccardo Milani. Nel cast Alessio Boni, Stefania Rocca e Cristiana Capotondi e Matilde Gioli.

La trama de Di padre in figlia si sviluppa nel laborioso Veneto. La storia si svolge in un arco temporale che va dal 1958 ai primi anni Ottanta. Giovanni Franza (Alessio Boni) tornato dal Brasile, decide di aprire una distilleria. Imprenditore lungimirante e caparbio, ma allo stesso tempo un capofamiglie dispotico e che non crede nella parità tra i sessi e questo lo porta necessariamente in rotta di collisione sia con le figlie che con la moglie (Stefania Rocca).

In Di padre in figlia vediamo uno spaccato dell’Italia attraversata da grandi cambiamenti storici che portarono le donne a lottare per guadagnarsi la parità e i diritti civili. Tra tensioni, conflitti e ribellioni, il potere della figura paterna viene sostituito, in modo nuovo e lungimirante, dalle tre figlie e dalla madre, la quale ha coltivato in loro i suoi desideri irrealizzati di libertà, indipendenza e amore.

In tutto questo c’è Maria Teresa (Cristiana Capotondi), figlia caparbia almeno quanto il padre, la quale arriva a prendere anche una laurea in Chimica per dimostrare al padre di essere in grado di poter lavorare nella distilleria di famiglia.

Di padre in figlia mette i presupposti per parlare alle famiglie italiane, in prima serata sulla rete ammiraglia della Rai, di temi come l’emancipazione femminile, dello sfaldamento delle famiglie patriarcali; di divorzio e di aborto.

Ancora nel cast troviamo: Domenico Diele, Vittoria De Paoli, Jacopo Missana, Denis Fasolo, Alessandro Roja, Demetra Bellina, Roberto Gudese

Com’è andata la prima puntata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.