Il riconoscimento assegnato questa sera alla Asteria di Trento per il progetto Magma Business Meets Art diventa anche un premio. Associato al meeting sui rapporti fra arte e imprese in programma a Udine, è riservato alle aziende virtuose che hanno sviluppato progetti con partner culturali. Le premiazioni si svolgeranno venerdì 7 febbraio a Udine a Casa Cavazzini, a partire dalle 18,30.
Udine, 7 febbraio 2014 – Un premio per le aziende virtuose che abbiano sviluppato progetti in sinergia con partner culturali o artistici di particolare rilievo. E’ questa una delle novità più significative di Business Meets Art 2014, il secondo meeting sui rapporti fra arte e imprese in programma a Udine il 6 e 7 febbraio. Istituito dall’associazione culturale Etrarte, il premio Business Meets Art prevede due categorie: il Premio Creaa per Business Meets Art e il premio Matching.

Il Premio Creaa per Business Meets Art
Si tratta di un riconoscimento riservato alle aziende virtuose del Triveneto, Austria o Slovenia che abbiano sviluppato progetti in sinergia con partner culturali o artistici di particolare rilievo tra il 2010 e il 2014.
Istituito in collaborazione con Creaa, start-up incubata a Friuli Innovazione il cui progetto imprenditoriale punta proprio alla creatività come facilitatore d’innovazione, il premio Creaa nasce sull’onda di alcuni simili progetti internazionali di successo come gli Arts&Business Awards di Londra, l’austriaco Kunstsponsoring-Preis Maecenas, l’irlandese Business to Arts Awards o l’attività decennale della Bondardo Comunicazione a Milano con il concorso Impresa e Cultura.
Il progetto risultato vincitore è MAGMA, il Museo delle arti in ghisa nella Maremma realizzato dall’agenzia di design e comunicazione Asteria di Trento. Il progetto ha previsto il recupero di un’antica struttura industriale abbandonata, l’ex forno fusorio dell’Ilva situato a San Ferdinando di Follonica (Grosseto), ora completamente ristrutturato e allestito a museo interattivo all’avanguardia.
“Il MAGMA ha ripreso l’eredità del Museo del Ferro e della Ghisa del 1990 con l’obiettivo di recuperare la storia della siderurgia della Toscana, ma in un modo assolutamente nuovo e coinvolgente per il pubblico – hanno sottolineato gli organizzatori del premio – . Il progetto è partito da un concorso di idee per architetti nel 2007, fino ad arrivare a una concezione museale di narrazione su più livelli, utilizzando in maniera dinamica la multimedialità. L’azienda lavora in sinergia con gli operatori culturali per il miglioramento dei propri servizi e il MAGMA rappresenta una piattaforma di confronto tra diversi soggetti: la comunità, che racconta il proprio vissuto e offre la propria professionalità, e prestigiose istituzioni dell’area.”
Grazie a questo progetto Asteria riceverà in dono un’opera realizzata ad hoc da Michele Tajarol, artista pordenonese emergente di soli 29 anni. Diplomato all’Accademia di Belle Arti a Carrara, Tajariol ha proseguito la sua formazione in Giappone. Rientrato in Italia ha partecipato a numerosi progetti e mostre; nel solo 2013 è stato selezionato ed ha partecipato alla Biennale d’arte contemporanea Jeune Création Européenne, è stato selezionato per il concorso Smuggling.
In convenzione con Main supporter In collaborazione con Anthologies in mostra al MMSU di Rijeka ed è fra i finalisti dei prestigiosi premi Francesco Fabbri per le Arti Emergenti e Terna 2013. La sua ricerca nell’ambito delle arti visive si basa principalmente sull’indagine ed utilizzo di oggetti e forme di netto richiamo domestico; la sua serietà e il suo talento ne fanno uno dei nomi più promettenti del panorama artistico nazionale.

Il Premio Matching

Riguarda da un lato imprese che vogliono trovare dei partner culturali per attivare processi di innovazione creativa o per ampliare il loro network internazionale, dall’altro progetti culturali che offrono possibilità di partnership volte all’innovazione e all’internazionalizzazione.
Cinque i progetti selezionati:
– Laboratorio|Territorio dell’Associazione Culturale Casa C.A.V.E. di Visogliano;
– “Comarò – comunicare l’arte ovunque” dell’azienda Siltea di Padova;
– “Bree e onda” di Fabio Passon, Camera di Specchi dell’Associazione di promozione sociale Drop Out;
– “Eye-Tech” spin-off dell’università degli Studi di Udine.
La cerimonia di premiazione si svolgerà presso il Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Udine, Casa Cavazzini, il 7 febbraio 2014 a partire dalle ore 18,30.

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.lanouvellevague.it/home/wp-content/plugins/ultimate-author-box/inc/frontend/uap-shortcode.php on line 119
style=”display:none;”>
Author Details
Tu chiamale se vuoi emozioni …
×
Tu chiamale se vuoi emozioni …

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.