EUGENIO BATTISTI A TORINO 1924-1950

di Giuseppa Saccaro Del Buffa Battisti

L’importante libro (xiv-232 pp. con 50 figure e 8 tavole, Leo S. Olschki Editore) dedicato ad Eugenio Battisti raccoglie una serie di autorevoli documenti selezionati da Giuseppa Saccaro Del Buffa, i quali intrecciano le vicende della giovinezza del critico a Torino con la storia culturale e politica della città, durante la Resistenza e agli esordi della rinascita civile.

Pagina dopo pagina si delinea così un ritratto vivace ricco di iniziative, di partecipazione, nel quale il lettore scoverà parte del “grande lavoro” di Battisti. Eugenio Battisti (Torino 1924 – Roma 1989) è stato un critico d’arte e storico dell’arte italiano, la sua storia inizia con la laurea in filosofia nel capoluogo piemontese, allievo di Lionello Venturi, si è dedicato allo studio del “Rinascimento” con numerosi saggi, monografie sulle grandi personalità dell’arte, dedicandosi anche in prima persona all’organizzazione di numerose esposizioni d’arte contemporanea.

Negli anni la sua attività di storico dell’arte e dell’architettura tra l’Europa e gli Stati Uniti, si è sviluppata insegnando presso la Pennsylvania State University, la University of North Carolina, Le Università di Reggio Calabria, Milano, Firenze e, quindi, presso l’Università di Tor Vergata a Roma.

Il presente libro è il secondo della collana “Biblioteca” dell’Istituto di Studi Italiani, fondato da Carlo Ossola nel marzo 2007, diretto da Stefano Prandi, l’Istituto nasce nell’unica Università italofona fuori d’Italia, con l’intento di rafforzarne l’impegno nell’ambito della lingua, della letteratura e della civiltà italiana.

L’Istituto, con sede a Lugano in Svizzera, promuove gli “studi italiani” anche attraverso l’offerta alla cittadinanza di cicli di conferenze, spettacoli teatrali e musicali, trasmissioni radiofoniche e presentazioni di opere.

Attraverso i documenti pubblicati nell’elegante ed essenziale pubblicazione stampata per conto di Leo S. Olschki Editore di Firenze, si coglie l’essenza della critica artistica quale discussione e la valutazione dell’arte visiva, dalla letteratura e politica alla nascita dell’attività teatrale a Torino, passando per il teatro di prosa e il teatro musicale, continuando sul teatro e sull’estetica, sul nuovo curriculum di studi, per concludere con i problemi del teatro contemporaneo.

Eugenio Battisti analizzava attentamente l’arte in un contesto estetico e teorico mediante la bellezza percependo le fondamenta razionali di un’attenta e giusta valutazione.

La casa editrice

La Casa Editrice Leo S. Olschki, che nel 1986 ha compiuto cento anni, costituisce una forza di particolari caratteristiche nel vasto panorama dell’editoria nazionale.

Per lunga tradizione, l’attività si identifica con il settore delle scienze umanistiche nella più vasta accezione del termine. Un campo difficile nel mondo dei libri, con tirature estremamente limitate per una distribuzione lenta nel tempo.

La sigla “dal cuore crociato e diviso”, come la definì Gabriele D’Annunzio, è familiare agli specialisti, agli studiosi, ai bibliotecari di tutto il mondo e ha un particolare significato per gli istituti culturali e le università e da più di un secolo è sinonimo di qualità nel campo delle scienze umane.

L’autrice

L’autrice del libro Giuseppa Saccaro Del Buffa, moglie di Eugenio Battisti, ha collaborato in più occasioni con lo studioso in pubblicazioni (La civiltà delle streghe, Milano, Lerici, 1964; Le Macchine Cifrate di Giovanni Fontana, Milano, Arcadia 1984) e in eventi culturali (tra cui i Congressi della Società Italiana di Studi Utopici).

Ha insegnato Storia della Storiografia Filosofica alla Sapienza. Oltre a saggi sul Medioevo, Rinascimento, Seicento, prospettiva, ha pubblicato: Alle origini del panteismo. Genesi dell’Ethica di Spinoza e delle sue forme di argomentazione, Milano, Franco Angeli, 2004; due opere del cabalista Abraham Cohen Herrera, Epitome y compendio de la logica o dialectica, Bologna, CLUEB, 2002, e La Porta del Cielo, testo spagnolo, con traduzione, introduzione e note, Milano, Neri Pozza Editore, 2010.

Per i tipi di Olschki a curato i seguenti volumi di Eugenio Battisti: Iconologia ed ecologia del giardino e del paesaggio. 2004; Michelangelo. Fortuna di un mito. Cinquecento anni di critica letteraria e artistica. 2012; Contributo ad una estetica della forma. Tesi di laurea in filosofia, 7 luglio 1947-2017.

  • Articoli
Chi sono
Editorialista , La Nouvelle Vague Magazine
Prima o poi scriverò qualcosa …
×
Editorialista , La Nouvelle Vague Magazine
Prima o poi scriverò qualcosa …
Latest Posts

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.