Al Teatro “Il Celebrazioni” di Bologna, giovedì 14 aprile la Compagnia eVolution dance theater, che la scorsa Stagione con lo spettacolo FireFly ha stupito il pubblico in varie città d’Italia con effetti speciali ed acrobazie, si è esibita in ElectriCity.

ElecrtiCityLo show ideato nella coreografia, regia, scene, costumi e luci dal coreografo di origini statunitensi Anthony Heinl, che ha danzato per 6 anni nei Momix ed è stato assistente di Moses Pendleton, conduce lo spettatore in un mondo futuristico, a lui sconosciuto, grazie all’utilizzo di varie forme d’arte: la danza in primis e poi l’illusionismo ed il sorprendete utilizzo di luci ed effetti speciali.

Il teatro garbato ed essenziale, restituito alla città dopo la ristrutturazione del 2015, fa parte del complesso della “Casa di Riposo Lyda Borelli per artisti drammatici” costruito nel 1950.

La scenografia è semplice ma curata nei minimi dettagli: teli con texture particolari dietro i quali i ballerini con tute fluorescenti appaiono variamente zebrati; teli sui quali si ammirano le ombre dei danzatori che all’improvviso sembrano numerosissimi grazie ad una serie di proiezioni colorate; teli di stoffa rigidi che si gonfiano e sventolano come bandiere; pannelli come lavagne luminose che vengono colorati con disegni fluorescenti. Nell’ultima parte dello spettacolo un imponente gonfiabile nero fa da sfondo ai movimenti a volte sinuosi, a volte acrobatici, a volte da contorsionisti degli otto ballerini che si alternano sul palco.

I costumi? Ma colorati al neon! Con elementi che si illuminano a ritmo di musica.

La colonna sonora è ricercata e va dai Rediohead a Devid Byrne, dagli Air a David Bowie.

Nel complesso uno spettacolo gradevole che ha la capacità di proiettare lo spettatore in un’atmosfera onirica, colto ininterrottamente dallo stupore di percepire effetti speciali in continua evoluzione.

 

Questo è un comunicato stampa, per tanto le immagini sono fornite dall’Ufficio Stampa dell’artista/manifestazione. Si declina ogni responsabilità riferibile ai crediti e riconoscimento dei relativi diritti.

  • Articoli
Chi sono
Decide di diventare architetto a quattro anni e corona il suo sogno nella città eterna della quale apprezza l’inesauribile vivacità culturale. Curiosa, con tutte le accezioni che si possono dare al termine, amante dell’arte in ogni sua declinazione, è dotata di un personale ottimismo estetico che le consente di essere colorata anche nella situazione più grigia. Appassionata di film e serie tv in cui ci sia da individuare l’assassino (ora che i maggiordomi scarseggiano è sempre più divertente) è anche una grande lettrice, soprattutto di gialli.
×
Decide di diventare architetto a quattro anni e corona il suo sogno nella città eterna della quale apprezza l’inesauribile vivacità culturale. Curiosa, con tutte le accezioni che si possono dare al termine, amante dell’arte in ogni sua declinazione, è dotata di un personale ottimismo estetico che le consente di essere colorata anche nella situazione più grigia. Appassionata di film e serie tv in cui ci sia da individuare l’assassino (ora che i maggiordomi scarseggiano è sempre più divertente) è anche una grande lettrice, soprattutto di gialli.
Latest Posts
  • ElecrtiCity

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.