Il volume (Olschki Editore, Biblioteca dell’«Archivum Romanicum». Serie I: Storia, Letteratura, Paleografia, vol. 496, pagine viii-160) suggella un percorso quinquennale di ricerche e riflessioni italo-iberiche con approfondimenti storiografici in ambito teatrale, letterario e archivistico: dall’interesse rivolto ai martiri giapponesi nel teatro iberico e italiano tra Seicento e Settecento, ai saggi di Luigi Riccoboni sulla storiografia teatrale spagnola e europea in epoca moderna; dal pensiero storiografico di Lope, al metodo imagologico applicato allo studio della traduzione spagnola delle “Filippiche” di Alessandro Tassoni, alle raffigurazioni estremo-orientali del gesuita italiano Giovanni Filippo De Marini, all’Oriente turco italiano e portoghese seicentesco; dai testi spagnoli del “Siglo de Oro” nelle collezioni medicee, ai documenti sulle compagnie teatrali italiane nella Lisbona del Settecento.

Salomé Vuelta García insegna Letteratura spagnola all’Università di Firenze. Le sue ricerche vertono sulla ricezione della letteratura spagnola nell’Italia del Seicento e primo Settecento.

Michela Graziani insegna Letteratura Portoghese e Brasiliana all’Università di Firenze. Tra gli studi di epoca moderna, si segnalano i saggi su autori portoghesi del Cinquecento e Seicento.

  • Articoli
Chi sono
Editorialista , La Nouvelle Vague Magazine
Prima o poi scriverò qualcosa …
×
Editorialista , La Nouvelle Vague Magazine
Prima o poi scriverò qualcosa …
Latest Posts

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.