Iniziano oggi gli incontri con gli autori al Caffè San Marco: ogni giorno, alle ore 11:00, il pubblico e la stampa avranno la possibilità di fare domande e confrontarsi con registi, attori e produttori presenti al Festival.

Il Politeama Rossetti inizia le proiezioni della giornata alle ore 11.00 con Interview with Maestro Federico Fellini (Interview s Maestrom – Federicom Fellinim) (I – CS, 1989, col., 14’) di Matej Mináč, che nel 1989 trascorse due giorni fantastici con il maestro grazie al famoso regista slovacco Juraj Kakubisko. L’autore sarà presente in sala.

A seguire, sempre per la sezione ‘Fellini East West’, Fantastic Mr Fellini – Intervista con Wes Anderson (I, 2020, col., 42’). Assieme al regista Francesco Zippel, Anderson ha ripercorso alcuni temi a lui cari e vicini alla poetica di Fellini. L’autore sarà presente in sala.

Alle 14.00 prenderanno il via i lungometraggi in concorso con Let There Be Light (Nech je svetlo) (SK – CZ, 2019, col., 93’) di Marko Škop, nel quale Milan viene a sapere che suo figlio potrebbe essere coinvolto in un caso di violenza che ha sconvolto la loro comunità. L’autore sarà presente in sala.

Seguiranno i lungometraggi Monsters. (Monstri.) (RO, 2019, col., 116’) di Marius Olteanu alle 16.00 e Ivana the Terrible (Ivana cea Groaznica) (RO – SRB, 2019, col., 89’) di Ivana Mladenović alle 18.15. Gli autori saranno presenti in sala.

Concluderanno la giornata al Politeama Rossetti alle ore 20.30 la cerimonia di premiazione Eastern Star con a seguire la proiezione di Perfect Strangers ((Nie)znajomi) (PL, 2019, col., 103’) di Tadeusz Śliwa, remake polacco del fortunato film di Paolo Genovese con Kasia Smutniak tra gli interpreti (L’autore sarà presente in sala), e alle ore 22.30 la prima proiezione ‘Art&Sound’: And Then We Danced (GE – S – F, 2019, col., 106’) di Levan Akin, presentato alla ‘Quinzaine des Réalisateurs’ di Cannes.

Al Cinema Ambasciatori iniziano invece le proiezioni dei documentari. Alle 11.00 il documentario fuori concorso di Giampaolo Penco Vittorio Vidali – I Am Not the One I Was (I, 2019, col., 106’), su uno dei personaggi più controversi del comunismo staliniano. L’autore sarà presente in sala.

Alle 14.00 e alle 16.00 ci saranno due documentari in concorso: The Euphoria of Being (A Létezés Eufóriája) (H, 2019, col., 84’) di Réka Szabó (L’autore sarà presente in sala), con la partecipazione di Éva Fahidi, sopravvissuta ad Auschwitz Birkenau, e Marek Edelman… and There Was Love in the Ghetto (Marek Edelman… i Byla Milość w Getcie) (PL – D, 2019, col. & b-n/b-w, 80’) di Jolanta Dylewska con la collaborazione di Andrzej Wajda. Documentario con scene di fiction scritte dalla regista assieme a Agnieszka Holland e dirette da Andrzej Wajda, poco prima della sua morte.

Alle ore 18.00 ci sarà la prima compilation del concorso cortometraggi, con The Rudeness of a German Lady (Njemački Inat) (HR – H, 2020, col., 15’) di Silva Ćapin, It’s Good Like That (Tak jest dobrze) (PL, 2019, b-n/b-w, 23’) di Marcin Sauter, Sad Girl Weekend (GR, 2019, col., 15’) di Dimitris Tsakaleas e Lida Vartzioti, Dog Days of Summer (Mi smo videli leto) (SRB, 2019, col., 20’) di Nikola Stojanović, Golden Minutes (Auksinės Minutės) (LT, 2019, col., 10’) di Saulius Baradinskas, Anna (GB – UA – IL, 2019, col., 15’) di Dekel Berenson e Lake of Happiness (BY – D – E, 2019, col., 30’) di Aliaksei Paluyan. Gli autori saranno presenti in sala.

Verranno poi proiettati altri due documentari in concorso: alle 20.30 Transnistra (S – DK – B, 2019, col., 95’) di Anna Eborn e alle 22.15 The Wind. A Documentary Thriller (Wiatr. Thriller Dokumentalny) (PL – SK, 2019, col., 75’) di Michal Bielawski (L’autore sarà presente in sala). Il primo segue da vicino un gruppo di ragazzi nell’auto-proclamatosi stato di Transnistria, mentre il secondo racconta di uno dei fenomeni più imprevedibili che si scatena sulle montagne polacche, il vento Halny.

A mezzanotte ci sarà il lungometraggio fuori concorso di Predrag Ličina, The Last Serb in Croatia (Posljednji Srbni u Hrvatskoj) (HR – SRB, 2019, col., 88’), la prima commedia zombie balcanica!

Iniziano anche gli eventi e le proiezioni per il Festival dei Piccoli!

Alle 10.45 e alle 11.30 al Teatro Miela ci sarà il laboratorio Zoo Party Lab a cura di Vincenzo Stera e di Casa della Musica / Scuola di Musica 55. Costo: 10€.

Alle 11.00, sempre al Teatro Miela, verranno proiettati i cortometraggi realizzati durante i laboratori EU-CIAK promossi all’International School of Trieste, al Liceo artistico Enrico e Umberto Nordio e all’Istituto Tecnico G. Deledda – M. Fabiani e il pubblico in sala sarà chiamato a votare il miglior cortometraggio. Il progetto è stato realizzato con il sostegno della Fondazione Pietro Pittini.

Alle 16.00 e alle 17.15 un altro laboratorio per i bambini: Il mio porto va al cinema!, a cura di Annalisa Metus e in collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale. L’ingresso è gratuito.

Alle 16.00, ancora al Teatro Miela, per ‘Buon compleanno, Gianni Rodari!’ verranno proiettati due capolavori del cinema d’animazione: Castello di Carte (10’, 1962) di Giulio Gianini e Emanuele Luzzati e La Freccia Azzurra (90’, 1996), diretto da Enzo D’Alò e con le voci di Dario Fo e Lella Costa.

Alle 10.30 la prima passeggiata del Festival partirà dal Museo Ex-Lavatoio di San Giacomo: Da San Giacomo alla Torre del Lloyd: nuovi itinerari alla scoperta di Trieste a cura di Marzia Arzon. Costo: 10€.

Alle 17.00 al Cafè Rossetti ci sarà l’incontro Vr Days: donne e storytelling nella realtà virtuale con Stefania Casini, Sara Tirelli, Alessia Sonaglioni e Agnese Pietrobon.

Alle 17.30 al Caffè San Marco si terrà la talk Abbiamo ancora tutti una valigia a Berlino!un incontro tra il fotografo triestino Marco Alberi Auber e i curatori della mostra Ho ancora una valigia a Berlino Cesare Genuzio e Massimo Premuda.

Segnaliamo anche la possibilità di provare tre vr experiences: due nel Foyer del Politeama Rossetti, Mare Nostrum. The Nightmare Medusa Act II, e una all’Hotel Hilton, The KeyLe esperienze sono gratuite.

I biglietti del Trieste Film Festival sono acquistabili solo presso le casse del Politeama Rossetti, Cinema Ambasciatori e Teatro Miela.

Con l’apertura delle casse sarà anche possibile acquistare i biglietti di tutte le proiezioni del Festival programmate nella sala in cui avviene l’acquisto. I posti in sala non sono numerati.

Tutti gli orari e le modalità di accesso alle proiezioni e agli eventi sono sul sito

www.triestefilmfestival.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.