San Silvestro a teatro con la nuova commedia scritta e diretta da Marco Cavallaro, tra porte che sbattono e tende che non vogliono saperne di restare appese alle finestre.

Lo spettacolo messo in scena nella notte più scintillante dell’anno al Teatro Gobetti di San Mauro Torinese è un perfetto meccanismo comico che si ispira alla pochade francese, con un pizzico di humour inglese.

La suite di un prestigioso albergo romano è la location ideale nella quale ambientare le disavventure dell’Onorevole. Panciaroli (Fabio Mascagni), Ministro della Repubblica Italiana. Il motore della vicenda è il  fascino di una moglie frizzante (Maria Occhiogrosso), con il vizio di andare in giro quasi sempre seminuda o comunque svestita.

Un particolare non troppo favorevole al menage della coppia, che alimenta la gelosia del marito – già pieno di tic e di manie –  e soprattutto mette in pericolo la credibilità dell’uomo politico e della sua stimata ed “esemplare” condotta, pubblica e privata.

A guardare le spalle dell’Onorevole, un portaborse fin troppo “votato alla causa”, Vittorio (Alberto Barbi), che si scoprirà essere l’insospettabile amante della trascurata moglie del politico.

L’innata curiosità di un giornalista decisamente “oltre le righe” (Antonio Sarasso), che irrompe improvvisamente nella stanza d’albergo, rende difficile per tutti i protagonisti mantenere la situazione sotto controllo, con l’Onorevole che si trova anche alle prese con una presunta condanna per tangenti all’interno del suo stesso partito.

Lo stile drammaturgico di Marco Cavallaro è inconfondibile, ma nella particolare circostanza della notte di San Silvestro, il ritmo appare accelerato, rendendo la vicenda quasi scontata.

Il regista, inoltre, ricorre sapientemente alle controscene, affidate in gran parte all’estro interpretativo e all’efficace improvvisazione di Alberto Barbi e Antonio Sarasso: tra porte che si aprono e sbattono e tende che non stanno ferme al loro posto, l’effetto comico è garantito e la reazione positiva del pubblico è assicurata.

  • Articoli
Chi sono
Torinese, inizia a scrivere di spettacolo nel 2003, specializzandosi progressivamente nel teatro musicale e nella prosa brillante. Nello stesso anno, avviene l’incontro artistico con un altro sabaudo, Franco Travaglio, con il quale continua a collaborare come vicedirettore della webzine “Amici del Musical” e membro della giuria di PrIMO, il Premio Italiano per il musical originale. Laureato in Scienze della comunicazione con un Master in Informazione, New Media e comunicazione plurimediale, è giornalista pubblicista e iscritto all’Associazione Nazionale Critici di Teatro. Dal 2006 è uno dei redattori “storici” di Teatro.it, il portale del teatro italiano.
×
Torinese, inizia a scrivere di spettacolo nel 2003, specializzandosi progressivamente nel teatro musicale e nella prosa brillante. Nello stesso anno, avviene l’incontro artistico con un altro sabaudo, Franco Travaglio, con il quale continua a collaborare come vicedirettore della webzine “Amici del Musical” e membro della giuria di PrIMO, il Premio Italiano per il musical originale. Laureato in Scienze della comunicazione con un Master in Informazione, New Media e comunicazione plurimediale, è giornalista pubblicista e iscritto all’Associazione Nazionale Critici di Teatro. Dal 2006 è uno dei redattori “storici” di Teatro.it, il portale del teatro italiano.
Latest Posts

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.