C’è una nuova voce in quel paradiso narrativo che è il fumetto,  ha i toni, i chiaroscuri della vita sofferta, piena di forza dell’ Afro-America e della sua musica, sensuale e potente: il blues.

SEVEN ROOTS BLUES, splendido esordio di Mattia Valentini ( Edizioni NPE) è un libro da leggere e guardare in silenzio per immergersi nelle sette storie ispirate alle biografie dei più grandi esponenti della musica blues, ai racconti dell’ etnomusicologo Alan Lomax, ai testi di celebri brani musicali.

Mattia Valentini

Il risultato è sorprendente. Valentini, oltre ad essere diplomato in cinema d’animazione  è anche musicista, vive a pane e blues. Il suo tratto grafico è di una tale profondità che sembra di vivere, nei racconti del libro, le sensazioni  e le contraddizioni di un tempo in cerca della sua crescita, animato da uomini coraggiosi e disperati che trovavano nella musica la possibilità di esprimere quello che avevano dentro.

Le storie, collegate tra loro, sono il percorso di un giovane afroamericano alla scoperta delle proprie origini, passando attraverso decenni diversi.

In realtà si rivelano un viaggio all’interno dell’uomo.

Le  passioni, i drammi, gli amori, vicende che mostrano l’estasi e l’abisso, tentativi incerti o risoluti, per trovare una via di fuga da errori che distruggono se stessi o gli altri, alla ricerca di quella strada insondabile e imprevedibile sulla quale l’uomo muove i passi, in cerca delle sue occasioni.

SEVEN ROOTS BLUES prova a raccontare tutto questo perché il blues, come lo spirito dell’uomo,

“è un luogo del possibile, in cui l’impossibile può abitare perché non esistono regole”.

  • Articoli
Chi sono
Milanese trapiantata a Fidenza, si è diplomata alla Scuola di Cinema di Milano. Ha lavorato in teatro in qualità di regista e assistente alla regia e per tre anni ha tenuto corsi di teatro ai detenuti all’interno del carcere di Como. Ha pubblicato diversi racconti in antologie con ARPANet Edizioni e ha collaborato con alcune testate giornalistiche. Si occupa dell’ ufficio stampa del festival cinematografico Parma International Music Film Festival di Parma. Ha pubblicato tre libri: Piccole storie dei sette giorni, Fornelli metafisici e Ricettario Patafisico (Graphofeel) e le plaquette Elogio del ruttino (Babbomorto) e Le lacrime di Ra (Aulino)
×
Milanese trapiantata a Fidenza, si è diplomata alla Scuola di Cinema di Milano. Ha lavorato in teatro in qualità di regista e assistente alla regia e per tre anni ha tenuto corsi di teatro ai detenuti all’interno del carcere di Como. Ha pubblicato diversi racconti in antologie con ARPANet Edizioni e ha collaborato con alcune testate giornalistiche. Si occupa dell’ ufficio stampa del festival cinematografico Parma International Music Film Festival di Parma. Ha pubblicato tre libri: Piccole storie dei sette giorni, Fornelli metafisici e Ricettario Patafisico (Graphofeel) e le plaquette Elogio del ruttino (Babbomorto) e Le lacrime di Ra (Aulino)
Latest Posts

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.