OTHER MYTHS. Jonah Boaker porta a Milano un nuovo modo di vedere la danza

839

 Dal 27 al 29 giugno 2014

- Advertisement -

 Jonah Bokaer

OTHER MYTHS

prima nazionale

con gli allievi diplomati del Terzo Corso Teatrodanza

Elena Boillat, Vito Carretta, Laura Dondi, Erika Marino, Matilde Orrico,

Elisabetta Rollo, Stefania Tansini, Gabriele Valerio, Anna Zanetti

 

coreografia e regia- Jonah Bokaer

musica-  Soundwalk Collective

costumi-  Colomba Leddi in collaborazione con Ilaria Heikkila e Giovanni Motta

studenti del Triennio in Fashion Design NABA – Nuova Accademia di Belle Arti Milano

supervisione scenica-  Valentina Tescari

luci-  Lorenzo Giuggioli

 

direzione di scena- Marco De Meo

assistenza e coaching-  Lara Guidetti

 

Produzione CRT Milano | Centro Ricerche Teatrali

in collaborazione con Milano Teatro Scuola Paolo Grassi

Jonah Bokaer approda a Milano grazie al CRT  in collaborazione con la Milano Teatro Scuola Paolo Grassi, e in particolare con il corso di teatrodanza diretto da Marinella Guatterini.

Coreografo e media artist statunitense ,Jonah Bokaer nonostante la su giovane età,  ha già collaborato con artisti del calibro di Merce Cunningham, Robert Wilson, Tino Sehgal, John Jasperse, David Gordon, Daniel Arsham, Anthony McCall e ha già calcato le scene più importanti a livello internazionale.

Per due settimane terrà un workshop creativo con gli allievi del terzo anno della Scuola Paolo Grassi per dar vita “Other Myths”.Saranno 9 i danzatori sul palco di età compresa tra i 22 e i 34 anni.

Una nuova generazione di coreografia teatrale che abbraccia danza, arti visive e design come una fusione.

“Other Myths” ( altri miti) racconta in modo non narrativo, i ruoli dei miti nella danza; miti dell’ Africa, Sudan, Libano, Cartagine che attraverso le musiche dei Soundwalk Collective attraverseranno gli ambienti catturando i suoni.

Un modo nuovo di approccio tra le danza e il corpo e la posizione del danzatore sul palcoscenico; una coreogrfia basata sulla fisicità e spiritualità ma non sulla narrazione.

La tendenza di Bokaer é quella di abbandonare i luoghi consueti e gli spazi dedicati alla danza e occupare gallerie d’ arte e musei creando un nuovo tipo di palcoscenico. Il Guggenheim di New York, il PS1 MoMA di New York, il MAC di Marsiglia e il MUDAM in Lussemburgo, sono solo alcuni dei musei che hanno ospitato e commissionato il lavoro di Bokaer.Le sue coreografie sviluppano un raro approccio multidisciplinare relazionando il corpo del danzatore con le tecnologie contemporanee.

Bokaer ha studiato danza presso la Cornell University e, dopo il diploma presso la North Carolina School of the Arts, all’ età di 18 anni ha conseguito una laurea in Studi Visivi & Media alla New School, dove ha ricevuto il Joan Kirnsner Memorial Award.

Approfondisce gli studi in ambito media e performance presso la Parsons School of Design di New York e attraverso esplorazioni da autodidatta in media digitali e animazione 3D.

Creatore di oltre 34 coreografie, dieci video, numerose opere di motion capture e installazioni interattive, il lavoro di Bokaer è stato presentato nelle principali piazze statunitensi e in tutto il mondo, tra cui Belgio, Canada, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Olanda, India, Italia, Lussemburgo, Spagna, Svizzera, Tailandia e Regno Unito.

Boker é co-fondatore di CPR – Center for Performance Research,  un’organizzazione no-profit costituita in collaborazione con John Jasperse / Thin Man Danza di New York, dedicata a fornire agli artisti spazi e luoghi accessibili per creare, sviluppare e presentare nuovi lavori, per la programmazione delle arti innovative, per l’istruzione e l’impegno pedagogico.

All’interno della Milano Teatro Scuola Paolo Grassi, diretta da Massimo Navone, fucina di attori, registi, drammaturghi e operatori teatrali, vive dal 1986 l’unico corso istituzionale, in Italia, volto alla formazione e al perfezionamento di coreografi, Performers e danzatori contemporanei.

“Teatrodanza” è il nome del corso perché s’ispira al mondo poetico di Pina Bausch, la grande coreografa tedesca che ha rivoluzionato i linguaggi teatrali, proponendo un percorso di scoperta del corpo senza barriere tra movimento, uso della voce, danza, parola, respiro, azione, sguardo. Il corso è stato progettato da Marinella Guatterini nel 1992, ed è in continua evoluzione in sintonia con le tendenze e le necessità della scena contemporanea.

INFO E AGGIORNAMENTI E SU

www.triennale.org

www.crtmilano.it

facebook.com/CRTMilano

twitter.com/CRT_milano

COME RAGGIUNGERCI

 

Teatro dell’Arte

Viale Alemagna 6 – 20121 Milano

 

Tram 1, 19, 27 – autobus 57, 61, 94

MM 1 e 2 Cadorna Triennale

BikeMi 33

 

La sede è accessibile alle persone con disabilità

 Orari spettacoli

venerdì 27 giugno – ore 20.30

sabato 28 giugno – ore 19.30

domenica 29 giugno – ore 16.00

 

Biglietti

Platea:

intero 25€

ridotti under 30, over 65 e convenzioni 12,50€

 

Galleria:

intero 22€

ridotti under 30, over 65 e convenzioni 11€

 

riduzioni bambini:

under 6 gratuito | dai 7 ai 14 anni 7€

 

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.