Dopo il successo di Dignità autonome di prostituzione, Luciano Melchionna torna nuovamente a occupare il Teatro Colosseo nei suoi spazi meno convenzionali, portando a Torino un nuovo, coinvolgente spettacolo – scritto con Giovanni Franci – attraverso il quale raccontare il mondo del calcio e dei calciatori/toy.

Docce, sudore, calzini sporchi, bagnoschiuma e shampoo si intravedono negli armadietti mezzi rotti di uno spogliatoio allestito sul palco. Panche consumate e traballanti, acqua per terra e tanti attaccapanni completano la scena. I calciatori si raccontano attraverso undici monologhi e il pubblico, invisibile voyeur, entra in gruppo guidato da un inquietante angelo, avulso dal contesto, ma allo stesso tempo “arbitro” d’anime.

Sei repliche, ognuna per 110 spettatori: dal 10 al 12 maggio (doppia replica serale il venerdì e il sabato e  doppia pomeridiana la domenica), il teatro si trasforma nello spogliatoio di uno stadio, perde la sua dimensione classica e sposta la scena in luoghi inconsueti e sconosciuti al pubblico in cui alcuni giovani attori/giocatori, privati delle proprie armature, si raccontano, con una durata delimitata (14 minuti e 30 secondi), proponendo il proprio monologo in contemporanea agli altri.

Attori e pubblico insieme all’interno di un grande “spogliatoio”, che nella realtà corrisponde ai camerini del teatro, appena ristrutturati.

A ogni spettatore, all’ingresso, verrà assegnato un numero, che corrisponde a quello riportato dietro la maglia di uno dei giocatori; potrà assistere solamente a un monologo e, se vorrà scoprire altri personaggi, dovrà allora necessariamente tornare a far visita allo spogliatoio.

In scena: Raffaele Ausiello, Lorenzo Balducci, Orazio Caputo, Mauro F. Cardinali, Adelaide Di Bitonto, Gennaro Di Colandrea, Emanuele Gabrieli, Sebastiano Gavasso, Pierre Jacquemin, Gianluca Merolli, Fabrizio Nevola, Marcello Paesano, Agostino Pannone

  • Articoli
Chi sono
Torinese, inizia a scrivere di spettacolo nel 2003, specializzandosi progressivamente nel teatro musicale e nella prosa brillante. Nello stesso anno, avviene l’incontro artistico con un altro sabaudo, Franco Travaglio, con il quale continua a collaborare come vicedirettore della webzine “Amici del Musical” e membro della giuria di PrIMO, il Premio Italiano per il musical originale. Laureato in Scienze della comunicazione con un Master in Informazione, New Media e comunicazione plurimediale, è giornalista pubblicista e iscritto all’Associazione Nazionale Critici di Teatro. Dal 2006 è uno dei redattori “storici” di Teatro.it, il portale del teatro italiano.
×
Torinese, inizia a scrivere di spettacolo nel 2003, specializzandosi progressivamente nel teatro musicale e nella prosa brillante. Nello stesso anno, avviene l’incontro artistico con un altro sabaudo, Franco Travaglio, con il quale continua a collaborare come vicedirettore della webzine “Amici del Musical” e membro della giuria di PrIMO, il Premio Italiano per il musical originale. Laureato in Scienze della comunicazione con un Master in Informazione, New Media e comunicazione plurimediale, è giornalista pubblicista e iscritto all’Associazione Nazionale Critici di Teatro. Dal 2006 è uno dei redattori “storici” di Teatro.it, il portale del teatro italiano.
Latest Posts

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.