Spring Awakening” sta facendo parlare di sé. Dal debutto di Milano il 12 novembre al Teatro Menotti grande successo di critica e pubblico. Vi ricordo che sarà in scena a Milano fino al 30 novembre.

In questi giorni abbiamo approfondito la conoscenza di questo fantastico cast. Federico Marignetti, Andrea Simonetti, Paola Fareri, Arianna Battilana, Vincenzo Leone, Flavio Gismondi, Francesca BrusatiFrancesca Gamba e oggi.. conosciamo David Marzi.

Quali esperienze teatrali hai avuto prima di Spring Awakening?

La mia preparazione è principalmente di prosa. Ho recitato in spettacoli diretti da Massimo Propolizio, Marco Baliani e Claudio Longhi. Poi ho iniziato ad avvicinarmi al teatro musicale e quest’ anno sono stato Ali Agca in “Non abbiate paura” di Andrea Palotto e Gianluca Ferrato.

Parlaci del tuo personaggio Otto Lammermeier.

Otto non è un personaggio che si rivela ma fa da sfondo nelle vicende dei ragazzi. Si fa notare cantando dei brani molto importanti come “Touch me” e quindi si fa conoscere attraverso i testi di queste straordianrie canzoni.

Qual è il messaggio che Spring manda al pubblico?

Oltre al messaggio sull’educazione sessuale, la comunicazione tra giovani e adulti, io credo che un messaggio positivo emerga dal personaggio di Melchior. Lui ama la cultura e la conoscenza che lo rendono libero dal regime in cui è costretto a vivere. Melchior scrive il saggio a Moritz basandosi esclusivamente su ciò che aveva letto nei libri. Quindi la cultura e l’ informazione danno una svolta nella vita di tutti, adolescenti e non.

Perchè bisogna venire a vedere Spring Awakening? Invita i nostri lettori a venire a teatro.

Perchè in Italia non c’è niente di simile. Perchè è uno spettacolo unico nel suo genere e chi ama il teatro non può assolutamente perderlo.Non ve ne pentirete, vi aspettiamo!

Grazie David!

Per acquistare online i biglietti www.teatromenotti.org

Per sapere tutto su Spring Awakening e le date del tour www.springawakening.it

  • Articoli
Chi sono
Collaboratrice , La Nouvelle Vague Magazine
Nata a cresciuta a Milano. Dall’età di 6 anni inizia a scrivere poesie e brevi racconti.Studia danza classica e si appassiona al mondo del teatro. Si occupa della gestione di varie pagine sui social network dedicate a personaggi e spettacoli teatrali. Nel 2012 pubblica un libro per ragazzi edito da Montedit”Zaira e la collana del tempo, dove si avvale della prefazione di Pietro Pignatelli e la postfazione di Renata Fusco. Nel 2013 è collaboratrice internet e social network della “Giulia Organizzazione Eventi” produttrice di tre spettacoli teatrali. Dal 2012 collabora ai testi con una compagnia amatoriale di Viterbo.
×
Collaboratrice , La Nouvelle Vague Magazine
Nata a cresciuta a Milano. Dall’età di 6 anni inizia a scrivere poesie e brevi racconti.Studia danza classica e si appassiona al mondo del teatro. Si occupa della gestione di varie pagine sui social network dedicate a personaggi e spettacoli teatrali. Nel 2012 pubblica un libro per ragazzi edito da Montedit”Zaira e la collana del tempo, dove si avvale della prefazione di Pietro Pignatelli e la postfazione di Renata Fusco. Nel 2013 è collaboratrice internet e social network della “Giulia Organizzazione Eventi” produttrice di tre spettacoli teatrali. Dal 2012 collabora ai testi con una compagnia amatoriale di Viterbo.
Latest Posts
  • Teatro Nuovo 2015
  • Al Barclays Teatro Nazionale è di scena il blues con The Blues Legend
  • Pinocchio il grande musical, una magia tutta italiana

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.