È arrivata la quinta stagione teatrale di Fucina Culturale Machiavelli, teatro off nel centro di Verona. La fame è il tema di questa stagione 2019-2020. Non un filo condutture tematico, quanto piuttosto la sfida di sfatare il mito che con la cultura non si mangia, ma anche e soprattutto un proposito di soddisfare la fame di cultura di ognuno di noi.

FAME di TEATRO: la stagione

Fucina Culturale Machiavelli

La stagione coniuga grandi nomi con compagnie emergenti, in particolare del territorio veronese. E si apre proprio con Andrea Cosentino, che porta la sua ultima produzione Kotekino off, “una esercitazione comica sulla pratica della scena”. Arriva invece per la prima volta a Verona il Kohlhaas di Marco Baliani, monologo tra quelli che hanno fondato il teatro di narrazione in Italia. Continua per il secondo anno invece la collaborazione con Are We Human, alla direzione artistica di diversi spettacoli; tra cui I sommersi e i salvati, il finale della trilogia su Primo Levi portato in scena da Fanny&Alexander, e Cos’è un GAP di Ateliersi teatro, storica compagnia di Verona.

Fucina Culturale Machiavelli

Il Teatro del Lemming ha invece in cartellone due spettacoli: Edipo e Giulietta e Romeo lettere dal mondo liquido.  Altri appuntamenti interessanti sono invece quelli del Un calcio a Hitler con Andrea de Manicor e Peppa Pig prende consapevolezza di essere un suino, monologo per la drammaturgia di Davide Carnevali.

Novità di quest’anno è invece quella degli Spettatori Artistici, iniziativa che ha coinvolto alcuni spettatori direttamente nella direzione artistica. Il risultato è stata la selezione di L’asta del santo, spettacolo focalizzato sull’audience engagement, e un secondo spettacolo ancora segreto secondo il tradizionale annuo appuntamento con Fucina e il loro Teatro Clandestino.

LA FUCINA DEI PICCOLI

Torna anche l’appuntamento con il teatro per i più piccoli, alla sua terza edizione. Come di consueto gli spettacoli si svolgono la domenica pomeriggio. Di volta in volta gli spettacoli sono indirizzati a fasce d’età diverse, pensati per offrire modi nuovi per avvicinare i più piccoli al mondo del teatro. In cartellone spiccano le fiabe classiche con La Bella e la Bestia e La Sirenetta, ma anche stravolgimenti dei canoni tradizionali con Lupi buoni e tori con le ali di Teatro del Buratto. Le produzioni originali sono due, grazie alla collaborazione con Caesura Teatro e l’ensemble dell’Orchestra Machiavelli, che si esibirà sia ne La Sirenetta che ne Il Carnevale degli Animali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.