La pornostar statunitense di origine serba Stoya (al secolo Jessica Syoyadinovich) è venuta a Trieste di persona a presentare, insieme al regista Lazar Bodroza ed alla montatrice Milena Petrovic, il film Ederlezi Rising.

Chi è Stoya?

Stoya al Trieste Science+Fiction Festival 2018
Stoya al Trieste Science+Fiction Festival 2018

Per chi non si interessa di porno è un nome che si ricorda facilmente ma che, proprio per questo motivo, non ricorda assolutamente nulla. Stoya è una delle attrici porno più famose al mondo ma, come abbiamo avuto modo di constatare, non è solo questo. Secondo lei, l’aggettivo che più la definisce è “felina”.

Un passato da ballerina e da modella che l’hanno portata nel mondo dell’hard, una scrittrice che questa estate ha pubblicato il libro Philosophy, Pussycats, & Porn (ed. Not a Cult), un’attivista che negli anni si è battuta contro le ingiustizie e per i diritti delle donne, una democratica moderata come ama definirsi perché, benché iscritta al Partito Democratico USA, non prende per oro colato tutte le scelte del partito, ed ora anche attrice in un ruolo recitato.

Ederlezi Rizing

Siamo nel 2148. Il Socialismo russo si è impadronito del pianeta Terra cacciando definitivamente il Capitalismo. La russa Ederlezi Corporation incarica un cosmonauta serbo, Milutin (Sebastian Cavazza), di partire in missione verso Alpha Centauri.

Si sa, viaggiare soli è noioso, e quindi i capi della Ederlezi pensano che un po’ di compagnia non farebbe male al nostro prode astronauta. Siccome siamo appunto nel 2148 invece di una donna in carne ed ossa gli affiancano uno splendido androide femmina, Nimani (indovinate chi fa questo ruolo?), che oltre a fargli compagnia (in tutti i sensi) servirà anche a controllarlo.

Il viaggio è lungo, molto lungo e da cosa nasce cosa. All’inizio sono scontri anche brutali ma poi il rapporto virerà al tenero fino a che i due non si troveranno innamorati. C’è molto del machismo russo visto come stereotipo dal regista Lazar Bodroza. L’uomo per essere uomo deve essere duro fino alla violenza, ma in realtà la sua durezza serve solo a nascondere una grande debolezza.

Ed alla fine quello che rende assolutamente valido questo film è proprio il valore recitativo dei due attori: il più esperto attore sloveno Sebastian Cavazza e Stoya che, alle prese per la prima volta con un ruolo di prosa, riesce a far innamorare di sé anche le poltrone del cinema. Sensuale, romantica, felina: sono tante le armi che Stoya sfodera in modo convincente.

Se era una scommessa, è stata una scommessa vinta.

Ederlezi Rising: Stoya al Trieste Science+Fiction Festival – Foto di Fabrizio Caperchi

 

  • Articoli
Chi sono
Racchiude in sé mille passioni legate a tutto ciò che l’uomo produce, inventa e ricrea; è quello che si può definire un “animale sociale”. Fotografo raffinato, con la sua inseparabile macchina fotografica, congela gli istanti per estrapolarli dalla realtà e condurli in una dimensione altra, sublime. Il suo motto è “Un giorno senza un sorriso è un giorno perso (C.Chaplin)”
×
Racchiude in sé mille passioni legate a tutto ciò che l’uomo produce, inventa e ricrea; è quello che si può definire un “animale sociale”. Fotografo raffinato, con la sua inseparabile macchina fotografica, congela gli istanti per estrapolarli dalla realtà e condurli in una dimensione altra, sublime. Il suo motto è “Un giorno senza un sorriso è un giorno perso (C.Chaplin)”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.