La mafia uccide solo d’estate. Capitolo secondo”. PIF super ospite a Link

1104

“La mafia uccide solo d’estate: capitolo secondo” ha debuttato giovedì sera su RaiUno con ottimi ascolti.

Pochi giorni fa il suo creatore, PIF (Pierfrancesco Diliberto), creatore prima di tutto dell’omonimo film che ha dato il via alla serie di successo, è stato ospite nell’area talk di Link- Premio Luchetta incontra.

L’attore, regista ed ex Iena è stato al centro di un incontro-tra i più affollati, ndr- moderato da LaLaura (Rai radio 2) assieme al suo ex collega Iena ed amico Paul Baccaglini.

Pif - Foto Paolo Giovannini
Pif – Foto Paolo Giovannini

Lui è nato nell’ospedale che ha ispirato ER, io sono nato nell’ospedale in cui sono nati i figli di Riina

DUE IENE A PALERMO

I due hanno raccontato la “loro” Palermo, vissuta da entrambi in modi diversi.

Pif ha raccontato di NOMA, un’app che mostra luoghi e storie ‘Nomafia’ realizzata dall’associazione ‘Sulle nostre gambe’ di cui fa parte e creata con alcuni parenti delle vittime di mafia.

Baccaglini ha avuto modo di vivere la città modo differente, da Presidente- seppur per un brevissimo periodo- della squadra di calcio cittadina.

Palermo l’ho vissuta in modo unico, con un ruolo che ti mette in una posizione interessante per tutti.

Ogni cosa che fai e dici si trasforma in simbolo

LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE

Come accennato, il 26 Aprile, ha debuttato il nuovo capitolo della serie che racconta un anno di storia d’Italia e di Palermo.

Questo anche attraverso un racconto ironico e non convenzionale che, come ha detto Pif, smitizza la mafia.

Sono fiero perché non è solo un successo personale, ma simbolo di una lotta, di una rivoluzione culturale

A riguardo il collega Baccaglini ha peraltro affermato

Grazie a Pif è cambiato il dominio della mafia. Devi decidere da che parte stare

PIF, PAUL E I PROGETTI FUTURI

Per quanto riguarda i progetti futuri dei due: il primo sarà dall’altra parte della macchina da presa tra i protagonisti di “Momenti di trascurabile felicità” di Francesco Piccolo per la regia di Daniele Lucchetti

Il secondo porta avanti il lavoro della sua casa di produzione, frutto di una transizione naturale derivante dagli anni di televisione, anni che hanno consentito a Baccaglini di individuare alcuni equilibri

Cosa ha portato a ognuno di voi l’incontro con l’altro?

Oltre al feeling mi ha consentito di partecipare alla visione del mondo di Paul

l’incontro con Pif mi ha permesso di comunicare una serie di valori che facevo fatica a comunicare

Foto: Paolo Giovannini per Premio Luchetta (Pagina Facebook)

  • Articoli
Chi sono
Quasi trentenne triestina, laureanda in scienze dell’educazione col sogno di lavorare con minori in difficoltà. Curiosa di natura e sempre pronta a mettersi in gioco con nuove esperienze Appassionata di teatro e soprattutto di musical; di cinema, danza, musica e divoratrice di libri, insomma di qualsiasi forma d’arte
×
Quasi trentenne triestina, laureanda in scienze dell’educazione col sogno di lavorare con minori in difficoltà. Curiosa di natura e sempre pronta a mettersi in gioco con nuove esperienze Appassionata di teatro e soprattutto di musical; di cinema, danza, musica e divoratrice di libri, insomma di qualsiasi forma d’arte
Latest Posts

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.