Dal sé alla danza, dalla danza al sé: la danza del labirinto per incontrare il silenzio

L’ABBRACCIO ROTONDO di Manuela Giugni (Edizioni Piagge, Collana “Trame” 192 pagine) ci accompagna alla scoperta ed alla pratica della “Danzamovimentoterapia” attraverso un percorso che scende nel profondo, verso la scoperta di sé nella relazione con gli altri e con tutto l’altro che si muove intorno a noi.

Un libro che coinvolge ogni persona in un possibile cammino di consapevolezza, nel quale la danza è lo strumento che sospinge, accoglie ed abbraccia. Il movimento permette di entrare in contatto con quella parte dell’individuo non descrivibile a parole ma ricca, conoscibile, comprensibile, diversamente esprimibile.

Il corpo e la psiche sono indissolubilmente connessi tanto che un blocco emotivo si può manifestare fisicamente (tensione muscolare, eruzioni cutanee, dolori, problemi a relazionarsi con alcune parti fisiche, ecc.) ed una trauma fisico può influire sulla tranquillità psicologica (fratture che fanno sentire instabili o fragili, operazioni complicate il cui ricordo continua a dare angoscia, violenze subite che non permettono di vivere serenamente le relazioni, ecc).

La DanzaMovimentoTerapia viene applicata in molteplici campi tra cui: problemi di ansia e disturbi correlati; depressione; disturbi dell’infanzia; assistenza alla gravidanza e post parto; problematiche di tipo psichiatrico; disturbi alimentari; pazienti ospedalizzati; problemi psicosomatici; dipendenza da sostanze; casi di violenze ed abusi, disturbi d’ansia e dell’umore, dalle malattie psicosomatiche ai disturbi del comportamento alimentare e alle tossicodipendenze.

La Danza Movimento Terapia è inoltre una collaudata modalità di approccio a diverse forme di handicap psichico, fisico e sensoriale, esprimendo anche competenze e tecniche atte allo sviluppo delle risorse umane, alla prevenzione dei disagi psicosociali e alla formazione rivolta nell’ambito del lavoro educativo.

Dall’introduzione di Gian Luca Garetti: La Danzamovimentoterapia è punto di partenza per un percorso di autoanalisi, di benessere e di evoluzione personale. Una scuola dell’attimo. Ogni movimento è danza. (…) La danza si collega alla magia e alla religione, al lavoro e alla festa, all’amore e alla morte. Gli uomini hanno danzato in tutti i momenti solenni della loro esistenza: la guerra e la PACE, i matrimoni e i funerali, la semina e le messi”. In questo testo Manuela Giugni propone “Un iter metodologico scandito in 10 sedute, indispensabile per i danzaterapeuti. Una dinamica educativa per tutti, appassionante e ricca di suggestioni e rimandi letterari, un libro che parla al cuore.”

Il libro è correlato dalle Presentazioni di Anna Picciolini e Enrica Ignesti,  dalle Fotografie di Laura Albano, Petra Basile, Isabelle Berney, Massimo D’Amato, Valentina Eddario, Innocenza Cinzia Garofalo, Manuela Giugni, Gianna Giunti, Giovanna Petrone, Letizia Santoni, Riccardo Torregiani e il Disegno di copertina è a cura di Caterina Cirri.

L’autrice

L’autrice del libro, Manuela Giugni è danzamovimentoterapeuta iscritta al Registro Professionale Nazionale dei Danzamovimentoterapeuti Italiani (APID) e al C.I.D, si è formata alla Scuola Internazionale della coreografa psicopedagogista argentina Maria Fux, presso il Centro Studi Danza e Movimento di Firenze, diretto da Lilia Bertelli dove attualmente opera per crediti formativi e tirocini in danzamovimentoterpia, in psicologia, in scienze della Formazione.

La sua esperienza quarantennale di formatrice e commissaria di Corsi e Concorsi pubblici (Nuovi Programmi Scuola Elementare, Ministero della Pubblica Istruzione, IRRE – Toscana, Ausilioteca / CRED – Comune di Firenze) e Laboratori Alternativi, si basa sulla ricerca continua attraverso un meticciato di saperi: dal metodo Orff, al Dalcroze, da La Pierre/Aucouturier alla danzamovimentoterapia di Maria Fux. Alla Meditazione.

Fa parte di CO.R.P.I. Il suo lavoro è rivolto agli adulti di ogni età (insegnanti, educatori, genitori, terapeuti, singoli, persone con abilità diverse. In carcere con le donne recluse) ai bambini, alle persone di ogni cultura, lingua, nazionalità. A chi vuol mettersi a confronto ed è disposto a incontrarsi corpo,testa e cuore con la danzamovimentoterapia.

La Casa Editrice

Le edizioniPiagge si trovano a Firenze e fanno parte della Cooperativa EquAzione. “L’idea un po’ folle e molto ambiziosa di dare vita ad una nostra casa editrice – si legge nella presentazione di Edizioni Piagge – deriva dall’esigenza, sempre molto forte all’interno della comunità, di raccontarsi e dunque di raccontare la vita e le vite di una come mille e altre periferie”.

E di creare cultura, cioè narrare “esperienze di vita e di pensiero nate all’interno della comunità o in qualunque altra realtà del mondo, con l’obiettivo di far emergere un nuovo modo di intendere le relazioni fra le persone, i rapporti fra i cittadini e la città, l’economia, le dinamiche sociali di partecipazione e di esclusione”.

  • Articoli
Chi sono
Editorialista , La Nouvelle Vague Magazine
Prima o poi scriverò qualcosa …
×
Editorialista , La Nouvelle Vague Magazine
Prima o poi scriverò qualcosa …
Latest Posts

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.