Michael Jackson DAY 4 ° Edizione! 29 Agosto 2016 ,Mostra D’ Oltremare , Napoli

Michael loved his fans… and now I truly, truly understand why!

Queste sono le parole di LaVelle Smith, presidente onorario della Magic Michael Jackson Day, un’associazione No Profit che nasce con l’intento di ricordare l’artista nel giorno del suo compleanno – il 29 Agosto – attraverso la realizzazione di un evento full-day ricco di iniziative, solidarietà e spettacoli. Con queste parole il conosciuto coreografo e ballerino che ha collaborato con Michael Jackson ai più riusciti tour della sua carriera (Bad, Dangerous e History), commenta il Galà finale di questo evento esclusivo in Italia, ospitato quest’anno dalla Mostra d’Oltremare di Napoli nello spazio dell’Auditorium Mediterraneo.

Magic Michael Jackson DayIl nome più celebre della storia della musica pop non avrebbe bisogno di presentazioni,  ma un certo tipo di stampa ha spesso preferito indirizzare il giudizio del pubblico sulla sua vita privata, dunque ci sembra corretto riportare l’attenzione su quello che davvero ha lasciato Michael Jackson nel mondo della musica e dello spettacolo : noi troviamo giusto ricordarlo per il suo talento unico, quando da bambino interpretava il soul con una voce ed una padronanza incredibile, portando la Motown a porre le basi per diventare una delle più potenti e conosciute case discografiche del pianeta.

Fred Astaire & James Brown

Da adolescente ha studiato e reinterpretato i passi di Fred Astaire, lo stile di James Brown, il look da gangster di alcuni film muti americani, distillando tutte queste cose in un suo stile personale, universalmente riconoscibile, unico e irriproducibile nella tecnica e nella precisione, che lo hanno reso un personaggio amatissimo dai fans e rispettato dai colleghi, un vero artista a tutto tondo come ce ne sono stati davvero pochi nella storia della musica leggera.

Inoltre non si può dimenticare la grande rivoluzione che MJ ha realizzato nella sua carriera, affrancandosi da ogni etichettatura musicale precedentemente esistente: il suo lavoro, fatto di grande talento e altrettanto grande precisione, ha superato le barriere razziali e rivoluzionato un certo modo di concepire l’espressione artistica, non più declinata a seconda della provenienza etnica ma come espressione universale, realizzando nella musica pop una rivoluzione sociale ancora incerta ad affermarsi  altrove.

La filantropia di Mj è celebre, si sa, ed è stata intelligentemente messa a sistema con il suo grandissimo successo commerciale, forse il più grande di tutti i tempi (il suo Thriller è in assoluto l’album più venduto nella storia della musica, superando i 70 milioni di copie vendute):  è sulla traccia di tutto questo che si è svolta anche la 4° edizione del Magic MJ day, riproponendo il messaggio di solidarietà che distinse gran parte della sua carriera ; con la Direzione Artistica di Aurora Pica quest’anno la raccolta fondi associata allo spettacolo era a sostegno esclusivo del Progetto Solidale Adotta una Stella dell’Associazione Onlus Peter Pan (http://www.peterpanonlus.it/), il cui obiettivo è sostenere i bambini emo-oncologici e le loro famiglie; purtroppo le tristi circostanze che hanno visto parte del nostro territorio devastato dal sisma del Centro Italia del 24 Agosto hanno modificato i piani della raccolta fondi, per cui si è generosamente scelto di dedicare una parte del ricavato dell’evento a sostegno delle popolazioni colpite, come annunciato dall’organizzazione sul palco del Gran Galà serale.

A concludere una giornata “tecnica” scandita da workshop e seminari tenuti da LaVelle Smith in persona, il Galà serale ha visto sul palco le esibizioni di molte compagnie artistiche che hanno proposto uno spettacolo danzante a tema, tra le quali la Compagnia Sakuntala, la 7Company di Gabriele Emili, i Blue Gospel Singers, Fabio e Tinna, il gruppo PegaOnda di Napoli . Nel complesso uno spettacolo ricco di ricordi, grande affetto, fan di vecchia data e altri davvero giovanissimi che eseguono le sue coreografie più celebri, famiglie, collezionisti, scuole di danza, tutti hanno offerto al pubblico la propria interpretazione del talento di questo artista unico, che ha affascinato più generazioni e ancora oggi, a sette anni dalla scomparsa, mantiene vivissimo il ricordo del suo genio e della sua grande generosità.

  • Articoli
Chi sono
Architetto con la passione per la scenografia e la musica, vorrebbe capirci un pò di più di arte contemporanea: nel frattempo visita musei e si pone delle domande. Classe 1980, pensa però di aver completamente mancato il decennio giusto, non sapendo ancora decidere quale sia. Ama salvare vecchi oggetti che chiunque altro butterebbe e conserva con devozione un vecchio biglietto del treno Genova-Lavagna, trovato nella tasca di una giacca di velluto verde vintage, fantasticando ogni volta sulla possibile storia che quel biglietto si porta dietro.
×
Architetto con la passione per la scenografia e la musica, vorrebbe capirci un pò di più di arte contemporanea: nel frattempo visita musei e si pone delle domande. Classe 1980, pensa però di aver completamente mancato il decennio giusto, non sapendo ancora decidere quale sia. Ama salvare vecchi oggetti che chiunque altro butterebbe e conserva con devozione un vecchio biglietto del treno Genova-Lavagna, trovato nella tasca di una giacca di velluto verde vintage, fantasticando ogni volta sulla possibile storia che quel biglietto si porta dietro.
Latest Posts
  • Provocazioni e Corrispondenze. Franco Mello tra arti e design
  • Meraviglie e paradossi. Il design dello stupore al Plart

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.