Musica Nuda : prendere la vita senza macigni sul cuore

9071
©_ANGELO_TRANI

 

Dopo il successo di ‘Little Wonder’ (2015) Petra Magoni e Ferruccio Spinetti ci regalano una nuova, meravigliosa perla dal titolo ‘Leggera’ (Warner).

L’album è cantato per la prima volta interamente in italiano e parla di leggerezza nel senso più calviniano del termine.

“E’ così che bisogna prendere la vita”,

spiega Petra, raggiunta telefonicamente dalla redazione insieme al socio Spinetti stanno attraversando l’Italia e volando per continenti con un tour, partito lo scorso marzo),

“ovviamente non in senso superficiale, ma planando sulle cose dall’alto, senza macigni sul cuore”.

Una leggerezza che traspare un po’ da tutti i brani del disco che arrivano come in punta di piedi, con un’eleganza che riporta alla canzone d’autore dei lontani anni sessanta”.

Come è nato questo lavoro?

Un po’ come tutti i nostri progetti, non a tavolino ma poco alla volta, raccogliendo inediti firmati da grandi amici, musicisti e autori”.

Sulla cover del disco tu e Ferruccio indossate delle armature. Di chi è stata l’idea?

Musica Nuda - Leggera“Tutto è partito da un casuale incontro in aereo. Durante una trasferta abbiamo conosciuto Massimo Zannoni, fotografo della prestigiosa casa d’arte Czerny’s di Sarzana (nei presso di La Spezia; ndr) e nostro grande estimatore.

Ci ha chiesto di posare per qualche scatto in costume, siamo andati a trovarlo ed è stato come viaggiare con la macchina del tempo.

Terminato il disco, guardando le foto con indosso le armature, abbiamo pensato al contrasto ‘armatura leggerezza protezione’ e abbiamo immediatamente pensato di utilizzarne una, per la copertina”. “Una bellissima idea, “irrompe Ferruccio”, se non fosse che un’armatura del 500 pesa molto più di un contrabbasso! (ride; ndr)”.

Ferruccio, parliamo degli ospiti del disco.

“Sono tanti, dall’amico Peppe Servillo che ha firmato ‘Come si canta una domanda’, a Tony Canto, che con Kaballà ha scritto il tango del nostro primo singolo ‘Condizione imprescindibile’. Sempre Kaballà con Susanna Parigi ha firmato ‘Zitto Zitto’, mentre Fausto Mesolella ha scritto la musica di ‘Tu sei tutto per me’ su un testo di Alessio Bonomo. E poi ancora Frankie Hi-NRG autore delle liriche di ‘Lunedì.

Abbiamo inoltre inserito il prezioso inedito ’Canzone senza pretese’ di Lelio Luttazzi e di Zeppieri, uscito anni fa in una compilation jazz. Per l’occasione oggi Petra canta con sua figlia, Frida Bollani Magoni”.

Per suggellare il disco avete pensato alla bellissima ‘Ti ruberò’ di Bruno Lauzi, che spesso avete suonato nei vostri concerti.

“Sì, questa cover è il nostro omaggio alla canzone d’autore. Lauzi è stato un artista incredibile, ha saputo cantare a grandi e bambini, senza mai prendersi troppo sul serio. Lo amiamo molto”.

Ferruccio, in che periodo è nato ‘Leggera’? 

“I Musica Nuda non fanno parte di quella categoria di musicisti che a un certo punto dell’anno si chiudono tre mesi in una casa nel bosco, a cercare ispirazione (ride; ndr)!  E’ stato scritto on the road, due o tre canzoni sono nate durante un viaggio di ritorno dalla Puglia, con tappa nello studio di registrazione di Mesolella”.

 

Petra raccontaci qualcosa del video di ‘Condizione imprescindibile’.   

“E opera della regista Francesca Mazzoleni e ripercorre i nostri 14 anni di vita in concerto dall’ America al Giappone, passando per la Cina e l’Europa (‘oltre 1000 concerti’!, precisa Spinetti). Sono stati inseriti anche momenti di vita privata e passioni personali, come la mia per l’ippica e quella di Ferruccio per il basket. Francesca è stata brava a legare le immagini in maniera magistrale, tra momenti e movimenti”.

Musica Nuda
© ANGELO TRANI
Tra un contributo e l’altro ritroviamo anche l’indimenticabile artista americano Al Jarreau, scomparso lo scorso marzo.  

“Il video è stato girato prima, che lui ci lasciasse. Al è un grandissimo artista e a noi MN ha regalato parecchio, anche dal punto di vista umano. Abbiamo spesso diviso il palco e lo ricordiamo con una gioia infinita”.

Ferruccio prima accennava al tuo duetto con Frida nella traccia ‘Canzone senza pretese’: tua figlia ha un talento straordinario, a detta di tutti…

Sono orgogliosa, e non posso che confermare le tue parole. Frida ha avuto delle opportunità preziose (totalmente figlia d’arte, il papà è Stefano Bollani; ndr.) che nonostante i suoi 12 anni ha già saputo sfruttare benissimo, grazie a quella capacità di interpretare qualsiasi cosa canti. Ha carattere, è competitiva, ama le sfide.  Canta e suona molto bene il piano e ha un orecchio assoluto”.

E tu che mamma sei?

“Fare la mamma è il lavoro più impegnativo che esista. Mi divido tra il lavoro e la quotidianità: abitiamo in campagna e mi tocca alzarmi alle sei e mezza tutte le mattine per accompagnarla a scuola, qualsiasi orario io abbia fatto la sera prima! Ho anche un altro figlio più grande, Leone, scultore e fumettista”.

Musica Nuda
© ANGELO TRANI
Ferruccio, tua figlia invece ha sette anni: anche lei seguirà le tue orme?

“A me basterebbe che la musica, in una maniera o nell’altra, potesse un domani fare parte della sua vita. Per ora comunque si porta avanti e sta studiando pianoforte”.

Petra, tu e Ferruccio siete artisticamente legati da ben 14 anni, direi abbastanza per conoscersi alla perfezione. Svelaci un suo ‘difetto’!

“Niente feste, niente jam, niente casino, sempre a letto presto. Non è un difetto, ma Ferruccio è proprio così, come lo vedete. E’ esattamente il contrario estroversa e a volte troppo carica, ma ci compensiamo”.

Ferruccio puoi replicare

“Ha ragione. Petra ha un’irrefrenabile voglia di fare tutto e sogna una giornata di … 34 ore”.

In 14 anni avete tenuto oltre mille concerti e collaborato con chiunque. Ma il classico sogno nel cassetto?

“Ci piacerebbe lavorare con Sting, che adoriamo ma ne ho anche un altro, personalissimo”, chiude la Magoni.

“Incidere finalmente un disco di musica antica, con la bravissima liutista Ilaria Fantin”.

 

Queste le date dei Musica Nuda per il mese di aprile:

  • il 7/4 al Teatro Politeama di Poggibonsi (SI),
  • l’8 al T. Vittoria Colonna di Vittoria (Rg),
  • il 12 all’Auditorium Gervasio di Matera,
  • il 18 all’Auditorium Parco della Musica di Roma,
  • il 22 al T. della Fortuna di Fano (PU),
  • il 27 al Newman Center For The Perfoming Arts di Denver in Colorado,
  • il 28 al Detroit Institute Of Arts di Detroit nel Michigan,
  • il 30 al Toledo Museum Of Art di Toledo in Ohio.

www.musicanuda.com

  • Articoli
Chi sono
Sonja Annibaldi è nata il 21 giugno a Milano, dove vive e lavora. Conseguita la maturità classica, frequentati corsi di dizione e seminari di recitazione alla scuola di teatro CTA, abbandona presto la facoltà di Lettere moderne per lavorare in un’agenzia fotografica. Giornalista free lance dal 1993, si occupa di musica, attualità e spettacolo (‘Tutto Musica e Spettacolo’, ‘Max’, ‘Tu’, ‘Confidenze’, ‘Donna Moderna’, ‘Telepiù’, ‘Oggi’, ’Nuovo’ ecc.) ma ha alle spalle anche molte esperienze radiofoniche (speaker) e televisive (autrice e contributi in video). Dal 2006 comincia a occuparsi anche di pet, vista l’enorme passione per i cani, firmando servizi per diversi magazine. Vive con un Cavalier King blenheim di nome Blanco. Ama il rock, il cinema d’autore, la storia dell’arte e il fitness. Dal 2006 è soccorritrice volontaria del 118, sulle ambulanze di una onlus milanese.
×
Sonja Annibaldi è nata il 21 giugno a Milano, dove vive e lavora. Conseguita la maturità classica, frequentati corsi di dizione e seminari di recitazione alla scuola di teatro CTA, abbandona presto la facoltà di Lettere moderne per lavorare in un’agenzia fotografica. Giornalista free lance dal 1993, si occupa di musica, attualità e spettacolo (‘Tutto Musica e Spettacolo’, ‘Max’, ‘Tu’, ‘Confidenze’, ‘Donna Moderna’, ‘Telepiù’, ‘Oggi’, ’Nuovo’ ecc.) ma ha alle spalle anche molte esperienze radiofoniche (speaker) e televisive (autrice e contributi in video). Dal 2006 comincia a occuparsi anche di pet, vista l’enorme passione per i cani, firmando servizi per diversi magazine. Vive con un Cavalier King blenheim di nome Blanco. Ama il rock, il cinema d’autore, la storia dell’arte e il fitness. Dal 2006 è soccorritrice volontaria del 118, sulle ambulanze di una onlus milanese.
Latest Posts
  • Simone Di Matteo
  • Giuliano Palma - Foto di Guido Morozzi
  • Manuel Frattini in Robin Hood il musical

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.