La giornata inizia alle 11:00 con un incontro/riflessione sul mondo dell’audiovisivo in Italia e in Europa e sugli squilibri di genere che ancora lo caratterizzano. “Un caffè con.. Donne nell’audiovisivo: squilibri di genere nell’industria del cinema” farà il punto su quali siano i fattori che ostacolano l’accesso e l’affermazione dei talenti femminili nell’audiovisivo. L’argomento vedrà impegnate Angela Prudenzi (Produttrice e membro del comitato di selezione della Mostra del Cinema di Venezia), Silvia Sandrone (Creative Europe Desk Italia – Media), Alessia Sonaglioni (EWA), a colloquio con Nicoletta Romeo e Fabrizio Grosoli (Direttori Artistici TSFF).

Alle 14:00 inizia un pomeriggio dedicato al Concorso Documentari con l’anteprima internazionale di ŠVELNŪS KARIAI (Guerriere gentili) di Marija Stonytė, LT – EST, 2020, col., 75’ v.o. lituana / sott. it.

Uno sguardo femminile senza moralismi né compiacimenti su come si possa convivere in un mondo da sempre maschile nel seguire tre giovani ragazze che si arruolano volontariamente in Lituania. Le ragazze vivono e si addestrano per 9 mesi con 600 uomini in una base militare isolata.

A seguire alle 16:00 abbiamo UEZDNYJ GOROD E (Città gloriosa) di Dmitrij Bogoljubov, RUS – D – CZ, 2019 – 2020, col., 82’ v.o. russa / sott. it. / in anteprima italiana. Durante la II G.M., Stalin permise alla città di El’nja di liberarsi dal nazismo invasore e ne fece un simbolo di speranza ed eroismo. Il regista ha seguito alcune famiglie di “patrioti locali” tra cui emerge il ritratto di una giovane che si esibisce in canzoni patriottiche e adora Putin.

E alle 18:00 PLEASE HOLD THE LINE (Prego resti in linea) di Pavel Cuzuioc, A, 2020, col., 86’ v.o. rumena – ucraina – bulgara – russa – francese – inglese / sott. it. anche questo in anteprima italiana accanto ai tecnici delle telecomunicazioni dell’Europa dell’Est che portano la modernità nella Torre di Babele di oggi. Con imperturbabile humour e una certa dose di filosofia, un film che racconta come il mondo digitale stia entrando nelle case moldave e ucraine.

Segnaliamo poi che alle 17:00 si tiene un altro appuntamento con la VR coordinati da Antonio Giacomin “MEET THE XR CREATIVE LIVE”. Quest’anno il festival si concentra sulle esperienze create in questo contesto “anomalo” con alcuni incontri in live streaming con i creativi che stanno esplorando le nuove modalità espressive, tecnologiche e creative dei media immersivi. La virtual production è una tecnica che sta prendendo sempre più piede nel cinema “tradizionale” e che si intreccia con le tecnologie immersive. Con Giacomo Talamini vedremo fino a dove si spingono queste tecnologie. L’appuntamento è trasmesso in diretta sulle pagine Facebook & Youtube del Trieste Film Festival.

Il film di prima serata alle ore 20:00 è invece nel Concorso Lunghi ed è un’anteprima italiana. Si tratta di DASATSKISI (L’inizio) della promettente Dea Kulumbegashvili, GE – F, 2020, col., 125’ v.o. georgiana / sott. it.

Una comunità di Testimoni di Geova viene attaccata da un gruppo di estremisti e il mondo familiare di Yana, la moglie del leader della comunità, cade lentamente a pezzi. Dalla regista georgiana rivelazione dell’anno, il film vincitore a San Sebastián e candidato all’Oscar.

La seconda serata e quindi la chiusura di giornata alle 22:15  è affidata ancora una volta al Concorso Documentari con  GARAGENVOLK (La gente dei garage) di Natalija Jefimkina, D, 2020, col., 97’ v.o. russa / sott. it. in anteprima italiana

Siamo nel nord della Russia, nella periferia di un quartiere desolato, e c’è una distesa infinita di garage. Sono capanne di lamiera, poco accoglienti dall’esterno, dove un gran numero di persone si rifugia per coltivare attività minimali. Un film di osservazione a tratti ironico e mai cinico.

Ricordiamo inoltre che permangono fruibili online le sezioni In Cucina con il TSFF e Esterno/Giorno_Frames, nuova iniziativa della Casa del Cinema di Trieste, spin off delle passeggiate cinematografiche tra location e set del Friuli Venezia Giulia, la puntata dal titolo “Sì, viaggiare” tra stazioni, treni, binari, passaggi a livello, star internazionali e film indimenticabili è disponibile per gli accreditati per tutta la durata del festival sulla piattaforma MYMovies.it. 

Ma per chi ha voglia di passeggiate ecco che venerdì 29 e sabato 30 alle ore 15:00 è invece in programma “Principi Reietti, Esuli Cattivi, Femmine Rinchiuse E Altre Storie: Tour Narrativo E Luoghi Parlanti” a cura di Laboratorio di studi irlandesi e gruppo di ricerca su letteratura, narrazione, spazi e turismo del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Trieste. Un tour narrativo Da San Giusto a Piazza Unità, che risveglia storie e culture, evoca personaggi e destini e fa parlare luoghi famosi e dimenticati. Un viaggio storico, gotico, sentimentale attraverso le molte identità di Trieste, che intreccia vicende di esuli buoni e cattivi, criminali, ospiti indesiderati e famiglie reali. Per tutte e 2 le passeggiate le prenotazioni sono obbligatorie via mail a prenotazionitsff@gmail.com indicando nome, cognome, numero di telefono.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.