La Compagnia americana che prende il nome dal suo fondatore e mentore, Bill T. Jones, si rivela essere l’asso vincente in cartellone, nella nutrita rassegna di Danza al teatro Ponchielli di Cremona, giunta alla sua 24esima Edizione.

Bill T.jones Company
Photo credit:  TIMOTHY A. CLARY/AFP/Getty Images

In Prima Italiana, dopo 35 anni di successi di carriera, la cifra stilistica del suo autore, Jones, qui coadiuvato dall’aiuto di Janet Wong e dalla stessa Compagnia, per la stesura coreografica, propone due momenti distinti, di semplice e sofisticata al tempo stesso, comunicazione non verbale.

Play & Play (2013): an avening of movement and music, nel primo tempo, sulle musiche di Ravel, mentre nel secondo tempo, Story, sulle musiche di Schubert, eseguite dagli strumenti ad archi, viola , violino e violoncello, del Quartetto Noùs, formazione nata all’interno del Conservatorio della Svizzera Italiana nel 2011.

Considerata come la Compagnia multiculturale più innovativa e importante per la ricerca nel campo della Danza moderna, nel panorama internazionale contemporaneo, si avvale di oltre 140 creazioni, presentate in 200 città e 30 Paesi intercontinentali.

Anamnesi
Bill T.jones Company
Bill T. Jones

La soavità e la leggerezza nel compiere la gestualità, i passi, non che le intenzioni, incontra ed induce il pubblico a partecipare al dialogo attivamente, cercando di tradurre l’alfabeto semantico delle movenze, a tratti simili ai segni del linguaggio per i sordomuti, non più come spettatori , ma nel ruolo di attori.

La pulizia delle linee s’intrecciano nel dinamismo sincronico dei ballerini, eterogenei per proporzioni e corporeità ma per questo unici.

La quotidianità è il motore del racconto della rel-azione tra le parti di più soggetti che si incontrano, e danno vita con le loro emozioni, al gioco simbolico, tra musica e danza.

Dapprima , il quartetto d’ARCHI, posto in platea, funge da ponte, da legante con il pubblico, incornicia , sule note di Ravel, un ring, che prende forma sul palcoscenico per contenere i ballerini, fatto di corde, minimal disegnandone i lati di un parallelepipedo.

L’azione si svolge con passi a duet, trio, quartetti, ensemble al completo, con ripetizioni a canone di azioni coreografiche, lift, prese, cadute, intrecci e pause, evocanti il quadro ” La Danse “ di Matisse, sempre in relazione allo spazio scenico, come nelle direzioni assiali, x, y, z, di R.Von Laban.

Bill T.jones Company
Official White House Photo by Pete Souza

Con ironia, ed attento approccio all’ascolto, all’altrui corpo, al contatto, al rispetto dei ruoli, s’intreccia un dialogo che invita a partecipare all’evento.

Un impatto visivo scenografico, chiuso in uno spazio delimitato , per mezzo del gioco luci, si trasforma in una foresta incantata, capace di mimetizzare i corpi dei ballerini, fatta di ombre e chiaroscuri, come le intenzioni e le anime della gente, una ragnatela inconscia radicata nell’archetipo, dentro ogni uno di noi.

Nella seconda creazione coreografica, la storia, prende forma nelle azioni del quotidiano, fatta d’incontri, nello scandire il tempo, con il passaggio di una pallina dalle mani di uno e dell’altro dei ballerini, mentre i musicisti diventano parte integrante in scena dei quadro tematico. …sotto a chi tocca…

Incalzante e sempre più attento il ritmo e la precisione dei danzatori, nel relazionarsi, tanto che, anche la voce e la ritmica dei piedi, in contrappunto alla musica di Shubert, risultano necessarie per sottolineare l’incedere veloce del tempo, per poi lasciarsi, così come si erano incontrati.

Lo stesso autore coreografo Bill T.Jones, definisce così, con poche parole, l’approccio alle sue creazioni :

il nostro movimento, è ciò che pensiamo, noi pensiamo per come ci muoviamo…ascoltare, guardare, percepire, ogni persona può trovare significati differenti, purché siano autentici.

Premiato nel 2013, dal Presidente Barack Obama, con la Medal of Arts, il più alto riconoscimento conferito ad artisti e mecenati delle Arti del Governo Federale Americano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.