Lunedì 9 giugno si è tenuta al Teatro Manzoni di Milano la serata di Gala  a conclusione del Premio MAB 2014, quinto Premio Internazionale di Danza Classica Maria Antonietta Berlusconi per i Giovani il quale ha visto la partecipazione di numerosi finalisti con i complimenti della giuria presente in sala composta da prestigiosi nomi della danza internazionale quali Anna Maria Prina (anche premio alla Carriera 2014), Antonio Gnecchi, Bruno Vescovo, Claudia Zaccari, Ivonne Ravelli, Laura Comi, Luciano Cannito, Ludovico Durst, Mabel Almeida, Paolo Giordano, Patrizia Manieri, Renato Zanella e Roberto Fascilla (presidente di Giuria, direttore artistico nonché premio alla Carriera 2014).

Mediante questo evento, il mondo della danza ha reso omaggio alla signora Etta, da sempre vicina alla formazione dei giovani danzatori. Un Premio a lei dedicato e voluto dall’omonima Associazione per proporre una testimonianza della sua opera nella promozione di arte, cultura e crescita umana attraverso il percorso iniziato con la fondazione e direzione della scuola “Principessa” di Milano mediante l’attenzione rivolta ai giovani, alle loro potenzialità e alla loro formazione.

La serata presentata dalla spumeggiante Rossella Brescia ha offerto al numeroso e festante pubblico un ottimo livello esecutivo in una raffinata scelta di variazioni e brani musicali per mezzo dei settanta finalisti suddivisi in quattro categorie: Solisti primavera, Juniores, Seniores, Composizioni coreografiche. Il Premio si è distinto per la specificità stilistica e il notevole livello tecnico che hanno caratterizzato i partecipanti alla serata, i quali si sono sfidati per i premi di categoria, ma soprattutto per vedersi assegnare le importantissime borse di studio che, oltre a fargli vivere esperienze indimenticabili per la crescita umana ed artistica, potranno tradursi anche in opportunità lavorative. A questo scopo, l’organizzazione ha assegnato premi e borse di studio per un valore di 60.000 €.

Grandissima partecipazione di nomi che hanno scritto le più belle pagine della danza italiana, tra cui Liliana Cosi, Luciana Savignano, Maurizio Tamellini, Sebastiano Coppa, Oriella Dorella, Katya Pianucci, Maurizio Vanadia, Aldo Masella, i giovani talentuosi scaligeri Angelo Greco, Jacopo Tissi e Mattia Semperboni, e molti altri nomi legati agli anni d’oro del Teatro alla Scala oltre a una nutrita presenza di addetti ai lavori.

Vincitore della categoria Primavera 2014 è stata Ginevra Zambon, seguita al secondo posto da un ex-aequo: Emma Mardegan ed Edoardo Sartori. Vincitore tra gli Juniores Giacomo Reggiani, mentre Sara Nativi e Linda Giubelli si aggiudicano il secondo posto. Oscar Alejandro Valdes Carmenate e Shuntaro Ifuku conquistano rispettivamente il primo e il secondo posto nella categoria Seniores. Per le Creazioni Coreografiche, il podio più alto è andato a Simonetta Vaccara, per Francesca Siega la medaglia d’argento. Il Premio Speciale Silvio Berlusconi è stato assegnato a Clara Santoni (settore formazione) e al Balletto di Milano (settore produzione) nelle persone del maestro Carlo Pesta e di Agnese Omodei Salè.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Molti i premi speciali offerti dai numerosi partner e sponsor tecnici: dal Teatro dell’Opera di Roma, passando per l’Opera di Belgrado. Il Premio Speciale Gioia di danzare/Sabrina Beretta va al gruppo coreografico Artedanza Novara diretto da Barbara Gatto. Il Premio Speciale scuola di ballo del Teatro dell’Opera di Roma viene assegnato a Emma Mardegan ed Edoardo Sartori, mentre il Premio Speciale Opera di Belgrado è per l’entusiasmante Oscar Alejandro Valdes Carmenate. I Premi Speciali Sodanca per i giovani vengono vinti da Clara Santoni (per i gruppi) e da Edoardo Sartori (per i solisti). Il Premio Speciale Food for Art, Energia in movimento “La Molisana” viene assegnato a Filippo Antonio Lussana. Premio Speciale Eleganza-La Muratella va ad Akyra Akiyama, mentre il Premio Speciale Photo Contest è per Giovanni Vecchi. I premi Giovani talenti vengono assegnati a Luca Ferrò e Marco Pio Masciari per la sezione allievi e a Giulia Paris per la sezione professionisti.

Il Premio MAB, si è confermato una perla nel panorama della danza italiana, grazie alla sua impeccabile organizzazione e alle concrete opportunità offerte ai partecipanti mediante un progetto che da sempre è sinonimo di qualità, professionalità e garbo. Un preciso percorso di eccellenza votato ai giovani attraverso la magia della danza.

  • Articoli
Chi sono
Editorialista , La Nouvelle Vague Magazine
Prima o poi scriverò qualcosa …
×
Editorialista , La Nouvelle Vague Magazine
Prima o poi scriverò qualcosa …
Latest Posts

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.