Oggi, sabato 25 novembre, alle ore 20 nella Sala Grande del Teatro Miela si svolgerà la Cerimonia ufficiale di Premiazione della XXXII edizione del Festival del Cinema Latino americano di Trieste in cui verranno resi noti Premi e relative motivazioni delle Giurie.

Alla Cerimonia parteciperanno l’Assessore alla Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia, Gianni Torrenti; l’Assessore alla Cultura del Comune di Trieste, Giorgio Rossi, il Magnifico Rettore dell’Università di Trieste Maurizio Fermeglia il Console del Cile a Trieste Alessandro De Pol, il Console del Perù a Trieste Alessio Semerani, l’addetto culturale dell’Ambasciata del Cile in Italia Antonio Arévalo.

La Cerimonia di Premiazione è aperta al pubblico.

A seguire:

Cabros de mierda

di Gonzalo Justiniano (Cile, 2017)

ore 21.00 circa

(questa proiezione segue la Cerimonia di premiazione)

Un film accolto con entusiasmo da pubblico e critica durante il recente Festival del cinema di Roma.

Cile, 1983. Gladys, 32 anni, vive a “La Victoria”, una sorta di ghetto dei confinati politici a Santiago, in piena dittatura di Augusto Pinochet. Vive con la madre e la sua bambina, ingegnandosi a sbarcare il lunario e senza mai perdere speranza e allegria.

Un giorno arriva tra loro Samuel Thompson, missionario del Nord dell’America, per predicare la pace e il progresso.

Scoprirà la crudeltà dei controlli polizieschi e il buio della dittatura, che comincia a documentare fotografando.

Un film crudo, che tuttavia non dimentica la delicatezza, che si fa attraversare dall’amore, dalla lotta e dalla tensione verso un futuro diverso, libero e felice.

 Programma dei film DOMENICA 26 NOVEMBRE 2017 nelle due sale del Teatro Miela

Una settimana intensa di proposte si conclude offrendo la visione dei film premiati dalle Giurie. A questi si aggiungono alcuni altri film, ultima tranche del nutrito programma del  Festival nella sua edizione numero XXXII.

SALA GRANDE

FILM VINCITORI DEL XXXII FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANO DI TRIESTE

ore 11.00

Miglior Film – CONTEMPORANEA CONCORSO 

ore 16.00

Premio Miglior Regia – CONCORSO UFFICIALE

ore 18.00

Premio Speciale della Giuria – CONCORSO UFFICIALE

ore 20.00

Primo Premio – CONCORSO UFFICIALE

ore 22.00

Premio del Pubblico

SALA BIRRI

ore 15.30

CONTEMPORANEA FUORI CONCORSO     

El maíz en tiempos de guerra di Alberto Cortés

Messico, 2016 – 87 min.

ore 17.00

RETROSPETTIVA A IGNACIO AGÜERO      

El otro día di Ignacio Agüero

Cile, 2012 – 120 min. (lingua ESP, sott. ENG)

Documentario. I racconti che nascono in una casa di Santiago del Cile sono interrotti da sconosciuti che suonano il campanello, entrando nel film.

20.00

PREMIO MALVINAS        

Resurrección di Eugenio Polgovsky

Messico, 2016 – 94 min.

22.00

FILM PREMIATO – PREMIO MALVINAS

 

ALCUNI SPUNTI SUI FILM DELLA SALA BIRRI: LE ULTIME CHICCHE DEL FESTIVAL

ore 15.30

CONTEMPORANEA FUORI CONCORSO     

El maíz en tiempos de guerra di Alberto Cortés

Messico, 2016 – 87 min.

Questo imperdibile documentario è una chicca di cultura materiale.

25 novembreRacconta, seguendo la stagionalità, il percorso del mais in quattro diversi appezzamenti, seguiti da tre famiglie indigene in tre stati del Messico: Chiapas, Oaxaca e Jalisco.

Il mais è elemento ancestrale nella cultura messicana: alimento basico, da cui nasce il pane quotidiano messicano ossia la deliziosa tortilla, ma anche elemento fortemente simbolico e legato alle origini precolombiane in cui uno degli dei più venerati era proprio il dio del maiz.

Il film ci accompagna in un viaggio colturale e culturale in cui si parte dalla terra per arrivare alle fasi di trasformazione, tutte operate manualmente all’interno delle famiglie e delle comunità.

Al centro della narrazione e la ferma volontà indigena nel preservare questa coltura, e la sua biodiversità (mais bianco, giallo, rosso e blu) e nel rifiutare le sementi OGM che vengono persino regalate ai campesinos per alimentarne la diffusione.

La guerra a cui si allude è anche questa: contro gli OGM, contro l’inquinamento e le migrazioni forzate.

Il progetto del film è stato sostenuto dalla UNAM (Universidad Nacional Autonoma de México).

ore 17.00

RETROSPETTIVA A IGNACIO AGÜERO      

El otro día di Ignacio Agüero

Si conclude con questa proiezione la Retrospettiva dedicata al noto documentarista cileno Ignacio Agüero, presente a Trieste per l’intera durata del Festival.

“La pellicola è stata interamente girata a casa mia, a Santiago” dice il regista “con lo scopo di dedicare il film alla luce, ai suoi mutamenti, al suo potere di illuminare e anche cambiare le cose”. E continua “la casa diventa il palcoscenico della luce, ma anche delle relazioni perché in una casa ogni tanto qualcuno bussa alla porta e, in quel momento, entra nel film”.

ore 20.00

Resurrección di Eugenio Polgovsky    

Messico, 2016 – 94 min.

Un documentarlo shock che racconta una delle meraviglie del mondo, la cascata de El Salto nello stato di Jalisco, in Messico, alimentata dal fiume Santiago, che è oggi diventato un ricettacolo di scorie e schiuma. A vederlo, in alcuni tratti, sembra una lavatrice in esplosione. Immagini scioccanti e reali, purtroppo. Compresi i danni sanitari alle popolazioni locali. Che tuttavia non si rassegnano.

Il documentario è stato promosso e sostenuto da Greenpeace International.

Greenpeace sarà presente alla proiezione.

Sarà presente in sala la produttrice del documentario, Mara Polgowsky, che dopo la proiezione incontrerà il pubblico.

Ricordiamo infine che la MOSTRA FOTOGRAFICA “Trieste latina (americana)” di Fulvio Rubesa proseguirà al Teatro Miela per l’intera durata del Festival.

Ingresso libero dalle 12.00 alle 13.00 oppure accedendo alla visione dei film.

Questo è un comunicato stampa, pertanto le immagini sono fornite dall’Ufficio Stampa dell’artista/manifestazione. Si declina ogni responsabilità riferibile ai crediti e riconoscimento dei relativi diritti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.