Dopo due anni di scalata letterale di classifiche, location e nel cuore del pubblico, quello che già lo conosceva come autore e quello che ha imparato a conoscerlo da solista, Ermal Meta è  approdato lunedì sera con la sua esperienza teatrale con il Gnu Quartet al Teatro Rossetti di Trieste.

Un tour teatrale intimo, suggestivo e allo stesso tempo liberatorio per il cantautore che dopo questo tour si prenderà un periodo di meritata pausa dalla scene.

Diverte e si diverte Meta, lasciandosi andare alla sua pungente e innata ironia, alla gioia della musica e del raccontarsi, forse mai come in questa occasione.

Quello che si può definire “L’Ermal Meta e Gnu Quartet show”, senza nulla togliere alla band con cui si esibisce recentemente, sembra forse la dimensione congeniale del cantante.

Questo nuovo tour è anche un’occasione, come racconta Meta tra un pezzo e l’altro, per togliere, non aggiungere… per rallentare, non accelerare, e per proporre al suo pubblico le canzoni così come sono nate.

Privilegiando così quella dimensione di creazione e nascita della musica che in certi tour di altri artisti spesso manca a favore di un maggior apporto scenografico o spettacolarizzazione.

La centralità di melodia , voce e l’intesa con i musicisti che lo accompagnano sono la chiave di volta di questa nuova esperienza  musicale.

Scherza Meta sulla differenza tra il suo essere autodidatta (anche se figlio della Primo Violino di uno dei più grandi teatri albanesi) e i quattro musicisti, “Professori” accanto a lui sul palco.

Ciò che invece emerge è la naturalezza di questa unione tra gli strumentisti e il cantautore; tanto che, a chi si trova ad ascoltare dal vivo Meta per la prima volta, sembra che i cinque compongano una formazione musicale unica da sempre.

Lo Gnu Quartet

Lo GnuQuartet è un quartetto musicale composto da Raffaele Rebaudengo (viola), Francesca Rapetti (flauto), Roberto Izzo (violino) e Stefano Cabrera (violoncello).

I quattro si sono incontrati nel 2006 al teatro Nazionale di Milano per una serata speciale dedicata al compleanno di Fabrizio De André, dando via al progetto GnuQuartet.

Nel 2019 accompagneranno nei loro rispettivi tour italiani Francesco De Gregori ed Ermal Meta, incontrati in occasione del RisorgiMarche, evento benefico a favore delle zone terremotate ideato da Neri Marcorè.

Luci, stelle e buona musica

A impreziosire una serata già preziosa la cornice del Teatro Rossetti, le cui stelle di tanto in tanto si danno il cambio con le luci sul palco che si fanno di volta in volta palloncini, lampioni o bolle.

Per la foto di copertina si ringrazia Manuel Demori

  • Articoli
Chi sono
Quasi trentenne triestina, laureanda in scienze dell’educazione col sogno di lavorare con minori in difficoltà. Curiosa di natura e sempre pronta a mettersi in gioco con nuove esperienze Appassionata di teatro e soprattutto di musical; di cinema, danza, musica e divoratrice di libri, insomma di qualsiasi forma d’arte
×
Quasi trentenne triestina, laureanda in scienze dell’educazione col sogno di lavorare con minori in difficoltà. Curiosa di natura e sempre pronta a mettersi in gioco con nuove esperienze Appassionata di teatro e soprattutto di musical; di cinema, danza, musica e divoratrice di libri, insomma di qualsiasi forma d’arte
Latest Posts
  • Tony Hadley

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.