La nuova stagione del Teatro Condominio Vittorio Gassman

1645

PROGRAMMA STAGIONE TEATRALE 2015-2016

- Advertisement -

TEATRO CONDOMINIO VITTORIO GASSMAN

 

 

6 NOVEMBRE 2015 – ore 21:00

LA FAMIGLIA CANTERINA

Con le Sorelle Marinetti, Francesca Nerozzi e Jacopo Bruno

Chi conosce il bellissimo repertorio del Trio Lescano sa bene che buona parte delle canzoni vennero interpretate dalle talentuose sorelline magiaro-olandesi assieme alle migliori voci femminili e maschili di quegli anni.

Lo spettacolo va alla riscoperta di quelle voci e di quelle canzoni, per riportare sul palcoscenico nomi leggendari ai tempi dell’E.I.A.R. come, tra gli altri, Silvana Fioresi, Maria Jottini, Lina Termini, Dea Garbaccio, Alberto Rabagliati, Odoardo Spadaro, Enzo Aita, Oscar Carboni, Gianni Di Palma, Alfredo Clerici.   E le canzoni?

Accanto alle più note – “Ma le gambe”, “Baciami piccina”, “Maramao”, “Pinguino innamorato” – verranno spolverati e rimessi a nuovo successi del tempo come “Appuntamento con la luna”, “La famiglia canterina”, “Vieni in riva al mare”, “La-dàdà” e molte altre.

Uno spettacolo che regala a qualunque tipo di pubblico divertimento e ottima musica, con un cast di grandi professionisti. A dar manforte alle splendide Sorelle Marinetti ci saranno infatti due dei colleghi della nuova commedia musicale “Risate sotto le bombe”: la bellissima e bravissima Francesca Nerozzi (Hairspray, Il Vizietto, Full Monty) e il talentuoso Jacopo Bruno (America, Risate sotto le Bombe). Con loro sul palco Christian Schmitz al pianoforte, Adalberto Ferrari al clarinetto e C-melody e Francesco Giorgi al violino.

 

14 NOVEMBRE 2015 – ore 21:00

THE PINK SIDE OF THE MOON

Concerto Tributo ai Pink Floyd con i PUBLIUS ENIGMA

Con fedeltà rigorosa, al limite della ricerca maniacale, i PUBLIUS ENIGMA, tra le migliori tribute band in circolazione, riportano sulla scena suoni, luci e atmosfere oniriche del gruppo psichedelico per eccellenza, che ha lasciato un segno indelebile nella storia della musica.

Questo ambizioso progetto difficilmente imitabile, nato da un’idea ostinata di Franco De Conti, il tastierista della band, è stato studiato per quasi due anni “su misura” dell’originale; coinvolge nove elementi più lo staff tecnico e non si limita ad una apprezzabile esecuzione concertistica, ma è un vero spettacolo multimediale che si avvicina anche scenograficamente agli originali.

Musica, luci, proiettori motorizzati, schermo circolare, laser, effetti speciali. Il tutto, confezionato con un “sound” di elevata qualità, eseguito da musicisti esperti amanti del genere, che impiegano anche strumentazione vintage, originale e tipica di quel periodo classico del rock progressivo. Il repertorio, il light-show, le immagini e l’effettistica sono parallelamente studiati, programmati su ogni passaggio musicale e, per questo, sempre esattamente coordinati e riproducibili.

Progettato per essere “vissuto” più che ascoltato, per esplicite esigenze spettacolari lo show prevede la sequenza di venticinque brani, nei quali avvengono in media una dozzina di cambi scenografici di luci per ogni brano (complessivamente circa trecento), eseguiti dai proiettori motorizzati montati ai bordi dello schermo circolare, sul quale appaiono immagini e filmati. L’impiego complementare di laser ed effetti speciali offre due ore e mezzo di “evasione psichedelica” garantita. C’è spazio per tutti e lo show non vuole soddisfare unicamente gli affezionati del genere ma si rivolge volutamente anche all’ascoltatore più comune e meno esperto.

 

21 NOVEMBRE 2015 – ore 21:00

PRESTIGI

di e con RAUL CREMONA e con GIANLUCA BERETTA – Musiche originali suonate dal vivo

da OMAR STELLACCI

Torna Raul Cremona: un po’ incantatore, un po’ attore, un po’ commediante, un po’ ciarlatano, ma soprattutto mago! Eccolo riapparire per raccontarci del suo primo incontro con la magia e il palcoscenico, portandoci per mano in un mondo fatto di giochi, macchiette, boutades, canzoni e stralunati personaggi con il suo cilindro pieno di magie e incanti, storie di imbroglioni e imbonitori nati da quel teatro povero di cui è figlio eccellente.

Uno spettacolo che diventa un percorso a ritroso nella storia di Raul Cremona: la sua personalissima collezione di tutto ciò che apparteneva ai maghi di un tempo, tentativo magico di ricostruire il passato. E quando il sipario cala, torna ancora una volta per regalarci un ultimo sorriso e rivelarsi per come lo conosciamo tutti: un moderno istrione.

 

28 NOVEMBRE 2015 – ore 21:00

Giancarlo Giannini in

OMAGGIO A MASSIMO TROISI

Uno spettacolo di Gian Paolo Mai – Pianoforte: Alberto Pizzo

In occasione del ventennale della scomparsa del grande attore e regista Massimo Troisi, Gian Paolo Mai, con l’affettuosa collaborazione del Maestro Giancarlo Giannini, propongono uno spettacolo per ricordare la personalità poliedrica di uno dei nostri attori migliori che, con la sua prematura scomparsa, ha lasciato un vuoto incolmabile.

Lo spettacolo vede come protagonista Giancarlo Giannini che ripercorrerà, con la sua presenza e la sua straordinaria voce, il percorso umano e artistico di Troisi. In scena si alterneranno momenti di narrazione e interpretazione, contrappuntati da un’inedita colonna sonora eseguita dal vivo, e da immagini filmiche in una sorta di melologo multimediale che disegna un sentiero su cui scorrerà la carriera artistica di Troisi: dai primi passi della “Smorfia”, ai suoi grandi successi cinematografici. Uno spettacolo che vuole essere un omaggio ed un affettuoso ricordo, grazie a un testo originale scritto da Gian Paolo Mai.

Un evento artistico mai realizzato prima, in cui Giannini sarà affiancato dallo stesso Gian Paolo Mai e dal talento del pianista Alberto Pizzo, che dedicherà alcuni momenti musicali ad un altro grande talento artistico, indimenticabile e sempre presente grazie ai suoi meravigliosi brani: Pino Daniele.

11 DICEMBRE 2015 – ore 21:00

IL PRINCIPE RANOCCHIO – Il Musical

Compagnia BIT

 

Il cast:FROG Marco Caselle – LILIAN Valeria Camici -GERARD Umberto Scida- BASWELIA Lucrezia Bianco – RE Saulo Lucci – SYBILLE Elisa Alberghini – CORTIGIANE/I – Giada Dibisceglia, Giulia Ferrara, Federica Maneo,Andrea Mortarino, Gianluca Multari, Fabrizio Varriale

Benvenuti nel nostro magico stagno…anzi, no! Forse preferite passeggiare tra le mura di un maestoso castello. Il fatto è che due strani individui, il principe Frog e il suo eccentrico amico Gerard, trasformati da un incantesimo, metteranno in subbuglio le certezze di un re e la routine dei suoi cortigiani.

Frog incontra Lilian, un’insolita principessa, e la strega Baswelia, intanto, trama contro ciò che sta per accadere…  Pur essendo ispirato alla breve fiaba dei Fratelli Grimm, la storia nella sua evoluzione risulta essere originale, così come le musiche, moderne e allo stesso tempo con un tocco di classicità che rendono giustizia al contesto della storia. Abbandonerete la vostra fantasia ai colori delle luci e dei costumi e vi lascerete travolgere dalle danze di stravaganti personaggi. Una storia che vi trascinerà fin dalla prima scena in un mondo magico e divertente. Una produzione tutta italiana, uno spettacolo ironico e romantico al tempo stesso, cantato dal vivo e interpretato da un cast eccezionale.

18 DICEMBRE 2015 – ore 21:00

MOTEL FOREST

Magie, Follie & Peripezie di un mancato portiere di notte

di e con Michele Foresta scritto con C. Fois, W. Fontana e Giò Tamborrino

Regia di RENATO SARTI

 

Benvenuti al MOTEL FOREST, dove per motel s’intende uno stato della mente, un porto franco dei sentimenti, un luogo dove, ahimé, ai sogni piacerebbe trasformarsi in realtà, dove tutto è permesso tranne che dormire. Oltre che dall’angosciante e corruttibilissimo portiere di notte, rockstar mancata per incomprensioni col codice penale, il motel è frequentato da pittoreschi ed improbabili personaggi i quali altro non sono che sfaccettature della stessa surreale personalità, tra i clienti più assidui e indesiderati c’è un mago che porta il nome del motel stesso, davanti al quale è stato abbandonato da piccolo, e usa gli avventori come cavie per i suoi empirici e stralunati esperimenti.

Utilizza la sua abilità di sofisticatore del pensiero umano come pretesto per giocare col cinema, con l’arte e col quotidiano, ci capiterà quindi di vederlo alle prese con il kit per diventare il perfetto Drugo del Grande Lebowsky o tentare di restituire il sorriso appena perso dalla Gioconda.

Molti sono i motel che lo hanno ospitato ma pochi quelli che hanno avuto l’onore di superare le due stelle. Di ognuno conserva indelebile nella mente il ricordo dei quadri inquietanti appesi alle pareti, ogni quadro conserva un segreto, una storia o forse lo ha ispirato magicamente. Sarà come visitare un museo dove le opere sono appese sulle pareti della mente, una mente a luce intermittente, proprio come quella dell’insegna del MOTEL FOREST.

15 GENNAIO 2016 – ore 21:00

ANDANDO VIVENDO

Musica, danza, immagini e parole per un emozionante Viaggio intorno al Mondo

con Saule Kilaite & The Invisible Orchestra

La protagonista di questa avventura è la poliedrica Saule Kilaite che, con il suo violino, si muove con disinvoltura nello spazio e nel tempo, proponendo un repertorio di brani appartenenti a varie tradizioni culturali, epoche, stili differenti, eseguendoli in maniera del tutto innovativa. Impreziositi da contaminazioni moderne e arrangiamenti originali, che spaziano dall’Europa all’America Latina, dalle melodie classiche ed etniche alle sonorità pop/rock, dal ‘700 ai giorni nostri, l’itinerario di Saule è davvero senza confini.

Molto più di uno spettacolo musicale, ‘Andando, Vivendo’ è un vero e proprio show multimediale in cui, oltre alla musica, sono protagoniste le suggestive video-scenografie realizzate dal videoartista Roland Tapì, in grado di dare ad ogni brano un impatto emotivo straordinario. Saule, accompagnata dalla sua ‘Orchestra Invisibile’ e dalla complicità artistica della ‘Compagnia TraBallante’, tiene la scena introducendo ogni brano con frammenti poetici, curiosità, aneddoti, creando così un clima di intima interazione col pubblico, letteralmente preso per mano per vivere insieme tale meraviglioso viaggio.

Lo spettacolo ha riscontrato notevole successo, sia in molti teatri e piazze in Italia, sia in svariate parti del mondo. SAULE KILAITE, oltre alla fortunatissima carriera da solista, vanta un nutrito curriculum televisivo e numerose collaborazioni con artisti di fama internazionale quali, ad esempio: Andrea Bocelli, Michael Bublè, Eros Ramazzotti, Laura Pausini, Gianna Nannini, Cesare Cremonini.

23 GENNAIO 2016 – ore 21:00

SING & SWING

con Massimo Lopez e Jazz Company

Massimo Lopez rinnova il proprio repertorio di classici dello swing nel quale rivisiterà le pietre miliari di autori quali Cole Porter, Duke Ellington, Jimmy Van Heusen, Richard Rodgers e molti altri.

Una carrellata di successi che vanno dagli anni 30 agli anni 50, resi celebri da interpreti di grande livello quali Frank Sinatra, Tony Bennet, Sammy Davis jr, arricchiti dall’insuperabile verve di Massimo Lopez. Un amore coltivato per lunghi anni e sbocciato poi grazie alla collaborazione con una delle più prestigiose formazioni jazz e swing italiane, la Jazz Company guidata da Gabriele Comeglio, che segue l’attore nel corso delle sue tournée teatrali da diverse stagioni.

E tra una canzone e l’altra, Massimo Lopez intratterrà il pubblico con divertenti gag, monologhi e le sue irresistibili imitazioni, quelle stesse che negli anni lo hanno portato al grande successo popolare.

 

30 GENNAIO 2016 – ore 21:00

FORBICI E FOLLIA

con Michela Andreozzi, Roberto Ciufoli, Max Pisu e Barbara Terrinoni

e con la partecipazione di Nino Formicola e Nini Salerno

Un bel giorno, la tranquilla vita di pettegolezzi di un parrucchiere e della sua aiutante viene interrotta dall’assassinio della vecchia pianista, che vive al piano di sopra, ed è la proprietaria di tutto l’edificio.

Ma, colpo di scena, tutti i presenti hanno un movente che giustificherebbe il delitto, ed hanno avuto la possibilità di compierlo. E si scopre che, in realtà, due clienti sono poliziotti in borghese e devono arrestare il colpevole…  Come?  Con la collaborazione degli spettatori, che possono risolvere il mistero, grazie a ciò che hanno visto accadere e alle domande che sapranno porre.

Forbici&Follia è uno spettacolo con due nature contrapposte che si rafforzano a vicenda: quella del racconto giallo, che deve portare a capire chi sia l’assassino, e quella della comicità che scaturisce dal gioco di interazione col pubblico, che si appassiona progressivamente nel meccanismo, fino a divenire l’unico possibile giudice.  Uno spettacolo che si avvale di interpreti con la doppia natura della prosa e del cabaret, per poter sostenere il rigore del racconto e  la freschezza dell’improvvisazione.

5 FEBBRAIO 2016 – ORE 21:00

LE DOLENTI NOTE

con la Banda Osiris

 

Capaci di fondere musica, teatro e comicità in una formula che sin dagli esordi ha riscosso successo, i quattro Professori della Banda Osiris si concentrano, nel loro nuovo spettacolo, sul mestiere del musicista.

Del resto, in attività dal 1980, ne hanno di cose da raccontare! Dai palchi teatrali di mezza Italia alle tante trasmissioni televisive (come: “Parla con me” e “Pista!”), più un attivo di ben nove album e due spettacoli usciti in DVD.

Prendendo spunto dall’omonimo libro, pubblicato nel febbraio 2014, la Banda Osiris trasforma lo scritto in un viaggio musical-teatrale ai confini della realtà, raccontando le peculiarità più divertenti e curiose di chi ha deciso di fare, della musica, il proprio mestiere. Con l’abilità mimica, strumentale e canora che li contraddistingue, la satira diventa ironia, divertimento, scherzo provocatorio: dal perché è meglio non diventare musicisti, a come dissuadere i bimbi ad avvicinarsi alla musica.

Altri buffi consigli? Quali strumenti non suonare, e…come eliminare i musicisti più insopportabili! Attraverso musica composta e scomposta, musica da camera e da balcone, passando dai Beatles o da Vasco Rossi, la Banda Osiris tratteggia il ritratto impietoso della figura del musicista: presuntuoso, permaloso, sfortunato, spesso «odiato»! Uno spettacolo spassoso, per tutti i gusti e tutte le età!

12 FEBBRAIO 2016 – ore 21:00

MATTI DA SLEGARE

di Axel Hellstenius

con Giobbe Covatta – Enzo Iacchetti – Regia di Gioele Dix

Dopo due anni in un istituto psichiatrico dove sono diventati amici inseparabili, Elling e Kjell Bjarne vengono mandati dal sistema sanitario a vivere da soli in un appartamento messo a disposizione dal Comune. Dovranno dimostrare di saper badare a loro stessi e di potersi reinserire all’interno della società. Elling, autodefinitosi “cocco di mamma”, ha vissuto perennemente in compagnia della madre, rimasta vedova nelle ultime due settimane di gravidanza, imbastendo con lei un rapporto (quasi) morboso, escludente qualsiasi altro contatto umano, motivo per il quale alla morte della donna, l’uomo si ritroverà completamente perso e assolutamente incapace di prendersi cura di sé stesso… L’altro, Kjell Bjarne, omaccione fissato col cibo e col sesso che non ha mai avuto modo di sperimentare, continua a dare capocciate sul muro ogni volta che si trova in difficoltà e cerca di dimenticare il suo terribile rapporto con la madre ubriaca e il patrigno violento. Entrambi riusciranno a trovare una strada personale per il reinserimento nel mondo. Il “cocco di mamma” troverà nella poesia e nella forza comunicativa delle parole la sua ragione di vita, mentre l’omaccione si accorgerà di poter essere utile a qualcun altro con il suo lavoro e con il suo buon cuore.

Una scelta molto poetica e suggestiva, dunque, quella di far confluire il percorso di crescita formativa dei due protagonisti, in due elementi profondi e imprescindibili come l’arte e l’amore, che risultano così essere alla base di una vita piena e felice. La particolarità della commedia sta nel fatto di trattare un tema molto importante e delicato come quello delle malattie mentali, in maniera fresca, ironica e addirittura spassosa e divertente. Non ci sono tentativi di patetismo, né alcuna traccia di retorica in questo leggero e al tempo stesso intenso ritratto di vita e amicizia, di passioni e dolori, di fobie e scelte coraggiose.

 

21 FEBBRAIO 2016 – ore 21:00

SOGNI e BISOGNI

Scritta diretta ed interpretata da Vincenzo Salemme

«Sogni e Bisogni» è una commedia dal fortissimo impatto comico, ispirata al celebre romanzo di Moravia “IO E LUI”. L’intreccio narrativo ruota intorno a due protagonisti davvero particolari: Rocco Pellecchia ed il suo «attributo fisico maschile» più intimo. A differenza del racconto di Moravia, ove il “lui” in questione era solo una voce, qui si separerà materialmente dal suo “titolare» per trasformarsi, paradossalmente, in un uomo. Ribellione, per così dire, che nasce dalla convinzione di essere stato relegato nel troppo grigio e mediocre Rocco Pellecchia, incapace di dare lustro al «tronchetto della felicità» che ritiene di essere, e come «lui stesso» ama definirsi. Il «tronchetto» spingerà Rocco a rialzare la testa, per guardare al futuro con più orgoglio e spirito visionario. Esilaranti personaggi completano la scena: dall’ispettore per risolvere il caso ai portieri dello stabile.  Pure la moglie «appassita» di Rocco… strapperà belle risate.

27 FEBBRAIO 2016 – ore 21:00

PERCHE’NON PARLI

Scritto ed interpretato da PAOLO CEVOLI – Regia di Dario Sala

Vincenzo “Cencio” Donati è il garzone di Michelangelo Buonarroti. Distratto e pasticcione, non riesce mai ad esprimersi correttamente per colpa della sua balbuzie. Per questo motivo il sommo scultore fiorentino si rivolge al suo assistente con la famosa frase “Perché non parli, bischero tartaglione!” Cencio è un orfanello cresciuto nel convento dei frati domenicani di Bologna. Da bimbo è paffutello, biondo e riccio, tanto è vero che Michelangelo lo prende a modello per la statua di un angelo reggicandelabro. Ma il piccolo Cencio ha un difetto: è mancino e usa la “Manina del diavolo” anche per farsi il segno della croce. Per correggere questo “difetto” i frati legano la mano sinistra di Cencio dietro alla schiena e per questo motivo Cencio inizia a balbettare. Fin quando, incontrando una compagnia di guitti, scoprirà che la sua parlata non ha incertezze quando legge e quando recita. La vita di Cencio sarà legata a doppio filo con quella di Michelangelo Buonarroti. I due saranno insieme fino alla fine. Anche quando Cencio, nella Cappella Sistina, alzando gli occhi verso la volta affrescata, vede Adamo che allunga la mano verso Dio. “Ma A-da-da-mo è ma-ma-mancino! Vigliacca boia!”

6 MARZO 2016 – ore 17:00

GRAN GALA’ DELL’OPERETTA

Con Elena D’Angelo (Soprano/Soubrette) e Umberto Scida (Comico)

Domingo Stasi (Tenore), Andrea Albertini (Pianista), Vera Anfossi (Violino), Paola D’Angelo (Flauto), Arianna Menesini (Violoncello), Stefano Confalonieri (Percussioni).  Michele e Roberta Cosentino (ballerini)

Incantevole viaggio sulle note dell’operetta, che ci condurrà per oltre due ore a conoscere e rivivere i momenti più emozionanti che i grandi compositori della tradizione operettistica internazionale hanno saputo tradurre in musica. I ritmi sono i più coinvolgenti e affascinanti: dal magico valzer, al simpatico fox, allo scatenato shimmy…. Lo spettacolo racchiude dunque il meglio del mondo internazionale dell’operetta e fa vivere momenti romantici e nello stesso tempo spensierati, in una cornice scenica di alto livello. L’operetta altrimenti chiamata “la piccola lirica” è una forma di teatro musicale molto fortunata, che si sviluppò nella seconda metà dell’ottocento e durò fino agli anni trenta del novecento. In parte cantata e in parte recitata, si proponeva di divertire spensieratamente, quindi presentava storie comiche e satiriche che prendevano di mira la buona società, la stessa che andava a vederla.  “C’era una volta l Operetta” è un viaggio tra le arie più belle, i duetti e le scenette tratte dalle operette più famose ed amate dal pubblico. … Arie e duetti tratti da CIN CI LA’, VEDOVA ALLEGRA, IL PAESE DEI CAMPANELLI, LA PRINCIPESSA DELLA CZARDA, AL CAVALLINO BIANCO, SCUGNIZZA, LA DANZA DELLE LIBELLULE, MADAMA DI TEBE, IL PAESE DEL SORRISO, BALLO AL SAVOY….

13 MARZO 2016 – ore 17:00

LA VIE EN ROSE…BOLERO  

con il Balletto di Milano

Una serata dedicata alla musica e alla canzone francese, in un ritmo in crescendo. La prima parte è dedicata ai famosi chansonnier, a cui è legato il fenomeno più esteso e, culturalmente, più accreditato della canzone europea. Come non ricordare Edith Piaf, Yves Montand o Jacques Brel? O chi è considerato il mito indiscusso della canzone francese, come lo è ancora oggi, Charles Aznavour? Melodie straordinarie che tessono testi poetici, che recitano l’amore e l’indifferenza, la gioia e la solitudine, l’amicizia, la vita quotidiana: tutto questo, ha suggerito il lavoro coreografico che si dipana in scena, in una successione di quadri indipendenti.  Un lavoro che, giocando con gli stereotipi culturali, passa dall’ironia alla nostalgia, raccontando storie di tutti i giorni e sentimenti, passione. Una serata di danza, dedicata alla musica francese, non poteva certo escludere il Boléro di Maurice Ravel: un brano dalla forza dirompente e dalla struttura geniale, dal ritmo ossessivo che evoca seduzione, già reso immortale da grandi coreografi ed interpreti.  La versione del Balletto di Milano, qui, ne crea una nuova interpretazione. Non solo nel gioco della seduzione: è l’eterna storia di ciò che nasce, dall’attrazione inevitabile verso un proprio simile, fino a in un moltiplicarsi di incontri. Per una vita che, così come nasce, nella solitudine si spegne…

15 APRILE 2016 – ore 21:00

LA MIA ODISSEA

Con Mario Zucca e Marina Thovez

e con Antonio Paiola, Patrizia Scianca, Felice Invernici, Federica Palumieri, Mario Finulli, Grazia Di Mauro
Testo e Regia di Marina Thovez – Scenografie Nicola Rubertelli

Davanti agli occhi degli spettatori, in un susseguirsi di scene quasi cinematografico, la storia di Odisseo ci riporterà in un mondo che e sì lontano, ma mai dimenticato. Lo spettatore che già ne conosce la storia si appassionerà ancora di più, perché rivivrà i momenti più importanti arricchiti dalla riscrittura in commedia di Marina Thovez: chi non la conosce ancora la seguirà senza distrarsi un attimo, perché il ritmo che la regia ha imposto allo spettacolo renderà più chiaro e avvincente il poema. Come in un film, apparirà L’Olimpo con gli dei, per poi scomparire e lasciare il posto a Odisseo e Calypso; saremo trasportati dalla nave di Telemaco, alla ricerca del padre (uno degli episodi più esilaranti) e senza un attimo di pausa vedremo apparire l’isola dei Feaci e Itaca… dove la vicenda avrà poi il suo epilogo. La rappresentazione teatrale fa rivivere intense passioni, con un’ottica attuale e un linguaggio multiforme comr l’ingegno del suo protagonista, trasmettendo quella stessa ammirazione per Omero che anche Marina Thovez, con la sua trasposizione e regia, condivide.

7 MAGGIO 2016 – ore 21:00

IL NEURONE INNAMORATO

con Claudio Batta, Leonardo Manera e Diego Parassole, Stefania Pepe e Roberta Petrozzi

Regia di Marco Rampoldi

Perché scegliere tra uno spettacolo umoristico sull’amore, una lectio magistralis sulla chimica dei sentimenti e una commedia irresistibile sulla coppia e le tecniche di corteggiamento, quando si può avere tutto insieme? Il ‘variegato gruppo’ di comici e attrici, già protagonisti de ‘La cantatrice calva’ (campione di incassi nella scorsa stagione, sempre sotto la guida di Marco Rampoldi) vi aiuterà ad affrontare con leggerezza la dura realtà. Si sono scritti romanzi, saggi, poesie, canzoni. Qualcuno ha dato la vita, per amore. Altri invece hanno dato molto…sotto la vita. Ma i professori Manera e Parassole vi racconteranno cosa accade veramente  quando incontrate la donna o l’uomo della vostra  vita, e nel vostro cervello si attiverà il circuito del piacere, che agisce come una droga (però è legale, non c’è il limite della modica quantità: e se ti fermano i carabinieri, non ti ritirano la patente per guida in stato di innamoramento); vi faranno  capire perché scegliete proprio il vostro partner (è scientificamente provato che se un uomo vede una gnocca, si può innamorare, se vede una cozza, è più difficile); vi dimostreranno che nel terzo millennio la crisi del settimo anno arriva al terzo (se la coppia arriva  al settimo anno vuol dire che, da quattro anni, tutti e due stanno già  con un altro). Claudio Batta, Stefania Pepe e Roberta Petrozzi daranno vita a tutti i ‘lui‘ e le ‘lei’, e agli amici che offrono consigli, fra i quali non potrete fare a meno di identificarvi, in un crescendo di spassoso divertimento. Alla fine, sarà evidente a tutti che, l’innamoramento, non ha niente a che fare con il cuore! Dispiace per Petrarca, Shakespeare, Prévert, e per tutti coloro che lo hanno esaltato fino all’inverosimile. Ma l’amore, è solo questione di testa: o meglio, di processi chimici del cervello. Non è molto romantico… ma qualcuno doveva pur dirlo!

14 MAGGIO 2016 – ore 21:00

Camerata Ducale Presenta

RICHARD GALLIANO

Direttore Orchestra GUIDO RIMONDA

Un programma esaltante che spazia dal 1700 fino ai giorni nostri con composizioni di J.S. Bach, A. Vivaldi, A. Piazzolla, C. Gardel e R. Galliano. Richard Galliano è l’artista che più di ogni altro coniuga lo stile classico con il jazz e la world music, coinvolgendo il pubblico al di là di ogni provenienza e preferenze personali. E’ un interprete straordinario che nel 2010, con il suo primo CD (Deutsche Grammophone) dedicato alle composizioni di Bach, ha venduto solo in Francia 40.000 copie. La collaborazione con Guido Rimonda e Camerata Ducale è nata nel 2011 dopo una registrazione effettuata per EMI Japan e da allora il sodalizio ha prodotto un’intensa attività concertistica e lo sviluppo di diversi quanto affascinanti progetti musicali. Guido Rimonda artefice della riscoperta di G.B. Viotti e protagonista del progetto Viotti per Decca, è fra i più interessanti e poliedrici violinisti italiani, capace di spaziare dal repertorio settecentesco fino ai più suggestivi sviluppi della musica contemporanea.

STAGIONE TEATRALE 2015/2016

COSTO BIGLIETTI PER SINGOLI SPETTACOLI

PLATEA GALLERIA GALLERIA LIMITATO
Intero Ridotto Intero Ridotto Intero Ridotto
30,00 € 25,00 € 25,00 € 20,00 € 20,00 € 16,00 €

 

ORARI BIGLIETTERIA DEL TEATRO

Tutti i venerdì dalle ore 15:00 alle ore 19:00 – Tutti i Sabati: dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 19:00

Tutti i giorni di spettacolo 90 minuti prima dell’inizio

Inoltre è possibile acquistare i biglietti (escluso abbonamenti) anche presso: CARU’ LIBRI – Piazza Garibaldi 6 a Gallarate

E sul sito WWW.VIVATICKET.IT

 

 

 

ABBONAMENTI STAGIONE TEATRALE 2015-2016
Per la Stagione Teatrale 2015-2016 ci sono 2 tipologie di Abbonamento:

ABBONAMENTO AI FILONI TEMATICI

TEATRO PROSA & BRILLANTE – 5 Spettacoli – DANZA & MUSICAL – 5 Spettacoli

CABARET – 5 Spettacoli – NON SOLO CLASSICA – 5 Spettacoli

Oppure

ABBONAMENTO CON SPETTACOLI A SCELTA

Si possono scegliere tra i 20 spettacoli in cartellone, con le seguente opportunità:

12 spettacoli, scegliendone 3 per ogni filone tematico – 8 spettacoli, scegliendone 2 per ogni filone tematico – 4 spettacoli, scegliendone 1 per ogni filone tematico

Per i prezzi degli abbonamenti consultare il sito: www.teatrocondominio.it

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.