In occasione della quarta giornata del RIFF sono stati proiettati i seguenti corti al Nuovo Cinema l’Aquila.

Witnessing Gezi – Quest’ultimo lavoro del fotoreporter Emin Özmen testimonia la protesta ambientalista lanciata per evitare il taglio degli alberi nel Gezi Park di Taksim, trasformatasi in un movimento popolare che ha influenzato buona parte del Paese. Il documentario mira a condividere il lato umanistico di questo movimento di resistenza civile, raccontandolo con responsabilità fotogiornalistica e cercando di rimanere neutrale di fronte agli eventi.

Un documentario ben fatto la cui unica pecca, purtroppo, è la mancanza di sottotitoli in inglese, che lo rende poco comprensibile, poiché la voce narrante è in lingua turca.

Regista: Baris Koca, Soner Emanet

Mr. Stowlicker – La pragmatica prevedibilità della vita di Mr. Stowlicker comincia a sgretolarsi con l’inspiegabile arrivo di semplici palline di plastica un eco del suo passato – che mandano in corto circuito la sua meticolosa routine quotidiana, costringendolo a confrontarsi con quel particolare evento del suo passato che lo ha portato a diventare quello che è.

Un corto che vi terrà col fiato sospeso e il sorriso costante sulle labbra.

Regista: Darren Vukasinovic

Per la categoria Experimental sono stati proiettati:

Encounters – Encounters è la storia di un giovane uomo che sta attraversando un oscuro viaggio psicologico. Nonostante ciò il protagonista riuscirà a trovare la sua inevitabile struttura interiore.

La straordinaria capacità interpretativa e la bravura tecnica del regista sono riuscite a fondersi alla perfezione, dando vita ad un lavoro che riuscirà ad altalenare un’emozione dopo l’altra in ogni spettatore.

Regista: Pal Magyar

Maria’s City – In una tranquilla giornata di sole a Metropolis, Maria sparisce e Freder, appena tornato in città, ricorda e ripercorre i momenti trascorsi insieme a lei nella speranza di rivederla. Il sentimento che accompagna tutta la durata del film è sicuramente la nostalgia del protagonista, il quale, spinto da una forte speranza, continua il suo viaggio alla ricerca di Maria.

Regista: Dania Reymond

Street Views – Il corto è stato realizzato interamente con Googles Street View ed è stato girato a New York nel famoso West Village; Esplora come le mappe virtuali alterano la nostra esperienza di spazio e d’identità.

La regista cerca di navigare con simpatia nel surreale in un disorientato paesaggio, regalandoci immagini divertenti e piacevoli.

Regista: Annie Berman

The Speech Of Body – Questo vuole essere un tributo a Francesca Woodman, grande artista statunitense che fece dell’Italia la sua seconda casa. Il nudo è arte, è fusione con lo spazio circostante, è il riflesso della luce che ne plasma la forma e Kristine Faux Pas è riuscita ad interpretarlo alla perfezione.

Regista: Elisa Antonacci

Eu-Daymonia – Abolite le divisioni tra nazioni, sono stati cancellati dalla memoria i conflitti politici, ideologici e religiosi: l’equilibrio politico del mondo è controllato da Eu-daymonia, il data-base della felicità. Attraverso un microchip sottocutaneo, nella mente di X-27, ragazza dalla vita più che normale, vengono innestati i ricordi “scomodi” censurati dal server e lei si trasformerà in un’altra persona.

Questo film vuole porre ognuno di noi davanti ad una riflessione: “E se il futuro fosse già qui? E se i social network ci stessero già abituando all’idea di dover riversare tutte le nostre memorie sulla rete, per poi lobotomizzarci?” certo è che alla fine della proiezione, uscirete dalla sala perplessi e con le idee un po’ confuse, e sicuramente tornati a casa, rifletterete.

Regista: Rita Rocca

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.