L’histoire de Manon alla Scala dal 12 al 20 novembre

 

Nella Francia del secolo dei Lumi le fortune si creano e si disfano con la rapidità di un temporale.  Manon, seducente giovane dal fascino pericolosamente innocente, cede alle lusinghe della ricchezza e si fa calcolatrice e corrotta. Per il  fratello Lescaut è “merce di scambio”,  per il vecchio Monsieur G.M.  è l’oggetto del desiderio; per lo studente Des Grieux è il vero e puro amore.

A suggellare la Stagione di Balletto 2014-2015, torna in scena dal 12 al 20 novembre un titolo classico ma assolutamente moderno nella sua teatralità, il giusto punto d’incontro tra musica, passione, verità interpretativa e fonte letteraria. ÉL’histoire de Manon   di Kenneth MacMillan, che ha dato nuova vita al personaggio creato da Prévost nel romanzo settecentesco Histoire du chevalier Des Grieux et de Manon Lescaut e diventato popolare grazie al melodramma, delineando il fascino e la tragedia della protagonista, disegnando splendidi ruoli maschili in un balletto appassionante e coinvolgente sul piano drammatico, psicologico e coreografico: affascinante e corrotta, amorale e calcolatrice, vittima del mondo e di se’ stessa, Manon – come sottolinea MacMillan –  ama la vita e non sa resistere al piacere che le offre.  Ècharmante, ma amorale. La sua  innocenza si perde tra le tentazioni di una vita lussuosa. L’amore sincero per Des Grieux non le impedisce di portarlo alla degradazione e renderlo vile, ladro e assassino.

Nei ruoli principali di Manon e Des Grieux, che per la prima volta interpretarono insieme nel novembre 2013, tornano le étoiles scaligere Svetlana Zakharova e Roberto Bolle (nella recita di apertura del 12 novembre e ancora il 14 e il 17 novembre). A causa delle condizioni di salute precedentemente annunciate, David Hallberg non prenderà parte alla produzione: partner di Natalia Osipova, nelle recite del 18 e 20 novembre sarà il primo ballerino scaligero Claudio Coviello con cui debuttò nelle recedenti rappresentazioni del novembre 2013. Il 15 novembre Manon sarà la prima ballerina Marta Romagna, accanto a Marco Agostino, che danzerà anche (il 19 pomeriggio) con Virna Toppi. La recita del 19 sera, del ciclo  ScalAperta, sarà l’occasione per il debutto della prima ballerina Nicoletta Manni e di Jacopo Tissi.

Accanto a Manon e Des Grieux, ruotano altri personaggi principali, perni della vicenda e simboli delle forze contrapposte a cui Manon soccombe e con lei la storia d’amore con il giovane studente Des Grieux. Parliamo innanzitutto di Lescaut (Antonino Sutera e, in debutto nel ruolo Walter Madau, Angelo Greco,Nicola Del Freo) con la sua Amante (Alessandra Vassallo, Lusymay Di Stefano, e in debutto Antonella Albano e Maria Celeste Losa), ma anche di Monsieur G.M., che vedrà alternarsi Alessandro Grillo,  Mick Zeni e Massimo Garon, di Madame (Deborah Gismondi e Monica Vaglietti) e del Carceriere (Mick Zeni, Massimo Garon, Alessandro Grillo).

Dal  punto di vista musicale MacMillan decise di non rifarsi a Puccini e alla sua Manon Lescaut e assieme ai suoi collaboratori si rivolse a pagine meno conosciute di Massenet, arrangiate e orchestrate; evitando di tradurre il melodramma in balletto, non usò nemmeno una misura dall’omonima opera: fra le altre, pagine tratte da Le Cid e daThaïs, da Don Quichotte e da Cleopatra, da Ariane a Cenerentola. Sul podio David Coleman.

Per saperne di più, appuntamento martedi 10 novembre, alle ore 18 presso il ridotto dei Palchi “Arturo Toscanini” per il consueto appuntamento del ciclo “Prima delle Prime – Balletto” : Patrizia Veroli parlerà di “Gestualità e virtuosismo: la costruzione del persona

 

Informazioni a  questo link

http://www.teatroallascala.org/it/stagione/2014-2015/balletto/histoire-de-manon.html

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.