Étoiles scaligere, importanti ospiti internazionali, grandi coreografi di oggi e di sempre, bacchette di pregio. In palcoscenico, in buca e in cartellone, questa Stagione di Balletto che sta per inaugurarsi porta conferme e novità; la più evidente è senza dubbio l’aumento delle nuove produzioni, che arrivano a tre: la metà degli spettacoli in cartellone è dunque nuova per la Scala. E proprio con una nuova produzione si aprirà  la Stagione di Balletto, nel segno di Čajkovskij, che la Scala omaggia nel 2015 a 175 anni dalla nascita, e del coreografo  Nacho Duato. Le sue creazioni sono nel repertorio delle maggiori compagnie del mondo, ma solo ora, per la prima volta, entra nel cartellone del Teatro alla Scala, con il suo Schiaccianoci, creato nel 2013 per il Teatro Mikhailovskij, che illuminerà le feste, per dieci recite, dal 18 dicembre al 18 gennaio,compresa la sera del 31 dicembre.  Protagonisti nelle recite di apertura del 18 e 19 dicembre, e in replica il 4 gennaio l’ospite Maria Eichwalde l’étoile Roberto Bolle ad interpretare per la prima volta questo nuovo Schiaccianoci. Nelle altre rappresentazioni in programma fra dicembre e gennaio, i primi ballerini, i solisti e i giovani emergenti del Teatro alla Scala interpreteranno i ruoli di Clara e del Principe/Schiaccianoci: Nicoletta Manni e Claudio Coviello (nella pomeridiana del 19 dicembre e nelle sere del 28 dicembre e 16 gennaio); Vittoria Valerio e Angelo Greco  (il 30 dicembre e il 10 gennaio), Virna Toppi e Antonino Sutera (la sera del 31 dicembre e del 18 gennaio).

Per saperne di più

Sul nostro sito

Fotogallery di backstage, scheda della produzione, sinossi, cast data per data, trailer di scena, video delle prove

a questo link http://www.teatroallascala.org/it/stagione/opera-balletto/2014-2015/lo-schiaccianoci.html

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.