Siamo solo piatti spaiati, intervista all’autore Alessandro Curti

770

Siamo solo piatti spaiati è la storia di Davide, un giovane che si trova a fare i conti con i propri errori, lontano da casa e dalla sicurezza della famiglia. Il romanzo racconta il mondo degli adolescenti attraverso il filtro del loro sguardo fresco e onesto sul mondo, e di come sia spesso difficile per loro fidarsi e confrontarsi con gli adulti.

- Advertisement -

Abbiamo intervistato l’autore Alessandro Curti per farci raccontare al meglio la sua opera.

Siamo solo piatti spaiati è un titolo molto particolare, come mai lo hai scelto?

Il titolo viene da una frase che un personaggio di contorno dice al protagonista Davide. Siamo in una situazione in cui i ragazzi che vivono in comunità hanno appena festeggiato un compleanno per i 18 anni e Davide, che viene da una famiglia con una situazione economica tranquilla, si lamenta della tavola apparecchiata con piatti spaiati tra loro.

Il suo compagno di stanza gli risponde proprio con la frase “siamo solo piatti spaiati” perché per lui è quell’immagine e in quella diversità che si nasconde la bellezza dell’evento.

Molto spesso i personaggi di un racconto rappresentano in qualche modo l’autore, quanto di te c’è in Davide?

Sicuramente c’è una grossa parte di me sia in Davide che nel suo educatore, Andrea. Quest’ultimo rappresenta l’educatore perfetto che mi piacerebbe essere nella vita professionale ma che, ovviamente, è praticamente irraggiungibile. Alla fine, in un libro, se una scena non è scritta bene posso cancellare e riscrivere mentre, nelle conversazioni di tutti i giorni che ho con gli adolescenti, basta una parola fuori posto per farli andare sulla difensiva.

Davide è invece il ragazzo che sono stato, con un carattere un po’ combattivo, sfrontato e quasi sempre contro il mondo adulto, anche solo per una mera questione di principio.

Siamo solo piatti spaiati - Alessandro Curti
Siamo solo piatti spaiati – Alessandro Curti

Quindi la storia si concentra sul rapporto tra Andrea e Davide nel percorso di formazione di quest’ultimo?

Sì, la caratteristica del mio libro è raccontare la trasformazione di Davide nel passaggio dal mondo adolescenziale a quello adulto.

All’inizio Davide è un adolescente qualunque, infatti è una sorta di “riassunto” dei ragazzi che ho incontrato nella vita, convinto di sapere come funziona il mondo e sicuro di poterlo affrontare anche meglio degli adulti. Inevitabilmente, durante il racconto, scoprirà che la società e le persone che la abitano sono molto più complesse di quello che pensa lui.

Imparerà che la lente attraverso la quale ha guardato il mondo non è sbagliata ma che, semplicemente, ce ne sono molte altre in grado di “schiarire” l’immagine della società.

E secondo te questo cambiamento è sempre positivo o andiamo a perdere inevitabilmente quell’innocenza e quell’ingenuità adolescenziale?

Sicuramente non è sempre positivo questo cambiamento. Sfortunatamente, crescendo, rischiamo di perdere di vista il punto da cui siamo partiti, le nostre convinzioni, i nostri ideali e le nostre speranze.

Per affrontare al meglio la trasformazione da adolescente ad adulto dovremmo riuscire a restare ancorati a tutto ciò che ci caratterizzava da ragazzi così da poter diventare cittadini migliori per la società in cui viviamo e per tutti nostri cari.

E Andrea cerca di guidare Davide perché questo accada?

In realtà Andrea non guida Davide, lo conosce al punto da sapere che non può dirgli cosa fare e come farlo. Cerca invece di farlo ragionare, di far comprendere a Davide, quando necessario, i suoi errori di logica quando il ragazzo si mostra troppo sicuro delle sue convinzioni sbagliate.

Il rapporto tra i due alterna sempre tra conflitto e rispetto reciproco, con Andrea che tenta di lisciare il carattere spigoloso di Davide e Davide che, sebbene ogni tanto si arrabbi con l’educatore, non riesce a non esserne in qualche modo affascinato.

Siamo solo piatti spaiati - Copertina
Siamo solo piatti spaiati – Copertina
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.