“Le Variazioni del repertorio ballettistico” di Giuseppe Stoppiello e Carmen Ventrice

“Analisi stilistica, strutturale e musicale”

Questo testo (Florestano Edizioni, 156 pagine con illustrazioni, nella collana “Ipotesi di studio”) nasce dal desiderio e dall’esigenza didattica di avere un punto di riferimento per l’insegnamento-apprendimento della disciplina Laboratorio coreografico. Fornire quindi un valido supporto teorico a quei danzatori e studenti di danza che si apprestano ad intraprendere lo studio delle Variazioni estratte dai Balletti di repertorio.

L’interpretazione di tali momenti danzati non può limitarsi alla sola esecuzione dei passi tecnici tramandati dalla tradizione ballettistica, ma al contrario deve essere supportata da uno studio delle peculiarità stilistiche e caratteriali del personaggio scenico legate alla Variazione e ad una conoscenza musicale adeguata di ciò che si andrà a danzare.

Nella minuziosa ricerca redatta dagli autori a beneficio di una maggiore consapevolezza sulle Variazioni del grande repertorio troviamo l’approccio allo studio e quello allo spartito musicale: la struttura e lo stile, i contenuti coreografici, la forma musicale, ritmo metro e misura, la melodia, timbro e sonorità, l’analisi. Analisi che diventa nella seconda parte quella stilistica, strutturale e musicale particolareggiata dal balletto “Don Chisciotte” con la variazione di Cupido, quella di Mercedes e quella di Kitri dal grand pas del terzo atto. Si prosegue con “La Bella Addormentata” con la variazione della Fata dei Lillà, l’Uccello azzurro, la Principessa Florine. Dal balletto “La fille mal gardée” con le variazioni di Lise e quella di Colas. Dall’eterea Giselle con la variazione del primo atto. Dal natalizio “Schiaccianoci” con la variazione del Principe Coqueluche e quella della Fata Confetto. Per concludere con il balletto per eccellenza “Il lago dei cigni” con la variazione di Odette e quella di Odile. Concludono il libro una serie di appendici, abbreviazioni, glossario, bibliografia e storiografia oltre ad una illustrativa serie di figure e immagini esemplificative. Prefazioni di Liana Pistoni e Mauro Arbusti.

Gli autori

Gli autori, Giuseppe Stoppiello, si è diplomato in Pianoforte e laureato in Pianoforte Concertistico presso il Conservatorio “Giordano” di Foggia. Presso la Scuola di Musica di Fiesole (Firenze) ha conseguito i diplomi triennali di Pianoforte e Musica da camera con Pietro De Maria e Giampaolo Pretto. Si è esibito come solista e in gruppo da camera presso il Teatro Niccolini di Firenze, Sociale di Mantova, Castello Sforzesco di Milano, Pergola di Firenze, Carignano di Torino. È pianista per la danza presso i Licei Coreutici ed è vincitore di audizione come Maestro collaboratore al ballo presso l’Arena di Verona.

Carmen Ventrice inizia la sua formazione in danza classica con i Maestri A. Buonandi, T. Nocera, U. Ranieri. Nel 2010 consegue la laurea per insegnanti in discipline coreutiche presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma Istituto di Alta Cultura. È insegnante, danzatrice e coreografa. Dal 2013 docente di Tecnica della danza classica e Laboratorio Coreografico presso il Liceo Coreutico Statale “Leonardo da Vinci” di Bisceglie. Come ambasciatrice del Conseil International de la Danse, collabora con istituzioni quali Unesco, Lions Club, Chicago University, Operation Smile Italia onlus, British embassy.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.