Laban per tutti di Jean Newlove e John Dalby

Il libro presenta i fondamenti della teoria del movimento, indagata dall’ungherese Rudolf Laban (1879-1958), tra i più grandi teorici e interpreti della danza moderna.

Il volume (collana “Manuali” 152 pagine, a cura di Francesca Falcone) contiene un glossario dei termini fondamentali usati da Laban, la descrizione della cinesfera e dei cinque solidi platonici entro cui il maestro ungherese ha immaginato i movimenti fondamentali nello spazio, la croce dimensionale, i tre piani e le principali scale di movimento per l’esplorazione delle direzioni nello spazio.

Oltre ai principi di base della teoria dell’armonia, il testo analizza il sistema dell’effort, nei suoi quattro elementi di spazio, tempo, peso e flusso, nonché gli effort “incompleti” e le quattro motivazioni all’azione.

I concetti sono enunciati con un linguaggio chiaro, immediato ed efficace, per mezzo di esemplificazioni pratiche visualizzate attraverso disegni, grafici e diagrammi, alcuni dei quali estrapolati dal sistema di scrittura del movimento (Cinetografia) creato da Laban e dai suoi collaboratori.

Dati i contenuti “universali” del linguaggio adottato, l’applicazione del sistema di Laban non solo è rivolta all’analisi del movimento nella danza, ma si presta anche a integrare le tecniche dell’attore e del musicista.

Laban per tutti è quindi uno strumento fondamentale per esplorare analiticamente il movimento nelle sue componenti tecniche e poetico-espressive ed è particolarmente utile non solo per il lettore comune, ma anche e soprattutto per gli studenti di tutti i livelli che praticano la danza classica e contemporanea a livello professionale e amatoriale e che vogliono addentrarsi nella natura intrinseca del movimento e acquisire tutti gli strumenti utili per la lettura e l’interpretazione della coreografia.

L’autrice

L’autrice, Jean Newlove (1923-2017) è stata la prima assistente di Laban dopo il suo arrivo in Inghilterra nel 1938.

Ha aiutato Lisa Ullmann a fondare le classi per insegnanti di danza moderna educativa, prima che l’Art of Movement Studio si aprisse a Mancester nel 1946. Danzatrice e performer, ha insegnato per 15 anni al Joan Littlewood’s Theatre Workshop, sposando il cantautore, scrittore e produttore Ewan MacColl.

La loro figlia Kirsti è stata una famosa cantautrice. Ha insegnato le idee di Laban alla Royal Shakespeare Company e in tutto il mondo. È l’autrice di Laban for Actors and Dancers (1993).

L’autore

L’autore, John Dalby (1929-2017) è stato musicista, insegnante di canto, compositore, attore e ha assistito ad alcuni corsi di Laban.

Ha scritto e ha interpretato diversi musical e riviste e ha lavorato in diversi film. Ha insegnato in molte parti del mondo ed è stato l’autore di How to Speak Well in Business (1993).

La curatrice

La curatrice, Francesca Falcone, docente di Teoria della Danza presso l’Accademia Nazionale di Danza dal 1981 al 2017, è autrice di vari volumi e saggi, nonché di ricostruzioni di brani di coreografie dell’Ottocento e del primo Novecento.

È attualmente presidente di AIRDanza (Associazione Italiana per Ricerca sulla Danza). Ha curato Irma Duncan, La Tecnica di Isadora Duncan (in collaborazione con Patrizia Veroli) per la Dino Audino editore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.