Che cosa significa essere “Fuori Posto”? È la domanda che la cooperativa sociale Eureka e l’associazione Fuori Contesto hanno fatto agli allievi di alcune scuole romane nel territorio del IV Municipio. Dalla riflessione su questo concetto è nato il festival “Fuori Posto”, appunto, che da febbraio ad aprile prevede una serie di spettacoli e workshop per sensibilizzare giovani e meno giovani sul tema della disabilità e dell’inclusione sociale.

Quattro scuole – di cui due elementari, una media e una superiore – hanno provato a ragionare su cosa vuol dire essere fuori posto attraverso vari laboratori: dall’autonarrazione (per le scuole primarie) alla clownerie, alla danceability (per le medie e superiori), ciascuno ha provato a dare il suo significato. E se per i bambini essere fuori posto assume connotati legati alla paura del rimanere soli, per i ragazzi più grandi, invece, “fuori posto” è un concetto correlato al corpo e al non sentirsi perfetti.

I laboratori che si sono svolti in questi mesi negli istituti I.C. “Gandhi”, “Perlasca” e “Sibilla Aleramo” confluiranno nello spettacolo collettivo “Io sono fuori, tu sei a posto?” che si terrà venerdì 27 marzo alle 18 al Centro Culturale Aldo Fabrizi. In quell’occasione saranno ospiti la danzatrice Erica Brindisi e i Fuori Contesto, anche loro invitati ad interrogarsi sul significato di sentirsi “fuori posto”.

Evento collaterale alla manifestazione è la mostra Scatti fuori posto, allestita  dall’8 al 29 marzo alla stazione metro Ponte Mammolo. Venti sono le foto – realizzate dai reporter Fausto Podavini e Maria Cardamone – che catturano momenti di spettacolo e backstage dell’edizione della scorsa estate del festival.

«Attraverso la presenza nelle scuole e negli spazi urbani siamo voluti andare incontro al passante per sorprenderlo e farlo riflettere sul tema della disabilità vista con gli occhi dell’arte» – ci spiega Emilia Martinelli, direttrice artistica del festival.

La manifestazione, giunta alla II edizione, è realizzata con il sostegno economico dell’Assessorato alla Cultura e Turismo di Roma Capitale e in collaborazione con la Regione Lazio e il Municipio Roma IV.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.lanouvellevague.it/home/wp-content/plugins/ultimate-author-box/inc/frontend/uap-shortcode.php on line 119
style=”display:none;”>
Author Details
Giornalista pubblicista, collabora da qualche anno con diverse testate nazionali di cultura e spettacolo. Si è laureata all’Università del Salento in Scritture Giornalistiche e Multimedialità, dopo aver conseguito la laurea triennale in Scienze della Comunicazione. Si interessa in modo specifico alla scena musicale indie italiana attraverso le interviste ai protagonisti e i concerti. Appassionata di fotografia, frequenta corsi e partecipa a workshop. Il genere prediletto è il fotogiornalismo, oggetto, fra l’altro, della tesi di laurea specialistica. Nell’ultimo periodo si accosta anche alla fotografia di spettacolo documentando attraverso le immagini le esibizioni dal vivo in tutta la provincia leccese.
×
Giornalista pubblicista, collabora da qualche anno con diverse testate nazionali di cultura e spettacolo. Si è laureata all’Università del Salento in Scritture Giornalistiche e Multimedialità, dopo aver conseguito la laurea triennale in Scienze della Comunicazione. Si interessa in modo specifico alla scena musicale indie italiana attraverso le interviste ai protagonisti e i concerti. Appassionata di fotografia, frequenta corsi e partecipa a workshop. Il genere prediletto è il fotogiornalismo, oggetto, fra l’altro, della tesi di laurea specialistica. Nell’ultimo periodo si accosta anche alla fotografia di spettacolo documentando attraverso le immagini le esibizioni dal vivo in tutta la provincia leccese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.