Ad inaugurare la trentesima edizione del Trieste Film Festival è il film di Werner Herzog e Andre Singer “Meeting Gorbachev” già presentato con successo al Toronto International Film Festival 2018.

E’ stata inaugurata ieri al Politeama Rossetti di Trieste la edizione numero 30 del Trieste Film Festival, nato subito dopo la caduta del muro di Berlino.

Per festeggiare questo avvenimento gli organizzatori hanno pensato bene di omaggiare con l’ingresso gratuito tutti i nati dopo lo storico avvenimento. La sala si è quindi riempita di giovani e giovanissimi che hanno avuto modo di studiare o approfondire un pezzo di storia recente.

Gorbachev: vedi alla voce “cambiamento”

Ci sono voluti sei mesi per concludere le tre interviste che Werner Herzog fa a Gorbachev anche a causa del precario stato di salute del ex leader dell’URSS. Ripercorrendo quindi la vita dell’uomo ripercorriamo anche alcuni passaggi tra i più importanti del XX secolo.

Pensando a Gorbachev vengono in mente due parole: perestrojka e glasnost. Quando alcuni nostri politici si sperticano euforicamente nella portata storica del proprio lavoro evidentemente non sanno cosa ha rappresentato Gorby, come affettuosamente lo chiamavano gli europei, per l’Unione Sovietica e per il mondo intero.

In realtà in patria molti lo considerano un traditore che ha causato la disgregazione dell’URSS, sicuramente molto più amato in Occidente dove è sempre stato visto come l’uomo che ha portato la democrazia dove non c’era mai stata.

Tuttavia a lui, ed a Reagan, tutti noi dobbiamo la fine della guerra fredda (anche se gli americani se ne assumono la paternità) e la parziale denuclearizzazione del potenziale bellico russo. In poche parole pericolo scampato, almeno per ora.

Il film è un gioiellino che andrebbe proiettato in tutte le scuole perché racconta con sapienza ed umanità una storia, anzi LA storia. Herzog non fa nulla per celare la sua stima per l’uomo politico e di rimando Gorbachev non mette nessuna maschera, è se stesso con tutto il suo carisma, la sua lucidità e la sua bontà d’animo.Un gigante paragonato agli statisti di oggi.

Trieste Film Festival 2019 – Inaugurazione – Foto di Fabrizio Caperchi

Si riprende questa mattina con gli incontri con gli autori. Il programma completo qui.

  • Articoli
Chi sono
Racchiude in sé mille passioni legate a tutto ciò che l’uomo produce, inventa e ricrea; è quello che si può definire un “animale sociale”. Fotografo raffinato, con la sua inseparabile macchina fotografica, congela gli istanti per estrapolarli dalla realtà e condurli in una dimensione altra, sublime. Il suo motto è “Un giorno senza un sorriso è un giorno perso (C.Chaplin)”
×
Racchiude in sé mille passioni legate a tutto ciò che l’uomo produce, inventa e ricrea; è quello che si può definire un “animale sociale”. Fotografo raffinato, con la sua inseparabile macchina fotografica, congela gli istanti per estrapolarli dalla realtà e condurli in una dimensione altra, sublime. Il suo motto è “Un giorno senza un sorriso è un giorno perso (C.Chaplin)”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.