La Nouvelle vague Magazine, non si occupa spesso di eventi come concerti, ma stavolta non era possibile tacere sull’ esibizione delle Sorelle Marinetti e la Famiglia Canterina al Gay Village.

Un vero tuffo negli anni trenta, piena epoca fascista e attraverso la musica dell’epoca, le Sorelle, raccontano i costumi ed i gusti di un’ Italia che, nonostante tutto, si svaga e si concede canzonette spiritose attraverso le trasmissioni radiofoniche di un tempo che rivive con loro sul palco di questa strana estate.

In uno spettacolo come questo centrale è il ruolo dell’Eiar, l’ente che durante il ventennio fascista era il detentore del monopolio delle trasmissioni radiofoniche e che, successivamente, si reincarnerà nella RAI.

A suon di “Maramao perchè sei morto?”, passando dal “Pulcino innamorato” ci danno “Appuntamento con la Luna” sul palco il talento delle Sorelle: Turbina, Mercuria e Scintilla, Gabrio Gentilini e Francesca Nerozzi, unito a quello del loro preparatore Christian Schmitz al pianoforte poi Adalberto Ferrari al clarinetto e C-melody e Francesco Giorgi al violino, tutto meravigliosamente sulle note dello Swing.

 [flagallery gid=13]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.