Diecipartite: quando una partita diventa altro

658

 

- Advertisement -

Diecipartite” è un progetto, per ora a metà percorso, che rievoca, con altrettanti spettacoli, dieci partite di calcio della Roma, entrate, in qualche modo, nella storia.

“Roma – Liverpool 1-1” è una di queste. Roma – Liverpool è LA partita, quella che non ricapiterà mai più. E’ la finale della Coppa Campioni dell’84 giocata dalla Roma, per di più in casa. All’Olimpico!

Basterebbe questo per far dire al tifoso “Vado a vedere Triestino!”.

Ma lo spettacolo, scritto da Giuseppe Manfridi, diretto e interpretato da un bravissimo Paolo Triestino, è molto di più.

Una panchina da vecchio stadio di calcio, un baule con su appiccicate figurine anni ’80, quattro fari che rievocano un campo di gioco e un attore che, prima di salire sul palco, con un ingresso da calciatore dalla platea, saluta gli “spalti” e, con una piccola introduzione, chiede ai “tifosi” di sentirsi romanisti, di regalargli l’anima per un’ 1h e 20′, con la promessa di restituirla immacolata.

Sale sul palco e fa rivivere, passo dopo passo, i momenti che hanno caratterizzato quei giorni: l’attesa, la fila al botteghino e, finalmente, la partita. Ma non è una cronaca… Triestino racconta una vera e propria storia, la infarcisce di sentimenti contrastanti, di amore per una donna, di passione per una squadra di calcio, di ammirazione per gli uomini che hanno giocato quella Finale, ma anche di rabbia per quegli stessi uomini che non sono riusciti a portare il risultato a casa.

E’ la storia del capitano Ago Di Bartolomei, che ha il sangue giallorosso e che, nonostante questo, con la maglia del Milan ha esultato per un gol fatto alla sua Amata. Da vero uomo. Quello stesso Ago che non è riuscito a battere “il male oscuro” che se lo portò via, in una notte cilentana, a dieci anni esatti da quella finale… o di Astutillo Malgioglio e la sua Era77, associazione per il recupero motorio dei bambini distrofici fondata nel ’77 e chiusa nel 2001 per mancanza di fondi …o di Niccolò Galli, promettente difensore che perse la vita a 17 anni in un incidente stradale… Omaggi che commuovono e ricordano la genuinità e la passione di un tifoso vero, che non fa del calcio l’alibi a violenze legittimate.

A fine spettacolo una spassosissima sintesi di cinque minuti della partita ripercorre i momenti più salienti, alcuni particolari comici della telecronaca di Bruno Pizzul, e altri annunci… La sintesi video però non arriva al rigore di Kennedy ,che darà la vittoria al Liverpool, si ferma al tiro di Di Bartolomei … un assist perfetto per Triestino che chiude esultando per quei 52 secondi in cui La Roma è stata campione d’Europa!

Abbiamo già decantato le sue doti di attore per altri spettacoli, Triestino è ormai affermato e amato dal pubblico, ma questa volta si è superato: la passione, il trasporto e l’affetto con cui ha raccontato questa storia ha fatto appassionare pure noi, che non siamo né romani né romanisti!!!

Se ci possiamo permettere, un piccolo suggerimento a Paolo: noi ci informeremmo e inviteremmo ad una replica i signori Carletti e Catenella…

I prossimi appuntamenti, sempre al Teatro Ghione, via delle fornaci, 37 (Roma), sono il 16 dicembre con “PISA – ROMA 1-2” e il 13 gennaio con “REAL MADRID – ROMA 1-2”…da non perdere!!!

 

ROMA – LIVERPOOL    1 – 1

di

Giuseppe Manfridi

diretto e interpretato da

Paolo Triestino

 

aiuto regia

Ariele Vincenti

assistente alla regia

Francesco Stella

elementi scenici

Alessandra Ricci

disegno luci

Marco Laudando

 

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.