La quattordicesima edizione del Dance Project Festival di Trieste si è conclusa domenica 3 dicembre con l’ultimo appuntamento nello spazio dell’Associazione Culturale Teatro Immagine e Suono.

DANCE EXERCISE, LOVE HATE AND AMBITION ABOUT WILL
Daša Grgič © Fabrizio Caperchi Photography / La Nouvelle Vague Magazine 2017

Lo spettacolo conclusivo della rassegna è stato il progetto nato dalla residenza artistica internazionale Love Hate and Ambition about Will della regista e coreografa argentina Silvina Helena Grinberg e la coreografa e danzatrice italiana Daša Grgič con il supporto musicale dell’ingegnere elettronico Max Jurcev.

Il luogo scelto per la messinscena è stato la sede Actis di Via Corti nel cuore della città vecchia di Trieste. La scelta di un piccolo spazio per la performance è risultata molto adatta ed efficace dato che il lavoro è al momento nella sua fase iniziale di ideazione.

Uno studio per uno spettacolo che debutterà nella prossima edizione del Dance Project Festival. Un trailer che mostra i temi e le dinamiche di composizione dello spettacolo in una maniera così intensa e sincera da far affezionare subito il pubblico.

La performance nasce dalla compenetrazione tra danza, musica e supporti multimediali.

La musica elettronica con campionamenti dal vivo e i movimenti delle due danzatrici si fondono perfettamente e instaurano non solo una comunicazione tra di loro ma anche con il pubblico.

Interessante il contrasto tra il corpo passivo di Silvina Helena Grindberg che si muove nello spazio solo come mero supporto di un piccolo schermo innestato al posto del proprio viso e quello attivo e emotivo di Daša Grgič che cerca disperatamente di conquistare il proprio spazio ricordandoci in questo tentativo che il corpo è ancora necessario nella relazione con l’altro.

Interessante scelta quella di concludere il festival con uno spettacolo non-finito, in divenire. Il Dance Project Festival si mostra così attento al nuovo, alle sperimentazioni, a rigenerarsi esso stesso di anno in anno come occasione di incontro e come spazio libero di creazione.

L’atmosfera della serata di chiusura non è stata quella di un addio, di un punto e a capo, ma di una virgola.

Love Hate and Ambition about Will, un arrivederci e un augurio a ritrovarsi l’anno prossimo al Dance Project Festival di Trieste.

  • Articoli
Chi sono
Appassionata di tutto e del suo opposto. Ama il teatro e il cinema, cucinare e mangiare, viaggiare e stare a casa a leggere. E ancora: architettura e arte, antichità e contemporaneità, con il cuore a oriente, la mente ad occidente e l’antropologia per cucire insieme tutte queste storie d’amore.
  • Coma quando fiori piove, una giostra di petali sul senso della vita

    La quattordicesima edizione del Dance Project Festival di Trieste si è conclusa domenica 3 dicembre con l’ultimo appuntamento nello spazio dell’Associazione Culturale Teatro Immagine e Suono. Daša Grgič © Fabrizio Caperchi Photography / La Nouvelle Vague Magazine 2017 Lo spettacolo conclusivo della rassegna è stato il progetto nato dalla residenza artistica internazionale Love Hate and […]

  • Platonov
    Un biglietto per Platonov, za zdorovie! Cechov allo stato liquido

    La quattordicesima edizione del Dance Project Festival di Trieste si è conclusa domenica 3 dicembre con l’ultimo appuntamento nello spazio dell’Associazione Culturale Teatro Immagine e Suono. Daša Grgič © Fabrizio Caperchi Photography / La Nouvelle Vague Magazine 2017 Lo spettacolo conclusivo della rassegna è stato il progetto nato dalla residenza artistica internazionale Love Hate and […]

  • Le Variazioni Goldberg, Robert Waltl rilegge il capolavoro di Tabori

    La quattordicesima edizione del Dance Project Festival di Trieste si è conclusa domenica 3 dicembre con l’ultimo appuntamento nello spazio dell’Associazione Culturale Teatro Immagine e Suono. Daša Grgič © Fabrizio Caperchi Photography / La Nouvelle Vague Magazine 2017 Lo spettacolo conclusivo della rassegna è stato il progetto nato dalla residenza artistica internazionale Love Hate and […]

  • I poeti dinamitardi della Carrozzeria Orfeo in Cous Cous Klan

    La quattordicesima edizione del Dance Project Festival di Trieste si è conclusa domenica 3 dicembre con l’ultimo appuntamento nello spazio dell’Associazione Culturale Teatro Immagine e Suono. Daša Grgič © Fabrizio Caperchi Photography / La Nouvelle Vague Magazine 2017 Lo spettacolo conclusivo della rassegna è stato il progetto nato dalla residenza artistica internazionale Love Hate and […]

  • Salomè e la Luna, sorelle terribili nella visione di Luca De Fusco

    La quattordicesima edizione del Dance Project Festival di Trieste si è conclusa domenica 3 dicembre con l’ultimo appuntamento nello spazio dell’Associazione Culturale Teatro Immagine e Suono. Daša Grgič © Fabrizio Caperchi Photography / La Nouvelle Vague Magazine 2017 Lo spettacolo conclusivo della rassegna è stato il progetto nato dalla residenza artistica internazionale Love Hate and […]

  • Rivelazione, Giorgione riemerge dalla nebbia del tempo

    La quattordicesima edizione del Dance Project Festival di Trieste si è conclusa domenica 3 dicembre con l’ultimo appuntamento nello spazio dell’Associazione Culturale Teatro Immagine e Suono. Daša Grgič © Fabrizio Caperchi Photography / La Nouvelle Vague Magazine 2017 Lo spettacolo conclusivo della rassegna è stato il progetto nato dalla residenza artistica internazionale Love Hate and […]

  • Luna di Mele, uno spettacolo sulla discriminazione di genere

    La quattordicesima edizione del Dance Project Festival di Trieste si è conclusa domenica 3 dicembre con l’ultimo appuntamento nello spazio dell’Associazione Culturale Teatro Immagine e Suono. Daša Grgič © Fabrizio Caperchi Photography / La Nouvelle Vague Magazine 2017 Lo spettacolo conclusivo della rassegna è stato il progetto nato dalla residenza artistica internazionale Love Hate and […]

  • il canto della caduta
    Il canto della caduta, Marta Cuscunà e l’animatronica

    La quattordicesima edizione del Dance Project Festival di Trieste si è conclusa domenica 3 dicembre con l’ultimo appuntamento nello spazio dell’Associazione Culturale Teatro Immagine e Suono. Daša Grgič © Fabrizio Caperchi Photography / La Nouvelle Vague Magazine 2017 Lo spettacolo conclusivo della rassegna è stato il progetto nato dalla residenza artistica internazionale Love Hate and […]

  • Copenaghen di Mauro Avogadro, una fissione teatrale.

    La quattordicesima edizione del Dance Project Festival di Trieste si è conclusa domenica 3 dicembre con l’ultimo appuntamento nello spazio dell’Associazione Culturale Teatro Immagine e Suono. Daša Grgič © Fabrizio Caperchi Photography / La Nouvelle Vague Magazine 2017 Lo spettacolo conclusivo della rassegna è stato il progetto nato dalla residenza artistica internazionale Love Hate and […]

  • Miss Marple, un cast prestigioso per risolvere un avvincente giallo

    La quattordicesima edizione del Dance Project Festival di Trieste si è conclusa domenica 3 dicembre con l’ultimo appuntamento nello spazio dell’Associazione Culturale Teatro Immagine e Suono. Daša Grgič © Fabrizio Caperchi Photography / La Nouvelle Vague Magazine 2017 Lo spettacolo conclusivo della rassegna è stato il progetto nato dalla residenza artistica internazionale Love Hate and […]

×
Appassionata di tutto e del suo opposto. Ama il teatro e il cinema, cucinare e mangiare, viaggiare e stare a casa a leggere. E ancora: architettura e arte, antichità e contemporaneità, con il cuore a oriente, la mente ad occidente e l’antropologia per cucire insieme tutte queste storie d’amore.
Latest Posts
  • Platonov

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.