Rossella Brescia e Vanessa Gravina sono“Carmen Medea Cassandra: Il Processo”, spettacolo di Luciano Cannito, drammaturgia di Paolo Fallai, con i solisti ed il corpo di ballo della Compagnia DCE DANZITALIA e presentato da Daniele Cipriani Entertainment.

Al teatro romano di Ostia Antica, è andato in scena uno spettacolo volto quasi a “riscattare” o quanto meno a dar la parola alle donne colpevoli per antonomasia.

Colpevoli e condannate, nella tradizione, nella letteratura e nella cultura occidentale.

Lo spettacolo sostiene la campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne #NEMMENOCONUNFIORE.

Una, Carmen, per adulterio; una, Medea, per infanticidio e l’altra, Cassandra, per avere un dono del tutto inutile: la chiaroveggenza per le sventure ed essere destinata a non essere creduta.

Il tutto raccontato in scena attraverso l’anima recitativa di Vanessa Gravina e quella danzante di Rossella Brescia.

In scena, oltre alla potenza interpretativa del intero cast, una scenografia essenziale ma dalla forte potenza narrativa: delle gabbie che di volta in volta catturano colpevoli e non; una scrivania che è lo scranno dove sentire le “imputate”; un esclusivo cavalo di troia rappresentato da un televisore, tutto sotto un sapiente uso delle luci che guida e sottolinea i momenti di maggiore pathos.

Uno spettacolo che da la parola a chi è stato “condannato” senza replica e possibilità di appello.

Non giustifica i gesti di nessuno, ce ne mette solo a conoscenza.

Non ci sono rivalse, niente colpi di scena; gli sconfitti e i colpevoli rimangono invariati come da copione, ma stavolta dopo aver sentito anche il loro punto di vista.

Per chi volesse, lo spettacolo sarà in giro per l’italia ed è possibile visionare tappe e date sulla pagina Facebook Carmen Medea Cassandra

[flagallery gid=14]

  • Articoli
Chi sono
General Manager, Autrice La Nouvelle Vague Magazine
Linamaria Palumbo. Siciliana di nascita romana d’adozione, triestina per residenza. Laureata al DAMS di Palermo. Si occupa di blog di social e contenuti digitali. Ama le belle storie. Spesso le si “chiude la vena” per gli argomenti che l’appassionano, ma nulla di violento. Da sempre risponde a domande che nessuno le ha mai posto.
×
General Manager, Autrice La Nouvelle Vague Magazine
Linamaria Palumbo. Siciliana di nascita romana d’adozione, triestina per residenza. Laureata al DAMS di Palermo. Si occupa di blog di social e contenuti digitali. Ama le belle storie. Spesso le si “chiude la vena” per gli argomenti che l’appassionano, ma nulla di violento. Da sempre risponde a domande che nessuno le ha mai posto.
Latest Posts
  • Sala Party

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.