Torna il Commissario Montalbano. “Come voleva la prassi”: info e trama

2689

Dopo aver tenuto incollati di fronte al teleschermo 10 milioni di spettatori, questa sera il secondo attesissimo episodio di quest’anno della serie tratta dai libri di Andrea Camilleri che ci racconta le vicende del Commissario Salvo Montalbano.

Titolo dell’episodio è Come voleva la prassi,  trentesimo titolo della serie.

La trama

Una ragazza è stata barbaramente uccisa e ritrovata in un androne con addosso solo un accappatoio sporco di sangue. Montalbano sospetta subito che si possa trattare di una prostituta proveniente dall’Est Europa e come si sa la prostituzione a Vigata è terreno insidioso gestito dai Cuffaro.

Inevitabilmente Montalbano comincerà a dare molto fastidio fino a diventare anche lui un ostacolo per gli affari del clan. Colpo di scena, il commissario finisce lui stesso nel mirino di un attentatore.

Durante le indagini Montalbano scova un complice che ha ripreso il festino che ha portato alla morte la ragazza. I partecipanti sono tutti mascherati ma fra essi il Commissario riconosce parecchi notabili della zona lasciandogli più domande che risposte.

Interessante anche l’incontro che avrà con Leonardo Attard, un giudice in pensione che si è preso la briga di revisionare tutti i processi che ha celebrato per essere certo di non essere mai stato condizionato nei giudizi dai suoi problemi personali.

Tante saranno le storie che si intrecciano in questo episodio essendo la trama presa da ben tre racconti diversi che ci porteranno in una Sicilia ancora più cruda.

L’importanza di una colonna sonora

Impossibile non lasciarsi emozionare dalla voce di Olivia Sellerio, membro della famiglia che fa capo alla casa editrice Sellerio di cui Andrea Camilleri e le sue opere sono famosi rappresentanti.

Ma la sua scelta di vita Olivia l’ha fatta nel 2004 quando ha deciso di abbandonare la sua poltrona aziendale per dedicarsi unicamente alla musica: con la sua voce ha accompagnato Un Covo di Vipere (con la canzone Malamuri) e con Ciuri di strata impreziosirà Come Voleva la Prassi.

Nei testi la cantante siciliana ha inserito i temi scabrosi messi in scena nei due nuovi film e li ha commentati così:

“Ho scritto queste canzoni perché la mia voce si aggiunga al coro contro l’ignominia della tratta, contro ogni forma di abuso, anche quello sentimentale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.