“Una playlist rivoluzionaria”

Con la bella traduzione di Clara Serretta, le coloratissime ed evocative illustrazioni di Martin O’Neil, l’editore Gallucci ha dato alle stampe, nella collana “Indispensabili”, un divertente e sperimentale gioco musicale ricco di abili esortazioni, per appassionare i giovani attraverso 72 pagine alla musica classica.

Un genere sicuramente colto, avente radici nel contesto della cultura occidentale che abbraccia un arco di tempo che comincia dall’XI secolo e si estende fino al XX secolo. Un linguaggio in cui l’espressione è intesa nel suo significato più esteso in opposizione a “musica leggera o popolare” ma non per questo ostico agli adolescenti.

Una guida, un aiuto, un suggerimento, per scoprire ed assaporare la musica composta dai grandi compositori del passato che hanno segnato un’epoca e sono entrati nell’immortalità artistica. Grazie ad un uso terminologico ben spiegato, la pubblicazione dona una visione esaustiva e sicuramente “pop” sui vari stili e generi della musica classica.

Nella sua avvincente introduzione il pianista James Rhodes presenta i geni ribelli che hanno creato i più grandi capolavori e svela come ogni brano presente oggi sui nostri telefonini sia esclusivamente merito loro.

Un libro accattivante, intelligente con una grafica che ispira fin da subito simpatia per lasciarsi trasportare all’ascolto della playlist gratuita online alla scoperta di un mondo magico in tutte le sue molteplici sfumature dell’anima.

Si parte da Bach “il padrino” per passare da Mozart “l’uomo magico” saltando a Beethoven “la vera rockstar”, e poi Chopin “l’uomo notturno”, Schubert “il piccolo fungo”, Rachmaninov “un metro e ottanta di cipiglio”, Ravel “colpisci e semina il panico” arrivando all’orchestra, alla storia musicale classica nei secoli, alle origini e all’affermazione.

Si seguono i percorsi delle varie fasi: musica medievale, barocco, rinascimento, classicismo, romanticismo, impressionismo, musica moderna, musica contemporanea concludendo con un ricco glossario adatto a descrivere la nobile arte della “musica classica”.

Un regalo senza dubbio gradito! Un libro consigliatissimo!

L’autore del libro, James Rhodes, è un pianista britannico nato a Londra nel 1975. Ha studiato pianoforte in giovanissima età, e ha continuato a livello professionale dall’età di tredici anni. Durante questo periodo è apparso ad un concorso della BBC per giovani musicisti senza superare il secondo turno.

Tuttavia, nel 1993 ha ricevuto una borsa di studio presso la “Guildhall School of Music and Drama”, che gli ha permesso di continuare i suoi studi di pianoforte. La sua carriera musicale ha decollato quando aveva ventotto anni e nel 2009 ha pubblicato il suo primo album “Razor Blades, Little Pills and Big Pianos”. Un anno dopo ha pubblicato il suo secondo album ed è diventato il primo musicista di pianoforte classico a firmare per l’etichetta rock Warner Bros. Records.

È anche un popolare blogger per “The Telegraph” e per “The Guardian”. Ha pubblicato il libro autobiografico nel 2015 dal titolo “Instrumental: A Memoir of Madness, Medication and Music”, nel 2016 ha dato alle stampe “How to Play the Piano” e nel 2018 “Fire on all Sides”.

  • Articoli
Chi sono
Editorialista , La Nouvelle Vague Magazine
Prima o poi scriverò qualcosa …
×
Editorialista , La Nouvelle Vague Magazine
Prima o poi scriverò qualcosa …
Latest Posts
  • I ballets russes di Diaghilev tra storia e mito
  • Café-chantant

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.