Presentata oggi, 9 settembre, la stagione 20/21 del Politeama Rossetti. Stagione dal significativo titolo “E quindi uscimmo a riveder le stelle“.

Il firmamento del Rossetti tornerà a riaccendersi il 6 ottobre, quando la produzione firmata da Franco Però porterà il pubblico nella Parigi degli anni ’40 de La pazza di Chaillot, in scena fino all’11. Il testo di Giraudoux è riadattato da Letizia Russo.

Sarà la volta di Scintille dal 21 al 25 ottobre, di Laura Sicignano, direttrice dello Stabile di Catania, con un testo di teatro civile sul diritto alla sicurezza sul lavoro.

Dal 10 al 15 novembre sul palco del Rossetti salirà con Filippo Timi con Locke, celebre testo di Knight che al cinema abbiamo visto interpretato da Tom Hardy.

A seguire Fausto Paravidino con il suo re dei mendicanti Peachum, testo ispirato a “L’opera da tre soldi” di Bertold Brecht, che sarà in scena dal 25 al 29 Novembre

Dal 9 al 13 Dicembre, sarà la volta di Il delirio del particolare con Giorgio Sangati che riadatta il romanzo di Vitaliano Trevisan tirando fuori un un dramma metafisico dove ad interpretare la vedova Scarpa sarà Maria Paiato.

A seguire toccherà a tre spettacoli classici: dal 6 al 10 Gennaio Mastro Don Gesualdo (Verga) regia di Guglielmo Ferro; dal 13 al 17 Gennaio I due gemelli veneziani (Goldoni) regia di Valter Malosti; Il misantropo (Molière) regia Fabrizio Falco.

La rassegna “Altri Percorsi” diventa Passages

Quella che negli anni precedenti eravamo abituati a conoscere come il ciclo “Altri Percorsi” ora si chiama “Passages” iniziando il 27 Ottobre con con Cabaret Sacco & Vanzetti sul palco scopriremo la storia dei due anarchici italiani. Uno spettacolo sulle migrazioni, pregiudizi razziali e le ingiustizie.

Contaminazione musicale anche per l’unica data, 7 Novembre, con Alessio Boni con Ludwig, accompagnato al piano da Francesco Libetta, per omaggiare Beethoven e i suoi 250 anni dalla nascita.

Dal 17 al 19 Novembre si potrà assistere a Tu che mi fai in omaggio a Claudio Misculin, figura triestina di spicco venuta a mancare nel 2019 nota per aver fondato l’Accademia della Follia e per aver portato i temi della pazzia e della diversità in rappresentazioni teatrali lavorando a stretto contatto con l’ambiente psichiatrico.

Data unica il 14 Dicembre per Miracoli Metropolitani delle Carrozzerie Orfeo, uno scenario familiare al tempo delle quarantene, entreremo in una carrozzeria riadattata a cucina, dove si prepara del cibo destinato al delivery per intolleranti alimentari mentre fuori imperversa una guerra civile (…pare ieri!).

Dal 15 al 20 Dicembre ci sarà la possibilità di rivedere in scena Le eccellenti, scritto e diretto da Marcela Serli, andato già in scena sempre a Trieste, durante la settimana dedicata a ESOF. Evento che ha visto Trieste Città Europea della Scienza 2020. Uno di quegli spettacoli “dove si imparano cose”.

Dal 12 al 17 Gennaio vedremo Tradimenti, di Pinter portato in scena da Michele Sinisi.

Sempre rimanendo in tema di scienze e cose già viste, ci sarà la possibilità di rivedere L’infinito tra parentesi di Malvaldi e Valzer per un mentalista di Calabrese e Vagnarelli.

Sezione Musical e Danza

Star dei palcoscenici di Broadway e del West End, e punte di diamante del panorama europeo ed italiano, sono i protagonisti del cartellone “Le stelle del Musical”.

Daniel Koek & Kerry Ellis, Earl Carpenter, Thomas Borchert… gli appassionati si spostano a Londra, in Germania, a New York per ammirarli dal vivo. Programmare i loro concerti in questa stagione, è occasione di vero orgoglio per lo Stabile regionale che – in un periodo in cui non sarebbe possibile immaginare in scena grandi ensemble – fa questa scelta, nel segno della qualità.

Cinque concerti di raffinato appeal sono i momenti attraverso cui si sviluppa questo percorso: un viaggio sonoro che con “West End Session” ci porta sui leggendari palcoscenici londinesi con Daniel Koek e Kerry Ellis. Lui il più giovane (e impeccabile) Jean Valjean di “Les Misèrables” del West End, lei magnetica interprete di “Wicked”, “Miss Saigon”, “We Will Rock You” e di indimenticabili performance con Brian May, il chitarrista dei Queen. Attraversano fra duetti e assoli le più belle arie del musical.

Propone un concerto dal titolo “A Touch of West End” ma la stella di Earl Carpenter splende anche a Broadway: è fra i miglior Javert della storia di “Les Misèrables” e uno dei più rinomati interpreti del “Fantasma dell’Opera” (ha preso parte ai Galà per il 25° anniversario di entrambi i musical) e dal suo sterminato repertorio esegue brani di rara emozione, accompagnato dalla violoncellista Yvonne Marie Parsons.

Ci si addentra nel vecchio continente con Thomas Borchert: non c’è ruolo da protagonista nelle più prestigiose produzioni del mondo tedesco ed europeo che non abbia sostenuto in modo ineccepibile, da “Jeckyll&Hyde a Vienna a Krolck ne “La danza dei vampiri”, a der Tod in “Elisabeth”. Nel suo concerto attraversa anche hit del pop, colonne sonore e canzoni di cui è autore.

Gettano un ponte con l’Italia i cinque i protagonisti de “La fuga delle voci” che riflette sui talenti italiani che fanno carriera all’estero. Al Politeama Rossetti sono passati molti di questi artisti, fra cui Filippo Strocchi, Gian Marco Schiaretti e Veronica Appeddu, Laura Panzeri, Gianluca Sticotti. Davide Calabrese tesse le fila della serata, accompagnandoli fra arie e duetti dai musical che hanno interpretato sui nostri palcoscenici e in cui brillano su quelli internazionali. Con “Music All” ritorna al Politeama Giò Di Tonno, reduce dai successi di “Notre Dame De Paris”. In concerto sfodera il suo eclettismo, il suo rigore, l’intensità espressiva ispirandosi in particolare alle colonne sonore più amate.

Infine – a dicembre – il tradizionale “Galà dell’operetta e del musical” organizzato con l’Associazione Internazionale dell’Operetta, in cui la FVG Orchestra diretta dal Maestro Romolo Gessi affronterà partiture da Franz Lèhar a Leonard Bernstein.

Altri spettacoli completano questa già ricca proposta: nel cartellone Danza, Musical & Eventi si potrà scegliere fra la serata del pianista Remo Anzovino, il concerto “Rock Opera”, il balletto  contemporaneo “Blu Infinito” dell’Evolution Dance Theatre, l’ormai tradizionale appuntamento con il repertorio romantico del Russian Classical Ballet ne “Lo Schiaccianoci” e “Il Lago dei Cigni” e il sorprendente “Machine du Cirque”. Particolarmente intrigante la novità degli Oblivion, “Oblivion Rhapsody” per la regia di Giorgio Gallione: si tratta di un excursus nella loro opera omnia per festeggiare i primi 10 anni insieme, fra battute, classici della letteratura riassunti in pochi minuti, note prese a cazzotti e tanto, tantissimo talento. 

Sono inoltre stati anticipati alcuni dei titoli in programma nell’“atto secondo” della Stagione 2020-2021, a partire da febbraio: fra le novità la coproduzione “Piazza degli Eroi” in cui lo Stabile collabora con il Teatro di Napoli e Fondazione Teatro della Toscana per portare in scena il capolavoro di Thomas Bernhard, diretto da Roberto Andò con protagonista Renato Carpentieri. Sarà una coproduzione con il Teatro Nazionale Croato Ivan Zajc di Fiume e la Golden Show “L’Alfa Romeo Jankovits” di Laura Marchig con la regia di Tommaso Tuzzoli che è stato applaudito in forma di lettura fra gli eventi legati a ESOF2020. Proseguirà il filone che lega teatro e narrativa con “Orgoglio e pregiudizio” do Jane Austen nella regia di Arturo Cirillo. E poi gli spettacoli che dopo la sospensione della scorsa stagione hanno ritrovato una programmazione al Rossetti: “Arsenico e vecchi merletti” con Anna Maria Guarnieri e Giulia Lazzarini, “Slava’s Snowshow” e “Tango Fatal” di Guillermo Berzins.

Continueranno le iniziative collaterali agli spettacoli, che il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia propone gratuitamente: letture, incontri, momenti di approfondimento, spesso in collaborazione con partner come i Civici Musei di Storia e Arte o la British School del Friuli Venezia Giulia, il cui direttore Peter Brown cura e conduce appuntamenti molto seguiti.

Tutte le informazioni su spettacoli, prezzi, modalità di registrazione e abbonamento sono disponibili sul sito www.ilrossetti.it, da cui si accede direttamente all’acquisto e alla prenotazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.