Da 67 anni il Festival di Lubiana ogni estate contribuisce significativamente al panorama culturale della capitale slovena proponendo un programma di eventi accuratamente selezionati e spaziando in diversi ambiti musicali. Nel corso degli anni Lubiana ha così ospitato molti nomi illustri del mondo della musica che hanno entusiasmato spettatori locali e internazionali.

La 67a edizione del Festival di Lubiana vedrà esibirsi il tenore e direttore d’orchestra Plácido Domingo, la Martha Graham Dance Company, il pianista Ivo Pogorelić, l’Atterballetto, l’Orchestra sinfonica della Radio di Monaco, l’Orchestra del Teatro Mariinskij con il pianista Rudolf Buchbinder, la prima ballerina Svetlana Zakharova, l’Orchestra sinfonica d’Israele con Zubin Mehta e tantissimi altri artisti.

Per la prima volta in Slovenia, il famoso tenore Plácido Domingo assumerà il ruolo di direttore d’orchestra.

Nel corso della sua lunga carriera, il celebre musicista, insignito di numerosi dottorati honoris causa e Grammy, ha interpretato ben 150 ruoli tenorili – un’impresa che nessuno tenore è mai riuscito a compiere.

Conosciuto nel mondo soprattutto come membro dei famosissimi Tre tenori, negli ultimi tempi si sta affermando anche come direttore d’orchestra. A Lubiana dirigerà l’epocale opera di Verdi, la Messa da Requiem, uno dei più belli e pregiati tesori della letteratura musicale. Come solisti si presenteranno la soprano Elvira Hasanagić, la mezzosoprano Violeta Urmana, il tenore Arturo Chacón-Cruz e il basso-baritono Marko Mimica, accompagnati dal Coro e dall’Orchestra della Filarmonica slovena e dal Coro del Teatro dell’opera e del balletto SNG Lubiana. (17 giugno alle 20.00, Cankarjev dom)

Il 67o Festival di Lubiana sarà solennemente inaugurato dall’opera Aida, che Giuseppe Verdi compose per celebrare l’apertura del Canale di Suez nel 1871.

Diretta dal maestro Ivo Lipanović, questa grandiosa opera verrà eseguita dall’Orchestra della Filarmonica slovena e dai cori del Teatro nazionale croato HNK Spalato e del Teatro dell’opera e del balletto SNG Maribor. Con la regia di Dražen Siriščević saranno protagonisti numerosi solisti di fama internazionale. (2 luglio alle 21.30, Kongresni trg)

La compagnia di danza Martha Graham Dance Company fu fondata nel 1926 negli Stati uniti d’America da Martha Graham, celebre danzatrice e coreografa, che considerava il ballo la lingua segreta dell’anima. Una delle più grandi artiste del XX secolo ha influenzato lo sviluppo della danza moderna e la sua compagnia continua a riscuotere grandi successi nel mondo della danza. (4 luglio alle 20.00, Križanke)

A luglio salirà sul palcoscenico della sala centrale del Cankarjev dom il pianista di fama mondiale Ivo Pogorelić. Sebbene sono molti i critici che lo considerano eccentrico e capriccioso, la sua maestria tecnica e le sue interpretazioni ardite conquistano il pubblico in tutto il mondo. Pur avendo suonato su tutti i palchi principali del mondo e collaborato con le maggiori orchestre e i più noti direttori, ritorna sempre volentieri in Slovenia, dove in questa occasione si esibirà con l’Orchestra sinfonica della RTV Slovena. (10 luglio alle 20.00, Cankarjev dom)

Un soprano tra i più versatili ed espressivi, Elena Mosuc, e il principale baritono statunitense Thomas Hampson si presenteranno in un concerto di arie d’opera, accompagnati dall’Orchestra della Filarmonica Slovena, diretta dal maestro romeno Nicolae Moldoveanu. (11 luglio alle 20.00, Cankarjev dom)

L’Atterballetto è una compagnia di danza moderna fondata nel 1979 da Vittorio Biagi. È una delle principali organizzazioni di danza in Italia e la prima compagnia di balletto stabile al di fuori dei teatri dell’opera. I suoi spettacoli sono rappresentati su palchi prestigiosi in tutto il mondo e si distinguono per la capacità di adattarsi a vari generi musicali, dalla musica classica alla musica pop e al jazz.  (16 luglio alle 20.00, Križanke)

Diretti dal maestro Ivan Repušić si esibiranno l’Orchestra sinfonica della Radio di Monaco e il Coro della Radio bavarese. L’orchestra, che dal 2017 è condotta dal direttore croato Ivan Repušić, collabora con artisti rinomati ed è ospite regolare di festival prestigiosi. Il Coro della Radio bavarese è stato fondato nel 1946 e dal 1950 in poi è strettamente legato all’Orchestra sinfonica della Radio di Monaco. Condotto da vari direttori illustri, il coro si è esibito in numerosi festival musicali in tutta l’Europa. (17 luglio alle 20.00, Cankarjev dom)

Il musical Il demone di Onegin rappresenta un nuovo fenomeno che coniuga l’arte moderna con la tradizione del teatro russo e gli elevati standard di Broadway. Del tutto particolare è l’aspetto 3D, che conferisce al musical una dimensione cinematografica. Lo spettacolo svela i sentimenti umani più profondi, senza incorrere in stereotipi o cedere alla censura. (19 e 20 agosto, Križanke)

Il maestro e Margherita è uno dei romanzi più famosi e controversi del Novecento che, a causa della censura, fu pubblicato solo diversi anni dopo la morte dell’autore Michail Bulgakov.

Il primo ad aver tentato di adattarlo alla forma del musical è stato il celebre Andrew Lloyd Webber, che però dopo un anno ha abbandonato tale impegnativo progetto. A ideare il musical sono stati poi i migliori artisti russi, creando uno spettacolo indimenticabile che, grazie alla scenografia 3D, gli effetti olfattori e l’atmosfera drammatica, trascina lo spettatore nel centro della storia. La nota diabolica dello spettacolo è sottolineata dall’impiego di 6 compositori, 6 librettisti, 66 attori e 666 costumi.

Gli artisti che hanno collaborato a questo spettacolo sono riusciti a creare un intreccio di fantasia e realtà e, adoperando un avanzato approccio tecnologico, condurre lo spettatore attraverso il labirinto delle passioni umane, svelando alcuni aspetti celati del grande romanzo. (22 e 23 agosto, Križanke)

Ritorna al Festival di Lubiana l’Orchestra del Teatro Mariinskij, una delle più antiche orchestre russe. Il maestro Valerij Gergijev, che condurrà il concerto, collabora con l’orchestra dal 1978, mentre dal 1996 è anche il suo direttore artistico e generale. Il programma della prima serata includerà la versione concertistica dell’opera Lucia di Lammermoor, composta dal celebre operista romantico Gaetano Donizetti. Ad accompagnare i solisti sarà il Coro del Teatro dell’opera e del balletto SNG Lubiana. (26 agosto alle 20.00, Cankarjev dom)

Durante il secondo concerto dell’Orchestra del Teatro Mariinskij si esibirà anche il pianista austriaco Rudolf Buchbinder, conosciuto per le sue eccellenti interpretazioni di Ludwig van Beethoven. Nell’arco della sua lunga carriera il pianista ha collaborato con numerose orchestre in tutto il mondo, costruendo così un vasto repertorio che comprende opere per pianoforte dal barocco alla modernità. Dal 2007 è anche direttore artistico del rinomato Grafenegg Festival. (27 agosto alle 20.00, Cankarjev dom)

L’Orchestra sinfonica di Shenzhen, città cinese che a sud confina con Hong Kong, è stato fondata nel 1982. È considerata una delle migliori orchestre cinesi ed esegue molti concerti anche all’estero. A Lubiana sarà diretta dal maestro Day Lin, vincitore del Concorso internazionale di direzione d’orchestra “Georg Solti” a Francoforte nel 2012. Ha studiato a Berlino nella classe del professor Christian Ehwald, che insieme a Uroš Lajovc è responsabile della direzione artistica dell’Orchestra sinfonica di Shenzhen. (4 settembre alle 20.00, Filarmonica Slovena)

Al Festival di Lubiana arriva la prima ballerina del Teatro Bol’šoj e la star del corpo di ballo della Scala di Milano Svetlana Zakharova. Sul palco del teatro estivo Križanke eseguirà, insieme ad amici, le più belle coreografie dell’intramontabile repertorio ballettistico. (5 settembre alle 20.30, Križanke)

Il 67o Festival di Lubiana si concluderà con il concerto della  Filarmonica israelita, senza dubbio una delle più prestigiose e ferrate orchestre al mondo. Fondata nel 1936 da Bronislav Huberman, il suo primo concerto fu diretto da Arturo Toscanini. La Filarmonica israelita si è esibita sui palchi e nei festival più importanti di tutto il mondo. All’età di diciotto anni, uno dei più celebri direttori d’orchestra al mondo Zubin Mehta ha abbandonato gli studi di medicina per dedicarsi esclusivamente alla musica. Oggi è direttore musicale del Maggio Musicale Fiorentino, direttore musicale della Filarmonica israelita e direttore onorario di numerose prestigiose orchestre. (5 settembre alle 20.00, Cankarjev dom)

Maggiori informazioni e biglietti su www.ljubljanafestival.si.

Informazioni / Relazioni pubbliche

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.