BABYLON SISTERS, GIRATO A TRIESTE, È PROTAGONISTA DEL CINEBRUNCH IN SALA TRIPCOVICH

NEL CONCORSO LUNGOMETRAGGI MISTER UNIVERSO E IT’S NOT THE TIME OF MY LFE, POI L’OMAGGIO A VITALIJ MANSKIJ CON CLOSE RELATIONS, MY OWN PRIVATE WAR NEL CONCORSO DOCUMENTARI E ZOOLOGY IN SORPRESE DI GENERE

Alle 11:00 lo Spazio Trieste Film Festival Magazzino delle Idee ospita l’importante panel “Distribuzione Italiana 2.0” in collaborazione con il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani e coordinato da Franco Montini, occasione per discutere di nuovi modelli di distribuzione del cinema di qualità.

Alla stessa ora in Sala Tripcovich si terrà la proiezione del film fuori concorso Babylon Sisters di Gigi Roccati, interamente girato a Trieste, una fiaba contemporanea che a ritmo di musica celebra la forza e la bellezza della multiculturalità. L’autore e il cast sarà presente in sala. Al termine del film il pubblico accorso avrà la possibilità di godere di un vero e proprio brunch per gustare prelibatezze dolci e salate nel foyer della Sala Tripcovich.

Il concorso documentari

Il concorso documentari presenta alle 14:30 My Own Private War di Lidija Zelović sulle memorie della guerra in Bosnia da un punto di vista totalmente personale e senza indulgenze e su cosa succede quando un trauma collettivo colpisce una famiglia. L’autore sarà presente in sala.

Il concorso lungometraggi

Per il concorso lungometraggi alle 16:00 sarà proiettato Mister Universo di Tizza Covi e Rainer Frimmel, un delizioso viaggio nel cuore delle sconosciute comunità circensi italiane. Gli autori saranno presenti in sala.

Alle 18:15 Sorprese di Genere presenta Zoology (Zoologiya) di Ivan I. Tverdovskij di cui è protagonista Nataša, una donna di mezza età che lavora allo zoo. Fa sempre le stesse cose e sembra che la vita ormai non abbia più alcuna sorpresa per lei, finché un giorno… le cresce una coda e la vita improvvisamente cambia.

Close Relations (Rodnye) di  Vitalij Manskij
Close Relations (Rodnye) di Vitalij Manskij

Alle 20:00 l’Omaggio a Vitalij Manskij presenta l’ultimo capolavoro del regista: Close Relations (Rodnye), la ricerca della sua famiglia e della diaspora per tutta l’Ucraina. Un film sull’identità, i nazionalismi e le ragioni di una guerra. L’autore sarà presente in sala.

Chiude la giornata alla Sala Tripcovich la proiezione alle 22:15 di It’s Not The Time Of My Life (Ernelláek Farkaséknál) di Szabolcs  Hajdu, film vincitore dell’ultimo festival Karlovy Vary e girato con la collaborazione di 13 studenti di Cinema dello stesso Hajdu. Una visita inaspettata metterà a dura prova la resistenza e la sopportazione reciproca di due famiglie imparentate. L’autore sarà presente in sala.

Gli appuntamenti del Miela

Al Teatro Miela la giornata si apre alle 14:00 con la proiezione del lungometraggio fuori concorso Comedy Of Tears (Komedija Solz) di Marko Sosič, interamente girato a Trieste, sul rapporto conflittuale tra un anziano e la sua badante, segnato dal dolore dei ricordi e dal razzismo. L’autore sarà presente in sala.

Alle 16:00 il Premio Corso Salani presenta Un Altro Me  di Claudio Casazza, film documentario che ripercorre 12 mesi con i detenuti per reati sessuali e l’equipe del criminologo Paolo Giulini: un percorso per comprendere, ridefinire e modificare il significato della propria esperienza ed esistenza.

L’autore sarà presente in sala.

Subito dopo la stessa sezione proietta Sette Giorni di Rolando Colla, la storia di Ivan e Chiara e della passione proibita che li travolge per sette giorni su un’isola della Sicilia, con un matrimonio imminente da organizzare. L’autore sarà presente in sala.

Liberation Day di Ugis Molte e Morten Traavik
Liberation Day di Ugis Molte e Morten Traavik

Alle 20:00 è in programma il concorso cortometraggi e alle 22:00 la sezione Art&Sound presenta Liberation Day di Ugis Molte e Morten Traavik, film documentario sul viaggio e il concerto dei Laibach in Corea del Nord. La band di culto della ex Jugoslavia è stato il primo gruppo rock a esibirsi nello stato-fortezza. Il film è introdotto da Slavoj Žižek. Gli autori saranno presenti in sala.

Negli altri spazi

Tra gli altri importanti appuntamenti della giornata segnaliamo che alle 18:00 lo Spazio Trieste Film Festival Magazzino delle Idee ospiterà la masterclass di Vitalij Manskij. L’incontro avrà l’ingresso libero.

Ulteriori eventi a ingresso libero saranno ospitati presso l’Immaginario Scientifico:  Kaleido Speciale TSFF alle 10:00 e alle 18:00 con le proiezioni di cortometraggi selezionati dal Trieste Film Festival sui maxi schermi dello spazio più suggestivo e immersivo del Museo; Family Lab il cinema a portata di mano coinvolgerà adulti e bambini dagli 8 anni in su per scoprire insieme come funziona il cinema.

Sette Giorni di Rolando Colla
Sette Giorni di Rolando Colla

Alle 11:00 dalla Casa del Cinema partirà anche la prima delle passeggiate di Esterno/Giorno in calendario al Trieste Film Festival: Marzia Arzon porterà i partecipanti nella Trieste multiculturale con visita al cimitero ebraico e alla Sinagoga (prenotazioni fino alle 23:00 di oggi sabato 21 scrivendo a passeggiate.ts@gmail.com).

Dalle 12:00 alle 17:00 invece continua sul Molo Audace il progetto MarePlurale.

Lo Spazio Trieste Film Festival Magazzino delle Idee è invece aperto come di consueto  per tutto il giorno dalle 10:00 alle 20:00 per visitare tutte le mostre allestite “Sirene Immaginarie: Dive e Cinema nelle foto di Mario Magajna”, “La Storia di D.” di Diletta Allegra Mazza, “Sirene” di Ugo Pierri e “Sirene, Fari e altre Frontiere” di Aldo Sbadiglio e “X-Ray Audio Exhibition“.

I biglietti per la giornata e le singole proiezioni sono acquistabili direttamente alla cassa della Sala Tripcovich o al Teatro Miela dalla mezz’ora prima della proiezione.

 Tutti gli orari e le modalità di accesso alle proiezioni e al concerto sono sul sito www.triestefilmfestival.it.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.