Quarto appuntamento con la Stand Up Comedy allo Spazio Diamante di Roma.

La rassegna gestita da Altra Scena Art Management sta riscuotendo successo a Roma in questo nuovo spazio nel cuore del Pigneto.

Il 17 marzo salirà sul palco Daniele Fabbri con il suo nuovo spettacolo INFARTO CESAREO

Un anno impegnativo per Daniele Fabbri: il Social Comedy Club una volta al mese al Teatro Trastevere e un live tutto tuo allo Spazio Diamnte.

Fosse questa la parte impegnativa dell’anno! Nonostante sia assolutamente un lavoro tosto e metodico, salire sul palco è praticamente il mio divertimento più grande! A volte prima di andare a dormire mi metto a ripassare le battute invece di giocare ai videogiochi. Devo farmi curare.

Come è andata l’esperienza del Social e cosa prevedi per il live del 17 marzo.
Daniele Fabbri
Daniele Fabbri

Il sesto anno del Social è in dirittura d’arrivo con un esperimento teatrale del tutto nuovo, il 17 marzo invece prevedo una piccola ma importante rinascita, per quanto mi riguarda. Questo monologo è l’atto finale di un percorso personale su cui ho lavorato per anni, e che è passato per altri due precedenti spettacoli (“Trentatré Trentenni” e “Il Timido Anticristo”), per motivi che però conosco solo io e che, siccome odio i “pipponi”, vi risparmio.

Infarto Cesareo. Titolo bizzarro.. da dove nasce?

Dalla volontà di giocare con il trauma. Da qualche tempo mi sono accorto che le cose che ricordo maggiormente del mio passato sono le brutte figure. Situazioni a volte innocenti e a volte molto serie, che mi hanno in qualche modo traumatizzato; hanno contribuito ad aumentare le mie insicurezze personali e sono al contempo stupide e ridicole. In questo monologo racconto questi “traumi” dal punto di vista di uno che se mi vedesse mi prenderebbe in giro!

Cosa si deve aspettare il pubblico da questo nuovo spettacolo

Quello che propongo sempre: un’ora di risate variegate e non convenzionali, un po’ di satira per intrigarci e un po’ di stupidaggini per alleggerirci, pensa che a un certo punto faccio letteralmente le capriole!

Sei autore di Fumetti Satirici. C’è in cantiere qualche altro lavoro?

La raccolta di “Quando c’era LVI”, l’uscita a fine anno de “Il Piccolo Fuhrer”, e un altro progetto che unirà fumetto e standup comedy, di cui ora non posso anticipare nulla (ha a che fare con il mio passato da parrocchiano, ma io non vi ho detto niente!)

Ci è sfuggito qualcosa? Ci sono altri lavori a cui ti stai dedicando?

Daniele FabbriSto lavorando al fianco di Giorgio Montanini che è presenza portante nel programma NEMO su Rai2, sto facendo una cosa fichissima per la terza edizione di CCN con Saverio Raimondo su Comedy Central, porterò qualche monologo in un nuovo programma di Standup sempre su Comedy Central, ma più di tutto sto preparandomi per andare ad esibirmi in inglese al Fringe di Edimburgo!

Lo scorso gennaio mi sono esibito in una serie di open mic in Inghilterra ed è stato pazzesco! Non vedo l’ora!

Ci era sfuggita tanta roba allora… ma sappiamo che non sarai solo sul palco dello Spazio Diamante. Con te due signore che si sono avvicinate da qualche anno alla Stand Up Comedy. Ce le presenti?

Apriranno lo spettacolo Michela Giraud e Martina Catuzzi, due giovani e bravissime comiche che fanno parte della “giovane generazione” della standup comedy italiana, con cui condivido la passione per il teatro (Martina) e per la mortadella (Michela). Da qualche tempo c’è sempre un “giovane” che mi contatta per aprire i miei spettacoli in giro per l’italia, stavolta le ho contattate io, perché voglio provare per una volta in vita mia quello che di solito prova Pippo Baudo.

In una frase, cosa è per te la Stand Up Comedy.

Una persona che sale sul palco da sola e cerca di trovare il lato divertente della storia.

Un genere che si sta affermando, con fatica, anche nel nostro Paese. Per accelerare il processo di popolarità della Stand Up, cosa bisognerebbe fare?

La televisione sta facendo quello che può, considerando la realtà della tv italiana, e comunque io non ci punto troppo. Sull’internet italiano spopola la standup comedy straniera perché è già ad un alto livello di forma e contenuti. Servirebbe un vero contenitore/distributore su web che lavori sulla forma, e intanto tutti i comedian e aspiranti tali si concentrano sulla qualità dei contenuti.  Inoltre, bisognerebbe smettere di confondere la Standup Comedy con la satira, che purtroppo rallenta molto tutto il processo.

Un saluto ai nostri lettori e un invito ad Infarto Cesareo

Ciao a te che stai leggendo (tanto gli altri lettori non li conosci), se verrai il 17 Marzo a Spazio Diamante porta degli amici, perché girerò il video per fare il DVD e più gente c’è, più risate entreranno nei microfoni delle telecamere!

Le immagini per l’intervista sono fornite dall’Ufficio Stampa dell’artista/manifestazione. Si declina ogni responsabilità riferibile ai crediti e riconoscimento dei relativi diritti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.