La RAI ha ufficializzato la data della messa in onda della serie tv L’Amica Geniale. La prima puntata andrà in onda il 27 novembre. in prima serata e, questa la novità, sarà disponibile in contemporanea anche su TimVision.

Il regista della serie è Saverio Costanzo, già noto per aver diretto Private, La solitudine dei numeri primi e Hungry Hearts, ed è una coproduzione HBO-RAI Fiction e TIMvision tratta dal primo dei famosissimi libri componenti la quadrilogia di Elena Ferrante.

Ci son voluti ben otto mesi di casting per trovare le protagoniste perfette e la scelta per interpretare Elena e Lila bambine è ricaduta su Elisa Del Genio e Ludovica Nasti che da adolescenti verranno sostituite da Margherita Mazzucco e Gaia Girace.

Nel cast vi sono poi Dora Romano nei panni della maestra, Tommaso Rusciano, Gennaro De Stafano, Kristijan Di Giacomo, Giovanni Amura ed Elisabetta de Palo. La voce narrante è di Alba Rohrwacher.

I romanzi della Ferrante

La quadrilogia della Ferrante è composta da L’amica geniale (2011), Storia del nuovo cognome (2012), Storia di chi fugge e di chi resta(2013) e da Storia della bambina perduta (2014).

Possiamo parlare di un vero e proprio caso letterario in Italia e soprattutto negli USA forse dovuto anche all’alone di mistero sulla vera identità dell’autrice che ha scelto di non mostrarsi mai in pubblico giustificandosi con il fatto che i suoi libri sono “organismi autosufficienti” relegando la sua figura personale a semplice comparsa.

L’amica geniale – La trama

Il primo dei quattro romanzi, da cui il titolo della serie, è diviso in due parti: “Infanzia” ed “Adolescenza”. La vicenda narrata è quella di due bambine che abitano a Napoli: Elena, detta Lenù che è anche la voce narrante, e Raffaella, detta Lila.

Le due bambine, entrambe poco inclini a regole ed imposizioni, legano immediatamente diventando in breve tempo inseparabili. A legarle è anche una condizione molto umile. Elena è figlia di un usciere e Lila di un calzolaio. A sollevarle dal loro degrado economico è la loro bravura a scuola, l’una per capacità e l’altra per forza di volontà.

E l’amica geniale è proprio Lila dietro la cui luce Elena vive tra viva ammirazione ed una punta di invidia.

Ma alla fine delle elementari le ragazze si devono separare: il calzolaio non ha infatti più le possibilità economiche per far proseguire gli sudi di Lila. Lenù invece, grazie allo stipendio fisso del padre, riesce ad iscriversi alle scuole medie.

Ma il rapporto tra le ragazze è troppo forte per essere interrotto così e proseguiranno a frequentarsi in modo costante.

 

  • Articoli
Chi sono
Racchiude in sé mille passioni legate a tutto ciò che l’uomo produce, inventa e ricrea; è quello che si può definire un “animale sociale”. Fotografo raffinato, con la sua inseparabile macchina fotografica, congela gli istanti per estrapolarli dalla realtà e condurli in una dimensione altra, sublime. Il suo motto è “Un giorno senza un sorriso è un giorno perso (C.Chaplin)”
×
Racchiude in sé mille passioni legate a tutto ciò che l’uomo produce, inventa e ricrea; è quello che si può definire un “animale sociale”. Fotografo raffinato, con la sua inseparabile macchina fotografica, congela gli istanti per estrapolarli dalla realtà e condurli in una dimensione altra, sublime. Il suo motto è “Un giorno senza un sorriso è un giorno perso (C.Chaplin)”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.