Madrearte Teatro e Dea srl

Presentano

Il passaggio

 

Scritto e diretto da Antonio Diana, ed in scena al Teatro Millelire di Roma fino al prossimo 13 Ottobre, Il Passaggio è uno spettacolo carico di atmosfere intimistiche dedicate all’arte.

La scelta narrativa pensata da Antonio Diana e messa in opera con intelligenza e talento da Mariano Riccio, Mario Piana , Arianna Luzi e Antonio Diana stesso, risulta complessa ed impegnativa.

Un teatro che rischia la demolizione è il palco “ufficiale”.

Un palcoscenico di vite vissute sono la storia vera, il teatro nel teatro.

Scenografia semplicissima, quattro bare bianche che diventano porte, simbologia di un passaggio quotidiano ed in ultimo infinito.

Uno spettacolo dedicato all’arte dicevamo, perché, fra le storie che ognuno dei quattro protagonisti interpreta c’è una visione dell’arte che diventa viaggio, che attraversa se stessi, che ci impone di non essere spettatori passivi di una vita che ci reclama.

Che ci chiede di “comunicare in un universo in cui tutto è comunicazione”.

Sono temi forti quelli che accompagnano la vita dei quattro attori che lottano per non vedere frantumato il loro progetto vita, soppiantato da un freddo parco commerciale.

L’omosessualità, la droga, la ricerca dell’anima e del senso nella vita.

Belle le scene corali che giocano su un attento intreccio di voci e musiche ( musiche originali di Lino Cannavacciuolo e Mariano Bellopede) .

Coraggioso il monologo dello stesso Antonio Diana dedicato a San Francesco e alla sua rivoluzionaria capacità di accoglienza ed abbattimento di inutili barriere.

Ci si potrebbe chiedere il perché di un taglio così duro per comunicare l’essenzialità della capacità di ascolto.

Forse perché è  l’arte stessa che esige orecchie più attente.

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.lanouvellevague.it/home/wp-content/plugins/ultimate-author-box/inc/frontend/uap-shortcode.php on line 119
style=”display:none;”>
Author Details
Conservare lo spirito dell’infanzia dentro di sé per tutta la vita vuol dire conservare la curiosità di conoscere il piacere di capire la voglia di comunicare. – Bruno Munari – Insegnante di scuola dell’infanzia per passione, amo ripetermi che leggere fra le righe dell’arte sia una forma di comunicazione privilegiata della quale i bambini sono i veri maestri. Laureata in Scienze dell’Educazione con una Tesi dedicata al confronto fra i modelli mass mediali in relazione alla multicultura e alla multireligiosità in una prospettiva interculturale, scelgo di perfezionarmi successivamente proprio in Educazione Interculturale, convinta che saper guardare sempre “oltre”, osservare attentamente e ascoltare con curiosità, siano una buona chiave di lettura per stare al passo con questo mondo che non si ferma mai, proprio come i bambini ai quali dedico il mio lavoro. Proprio come l’Arte, alla quale dedico il mio entusiasmo.
×
Conservare lo spirito dell’infanzia dentro di sé per tutta la vita vuol dire conservare la curiosità di conoscere il piacere di capire la voglia di comunicare. – Bruno Munari – Insegnante di scuola dell’infanzia per passione, amo ripetermi che leggere fra le righe dell’arte sia una forma di comunicazione privilegiata della quale i bambini sono i veri maestri. Laureata in Scienze dell’Educazione con una Tesi dedicata al confronto fra i modelli mass mediali in relazione alla multicultura e alla multireligiosità in una prospettiva interculturale, scelgo di perfezionarmi successivamente proprio in Educazione Interculturale, convinta che saper guardare sempre “oltre”, osservare attentamente e ascoltare con curiosità, siano una buona chiave di lettura per stare al passo con questo mondo che non si ferma mai, proprio come i bambini ai quali dedico il mio lavoro. Proprio come l’Arte, alla quale dedico il mio entusiasmo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.